BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tennis in carrozzina per sostenere la lotta all’alcolismo giovanile

Il prossimo 30 giugno, dalle 14 alle 19, presso il Tennis Club Bergamo, torna dopo il successo dell’anno scorso il torneo benefico organizzato da A.I.D.D. ONLUS (Associazione Italiana contro il consumo delle dipendenze) in collaborazione con SBS, Special Bergamo Sport, il cui ricavato andrà a favore della prevenzione dell’alcolismo giovanile.

Più informazioni su

Il prossimo 30 giugno, dalle 14 alle 19, presso il Tennis Club Bergamo, torna dopo il successo dell’anno scorso il torneo benefico organizzato da A.I.D.D. ONLUS (Associazione Italiana contro il consumo delle dipendenze) in collaborazione con SBS, Special Bergamo Sport, il cui ricavato andrà a favore della prevenzione dell’alcolismo giovanile. In campo il campione italiano di tennis wheelchair Marco Verzeroli, vincitore della passata edizione, e i dodici migliori tennisti della SBS, che si sfideranno in partite di doppio misto, con un giocatore in piedi e uno in carrozzina. Le regole sono identiche a quelle del tennis in piedi, soltanto che è permesso un doppio rimbalzò a terra della pallina.

“Il tennis wheelchair è una disciplina molto difficile – spiega Verzeroli – che richiede molto allenamento ma anche molta testa. Bisogna cercare di capire dove l’avversario metterà la palla e muoversi in anticipo. Abbiamo accettato con entusiasmo la richiesta di Fabio Bergamaschi per dare un contributo all’Associazione AIDD per la lotta all’alcolismo giovanile ,purtroppo così diffuso anche nella nostra città”.

Il protagonista principale di questo evento sarà SBS Special Bergamo Sport, nata da molti anni per iniziativa di persone affette da disabilità motoria che attraverso lo sport hanno trovato lo spirito e l’efficienza fisica necessari per un reinserimento sociale completo. Sport–terapia, è questo il metodo con cui tutti gli atleti disabili sono iniziati allo sport dagli Ospedali Riuniti di Bergamo,presso il Centro di Rieducazione Funzionale di Mozzo.

Il ricavato dell’iniziativa servirà per combattere il dilagante fenomeno dell’alcoolismo tra i giovani. L’Onlus A.I.D.D., fondata per iniziativa di alcuni Club del Rotary e del Lion lombardi, è dal 1977 impegnata nell’arginare questo triste fenomeno iniziando a sensibilizzare i giovani fin da piccoli, organizzando incontri già nelle scuole elementari e medie, con l’aiuto di psicologi e pedagoghi. Da due anni l’organizzazione è approdata a Bergamo, su iniziativa di Fabio Bergamaschi, con una serie di eventi come il recente “Convegno Alcol e Giovani” per far conoscere le problematiche che comporta l’abuso di alcool e droghe, soprattutto tra i ragazzi. I dati sono allarmanti: secondo un’indagine Doxa: tra i giovani in età compresa tra i 16 e i 19 anni il 49,3% è consumatore regolare (almeno una bevanda alcolica una volta alla settimana), il 20,8 è consumatore occasionale, le prime esperienze di consumi alcolici si registrano intorno ai 13 anni (assaggio di vino), a 14/15 anni si inizia a consumare anche la birra, a 16 anni mediamente gli aperitivi, gli amari i superalcolici. Aumenta fortemente il peso degli amici nelle prime esperienze di consumo di alcol.

La legge prevede il divieto di mescita e vendita di alcol sotto i 16 anni e “tasso zero” per i neo patentati tra i 18 e i 21 anni. Il numero degli incidenti e le vittime durante il weekend sono in aumento rispetto agli anni scorsi. Il sabato sera al pronto soccorso il fenomeno è ormai una routine, arrivano genitori ignari e disperati, ai quali verrebbe da chiedere se conoscono un po’i propri figli, che sono lì, vittime d’incidenti perché ubriachi o che finiscono in coma etilico.

Tornando all’evento del 30 giugno, alle ore 20, dopo la premiazione, cena di beneficenza a bordo piscina. Gli organizzatori contano molto sui Bergamaschi perché Bergamo è nota per la sua sensibilità e generosità. Le prenotazioni sono gradite e vanno indirizzate per il torneo al fisso del Tennis Club 035237173, per la cena (35euro) 3356163609.

Giorgio Biava

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.