BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pubblicità ingannevole Adiconsum sventa truffa per migliaia di euro

Eddy Locati, segretario generale di Adiconsum Bergamo: "Risolta una delicata vicenda che ha coinvolto alcune parrocchie e scuole materne bergamasche".

Più informazioni su

Nel 2011 sei tra parrocchie e scuole materne parrocchiali della Bergamasca avevano ricevuto dalla società Avron con sede in Bratislava un modulo da compilare e firmare, recante l’intestazione "Registro del mercato nazionale”, con il quale si chiedeva di inserire i dati commerciali dell’ente per una "rilevazione dei dati commerciali". Il modulo poteva facilmente confondersi con quello fornito recentemente per il censimento, inducendo quindi in errore i firmatari.

Fra le molte clausole, scritte in miniatura, una riportava la sottoscrizione di un’inserzione pubblicitaria su Internet, dietro il pagamento di 1.271,00 euro annui per tre anni, per un totale di 3.800,00 euro.

La Camera di Commercio si dichiarava totalmente estranea alla vicenda. Nel frattempo l’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato sanzionava la Società Avron per 100mila euro perché il messaggio pubblicitario contenuto nel modulo era ingannevole e quindi illecito, vietandone quindi l’ulteriore diffusione del modulo. La Avron, nonostante questa sanzione, ha continuato con lettere intimidatorie a sollecitare il pagamento alle parrocchie e alle scuole materne, "minacciandole", in caso di mancato versamento della somma richiesta, di agire giudizialmente.

“Su incarico della Adasm (Associazione degli Asili e Scuole Materne) di Bergamo – spiega Eddy Locati, segretario generale di Adiconsum Bergamo -, con l’intervento dell’avvocato Corrado Benigni, abbiamo risolto questa truffa ai danni delle parrocchie e delle scuole materne, mediante una complessa attività stragiudiziale, che si è conclusa con un accordo per la risoluzione consensuale dei contratti sottoscritti dalle ignare vittime, e lo storno di tutte le fatture emesse dalla società, con notevole risparmio di denaro per i truffati”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.