BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo incrocia le dita, Prandelli cambia tutto per l’assalto all’Irlanda

Per proseguire l'avventura ad Euro 2012 stasera l'italia deve battere la nazionale di Trapattoni e sperare che Spagna e Croazia non cedano al biscotto. Con Balotelli ko, il ct azzurro lancia Di Natale in avanti e torna alla difesa a quattro.

Più informazioni su

Una brutta tegola e una rivoluzione in vista. A poche ore dalla decisiva sfida contro l’Irlanda di Trapattoni, che dirà se l’Italia potrà continuare il suo Europeo, Cesare Prandelli è alle prese con un problema in più: l’infortunio di Mario Balotelli. Il problema dell’attaccante non è grave, si parla di leggero risentimento al ginocchio destro, ma è sufficiente per non rischiare ulteriori problemi.

E con il forfait di SuperMario il c.t. pensa ad una serie di cambiamenti, non solo in attacco. Dove Di Natale avrà spazio dal primo minuto in coppia con Cassano. Anche la difesa sarà rivoluzionata, con il rientrante Barzagli centrale a fianco di Chiellini e spedirà Bonucci in panchina; Abate e Balzaretti prenderanno rispettivamente il posto di Maggio e Giaccherini, che contro la Croazia avevano deluso: sia il milanista, sia il palermitano sono abituati a giocare a quattro e questa può essere un’ulteriore spiegazione del cambio di modulo. De Rossi torna a centrocampo, interno insieme a Marchisio, con il compito di proteggere e sostenere Pirlo. Thiago Motta, sistemato nella prova generale con la pettorina rossa, la squadra dei presunti titolari, ha respinto la concorrenza del bergamasco Montolivo e anche quella dell’emergente Diamanti, che potrebbe essere la carta a sorpresa.

Con l’Irlanda, a costo di rischiare qualcosa, si deve provare a vincere e non stentatamente, per cui Prandelli dovrebbe varare una formazione equilibrata ma votata all’attacco. Trapattoni non regalerà nulla, e questo l’Italia intera lo sa bene, anche se la sua squadra è parsa non all’altezza della competizione. C’è anche il rischio del biscotto fra Spagna e Croazia, con un 2-2 che ci eliminerebbe. Difficile, però, che la squadra campione del Mondo e d’Europa in carica voglia infangare la sua bella reputazione solo per far fuori gli Azzurri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da BERGAMASC

    GRAN-BISCOTTO…ROVINATI!

  2. Scritto da Carlo Salvioni

    Non è che ci avete rotto gli zebedei con questa menata del biscotto?

  3. Scritto da mario59

    Biscotto, pagnottina, pasticcio…o quello che vi pare….l’Italia la qualificazione deve guadagnarsela da sola, ridursi a sperare sui risultati di altre partite per passare il turno..non è una gran bella figura per la nostra Nazionale.
    Dopo di che.. ….forza Italia…..sperem.