BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Bene la riduzione dei compensi, ma i costi sono altri”

Pubblichiamo il comunicato del segretario della Uil, Marco Tullio Cicerone, in merito alla decisione della Giunta di Bergamo di ridursi lo stipendio del 10%.

Più informazioni su

Pubblichiamo il comunicato del segretario della Uil, Marco Tullio Cicerone, in merito alla decisione della Giunta di Bergamo di ridursi lo stipendio del 10%.

“La decisione del sindaco di Bergamo, Franco Tentorio, e della sua giunta di ridurre del 10 per cento i propri compensi rappresenta, in questo momento nel quale la grave crisi economica sta pesando in maniera ancor più drammatica su famiglie e anziani, un messaggio importante. Ciò premesso, occorre però sottolineare che i costi della politica sono altri e i tagli possono essere praticati anche altrove”. Il segretario generale della Uil di Bergamo, Marco Cicerone, commenta con queste parole la decisione dell’amministrazione di Palazzo Frizzoni di decurtare del 10 per cento il compenso del sindaco, dei 12 assessori e del presidente del Consiglio comunale, per un risparmio netto annuo valutato in 53mia 600 euro. “E’ un provvedimento apprezzabile – prosegue Cicerone – che ci si augura possa essere seguito come esempio anche da altre amministrazioni. Esso, peraltro, si inserisce in un contesto nel quale, bilanci alla mano, fra il 2008 e il 2010 la riduzione dei costi legati alla politica è stata, anche a Bergamo, costante, col beneficio di risparmio di qualche euro per contribuente. Eppure – aggiunge Cicerone – c’è ancora parecchio da fare. Basti pensare, a solo titolo esemplificativo, alle società partecipate e ai loro consigli di amministrazione sempre abbastanza corposi. Qui, per esempio, si potrebbe tagliare senza provocare riflessi significativi sulla qualità dei servizi. Come Uil – conclude il segretario – rilanciamo la nostra proposta di una riduzione del numero dei consiglieri di amministrazione e della costituzione di “comitati di sorveglianza” in grado di poter interagire con le società per rendere più economici ed efficienti i servizi offerti ai cittadini”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Riccardo

    E’ sbagliato ridurre i compensi. Si da voce ai qualunquisti i quali credono che il primo che passa per strada potrebbe fare meglio di chi ricopre i ruoli oggi. Gestire la cosa pubblica invece richiede qualità e professionalità non comuni, Andrebbero aumentati i compensi, e di molto. Ma andrebbero chiesti anche più impegno e più risultati.

  2. Scritto da MAURIZIO

    E’ sempre cosi commovente vedere un milionario rinunciare a qualche euro per solidarietà.

  3. Scritto da A.Z. Bg

    L’è ‘l sólet che ‘l ghé a bé negót.Chi dé la sinistra come lü i sè mai sbassat ol sò stipendio, ches-cce i la facc.

    1. Scritto da Abdul

      Cosa hai tu scritto ?

  4. Scritto da Sergio

    ..è la prima notizia buona di questa fallimentare Amministrazione.