BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Lazzaretto invaso dalla travolgente magia dell’intimista Fabi fotogallery

Che Niccolò Fabi fosse sinonimo di magia i suoi fans lo sapevano già benissimo. E Martedì sera l’hanno potuto toccare con mano ancora una volta, grazie al concerto che il cantautore romano ha regalato ad un Lazzaretto gremito più che mai per l’occasione.

Che Niccolò Fabi fosse sinonimo di magia i suoi fans lo sapevano già benissimo. E Martedì sera l’hanno potuto toccare con mano ancora una volta, grazie al concerto che il cantautore romano ha regalato ad un Lazzaretto gremito più che mai per l’occasione.

Archiviata la registrazione del nuovo album che sarà messo in vendita al termine dell’estate, Fabi è tornato ad essere il meraviglioso padrone del palco, quel catalizzatore di energie che ha prontamente riversato sulle raffinate sonorità dello Gnu quartet, sulle eleganti ritmiche del batterista Fabio Rondanini e sul suo pubblico, lo stesso che il riccioluto cantautore ha coordinato con un mestiere a dir poco sopraffino e genuino.

Lo spettacolo è stato decisamente improntato sull’intimismo, vero e proprio cavallo di battaglia del romano, e non ha mai perso quella poesia che ha fatto di Niccolò Fabi uno degli artisti più amati dal pubblico sognatore. La scaletta ha così alternato brani più o meno noti di tutta la carriera del cantautore, tra cui “Oriente”, “Milioni di giorni”, la storica “Rosso”, “La promessa”, “Costruire”, “Offeso”, “E’ non è”, “Solo un uomo”, “Dentro” e la splendida “Parole parole” incisa con l’intramontabile Mina.

C’è stato anche spazio per un breve intermezzo senza Gnu quartet, in cui il buon Niccolò ha voluto stringersi appresso tutti i suoi fans, facendo spiccare una stupenda “Il negozio di antiquariato” cantata con quel pubblico che il cantautore ha voluto sospingere verso un recital sommesso ed emozionato, in un clima quasi religioso ma comunque simpatico, durante il quale Fabi ha ricordato ironicamente quanto “l’intonazione bergamasca sia famosa in tutta Italia”.

Quando sul palco sono tornati i quattro componenti dello Gnu quartet, Fabi è ripartito con una briosa versione di “Vento d’estate” che è anche diventata “Get up stand up” di Bob Marley, “Nel blu dipinto di blu” e chissà cos’altro. Il pubblico ha seguito Fabi e compagni nelle loro escursioni musicali spesso azzardate ma mai fuori posto. “Lasciarsi un giorno a Roma” ha poi raccolto sotto al palco i fans entusiasti, che hanno voluto stringere in un forte abbraccio il loro beniamino che, come risposta, ha regalato al Lazzaretto uno splendido bis di “Oriente”.

E, dopo i saluti e gli inchini di rito, all’Happening delle Cooperative sociali sono rimasti un cantautore dotato, uno Gnu quartet a dir poco strepitoso, un pubblico coinvolto e fedele, e un mix di gioia e leggerezza. Senza dimenticare quella magia che solo il talento di Niccolò Fabi può regalare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Daniele

    se amate Niccolò e la sua musica, vi aspettiamo il primo luglio alla sagra di Mozzo: Dica – Omaggio a Niccolò Fabi.

  2. Scritto da PBT

    Quest’anno non mi sono lasciata sfuggire il concerto di Niccolo’ Fabi.
    Concerto magnifico, gran classe, buona musica e buon gruppo sul palco. Cantautore sensibile e raffinato, richiama un pubblico altrettanto attento ed educato. Bisognerebbe dare piu’ spazio a questi eventi che non sconvolgono la citta’ ma la coinvolgono nel migliore dei modi.

  3. Scritto da valerio

    stupendo concerto. e domani sera si bissa a busto arsizio!

  4. Scritto da Elena Gelain

    Putroppo ieri sera non ero al concerto, ma ricordo l’incanto che che Niccolò ci ha regalato con la sua musica l’anno scorso alla villa Badoera di Fratta Polesine. Grazie Niccolò per l’intensità delle emozioni che ci hai donato!!

  5. Scritto da VITTORIA

    Emozionantissimi… Grazie a tutti e sei… Formazione da ripetere…

  6. Scritto da bello

    spettacolo raffinato tra musiche, musicisti e testi.Molto bello

  7. Scritto da SILVIA

    sentire fabi così apprezzato a bergamo è sempre una gioia!! stessa location di 2 anni fa ma un concerto completamente diverso! grazie niccolò, favolosi gnu quartet e mitico fabio rondanini! a presto spero!!!

  8. Scritto da niccolòtiamo

    è fabi il vero boss!!!!!!!

  9. Scritto da Mariolino

    Concerto toccante ed emozionante, mai visto il lazzaretto così. Rivoglio Fabi a Bg al più presto!

  10. Scritto da Giuliana

    GRANDE NICC, CE NE VORREBBERO DI ARTISTI COME TE!!! SEU UNICO E CHE EMOZIONI IERI SERA, GRAZIE!!!