BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Nuova scuola Montessori, attenzione alla viabilità”

Pubblichiamo il comunicato della Lega Nord in merito alla viabilità della zona di Longuelo connessa al progetto della nuova scuola Montessori. Il Consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno.

Più informazioni su

Pubblichiamo il comunicato della Lega Nord in merito alla viabilità della zona di Longuelo connessa al progetto della nuova scuola Montessori. Il Consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno.

La Lega Nord, a seguito delle perplessità avanzate dai residenti di Longuelo in relazione alla viabilità connessa al progetto di realizzazione della nuova sede della scuola Montessori, ha presentato un ordine del giorno approvato all’unanimità dal Consiglio comunale, dimostrando ancora una volta l’attenzione verso il territorio. A non convincere Alberto Ribolla, capogruppo della Lega Nord che ieri sera ha presentato il documento nel corso della seduta del Consiglio a Palazzo Frizzoni, è la viabilità: "L’area dove si prevede che venga realizzata la nuova sede della scuola, è interessata anche dalla ormai prossima entrata in operatività del nuovo Ospedale di Bergamo. Già in viale Vittorio Emanuele ci sono difficoltà, non vorremmo che anche la nuova sede creasse problemi". Da qui la richiesta, attraverso il documento, di "svolgere, prima di licenziare la progettazione esecutiva delle infrastrutture per la mobilità e la sosta connesse al P.A., la verifica di effettiva adeguatezza delle stesse in relazione alle utenze veicolari attualmente presenti ma con un occhio di riguardo anche ai nuovi flussi di traffico attratti dalla ormai prossima apertura del nuovo Ospedale di Bergamo". "Attraverso l’ordine del giorno – spiega il capogruppo Ribolla – invitiamo la Giunta a far sì che il traffico nella zona sud di Longuelo possa essere organizzato in maniera ottimale anche in ragione della prefigurata creazione di una diretta connessione viabilistica con l’area ospedaliera". Ma non solo: per far sì che non si creino problemi connessi alla viabilità, Ribolla chiede alla Giunta che possa essere valutata con attenzione l’eventuale apertura della via Ninì da Fano, considerando anche l’incrocio con la ciclabile di previsione lungo la via Brembilla. "E’ inoltre necessario – prosegue Ribolla – che si svolga un coordinamento tecnico continuativo della progettazione esecutiva e della realizzazione sia della scuola e delle relative opere complementari che delle infrastrutture della mobilità direttamente e indirettamente connesse. La realizzazione della nuova sede scolastica è un progetto importante, ma deve essere elaborato tenendo in considerazione quelle che sono le esigenze di chi vive in quella zona, riducendo al minimo i disagi connessi alla viabilità. Sono quindi soddisfatto del fatto che la Giunta abbia accolto le mie osservazioni per voce dell’assessore Pezzotta".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Nic

    gradirei sapere – ad esempio – che studio del traffico è stato fatto quando la scuola Capitanio si è insediata in via Garibaldi e la scuola Imiberg in via S. Lucia…

  2. Scritto da marco

    immagino e spero che se fosse una scuola d’ispirazione religiosa o d’ispirazione politica/partitica..ci sarebbero ugualmente tutte quelle attenzioni verso i residenti del quartiere….