BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tariffa rifiuti, stangata a Cologno +6% in un colpo solo

Stangata per gli abitanti di Cologno al Serio che si vedranno recapitare a casa la tariffa per lo smaltimento rifiuti. L’amministrazione ha infatti deliberato e approvato un aumento del 6% medio tra residenziale e non.

Più informazioni su

Stangata per gli abitanti di Cologno al Serio che si vedranno recapitare a casa la tariffa per lo smaltimento rifiuti. L’amministrazione ha infatti deliberato e approvato un aumento del 6% medio tra residenziale e non. Per la precisione il 5,9% per i primi e il 6,78% per il restante. Un incremento notevole rispetto a quelli di tante altre realtà in linea con la crescita dell’inflazione. Come Bergamo oppure Zanica, che hanno da poco deciso un aumento di circa il 3%. La principale causa dei rincari, come spiega il primo cittadino Claudio Sesani, è l’aumento dei costi sostenuti da Gesidra per smaltire i rifiuti all’inceneritore di Dalmine. A dicembre infatti è stata stipulata una nuova convenzione tra Provincia di Bergamo e Rea con un aumento delle tariffe da 86 a 111 euro a tonnellata smaltita. “Questa decisione è causata dal maggior costo dello smaltimento nell’impianto Rea – spiega Sesani – in più purtroppo abbiamo avuto due casi di discariche abusive che ci sono costate 37 mila euro in tutto. Sono spese non previste che devono essere sostenute dal Comune. Ora abbiamo intavolato un discorso con Gesidra per capire se nel 2013 si potrà tornare a livelli normali, diminuendo almeno del 5% se non di più”. Intanto però i cittadini sono costretti a pagare, molto più di altri Comuni. Un aumento territoriale che va ad aggiungersi alla stangata in arrivo con l’Imu. “Sono sacrifici, cercheremo di gravare il meno possibile sulle tasche dei cittadini. Stiamo lavorando per questo”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da colognese

    Venite a cologno al serio;è la casal di principe di bergamo,con un nepotismo e familismo da parte dei leghisti che fa paura…
    Andate a vedere chi è stata nominata direttrice della farmacia comunale e chi è il proprietario dei terreni che sono diventati edificabili negli ultimi 20 anni…
    La gestione della lega a cologno al serio fa semplicemente paura, e hanno indebitato il paese in una maniera mostruosa.

    1. Scritto da fabalalòòc

      Li hanno votati se li tengano

  2. Scritto da michele

    bravo Massimo potremmo portarli a casa tua, cosi verrebbero riciclati e smaltiti a minor costo

    1. Scritto da Ursula

      Non c’è bisogno di scomodare Massimo, portali a brescia .

  3. Scritto da Massimo

    Comodo scaricare sempre le responsabilità su altri (Gesidra, Rea…) Chi decide come smaltire i rifiuti, se riciclarli o smaltirli (pagando) bruciandoli?