BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Azzurri ad Auschwitz, il pianto di Montolivo “Dentro mi sento vuoto”

Il gioiello bergamasco, fresco di matrimonio con il Milan, ha parlato commosso dopo la visita della Nazionale ai campi di sterminio polacchi: "Giornate come questa ti lasciano senza parole. Non potevamo non venire qui, sento un grande vuoto dentro di me".

Più informazioni su

Sono passati da Auschwitz e da Birkenau gli azzurri di Cesare Prandelli che domenica, affrontando i campioni del mondo della Spagna, faranno il loro debutto a Euro 2012. Nella delegazione della Nazionale anche il bergamasco di Caravaggio Riccardo Montolivo, fresco di matrimonio con il Milan, uno dei pochi azzurri a concedersi a microfoni e taccuini dopo la toccante visita.

Il centrocampista cresciuto nelle giovanili di Zingonia ha raccontato la grande emozione provata durante la visita, quando, di fronte ai racconti di alcuni sopravvissuti ai campi di concentramento, non è riuscito a trattenere le lacrime: “Non si poteva non venire qui – ha spiegato ancora commosso Montolivo -. Dopo questa visita è arrivato il momento di guardarsi dentro e io devo ammettere che sono sconvolto, sento solo una grandissimo vuoto. Giornate così ti lasciano senza parole”.

Alla delegazione azzurra ha parlato anche Samuel Modiano, detenuto B7456, deportato a Birkenau il 16 agosto 1944 e liberato ad Auschwitz il 27 gennaio dell’anno dopo dai sovietici, che ha voluto sottolienare quanto sia importante per lui la missione che sta portando avanti da anni, ossia il far capire ai giovani che ciò che è successo in quegli anni di sterminio non deve ripetersi mai più. “Per questo – ha continuato “il salvato” – dobbiamo continuare a lottare per mantenere viva la memoria perché non dimenticare è fondamentale per far sì che i ragazzi di oggi non vedano mai quello che hanno visto gli occhi allora”.

Una volta visitato il campo di sterminio di Auschwitz, dopo un’ora di visita al museo del lager, i giocatori, con a capo Cesare Prandelli, hanno osservato un minuto di silenzio davanti alla parete di mattoni dove venivano eseguite le condanne a morte.

Il capitano della nazionale azzurra, Gigi Buffon, ha poi deposto una corona di fiori bianco-rosso-verdi, mentre tutti i giocatori hanno acceso un lumino in memoria dei morti. Dopo Auschwitz, la delegazione si è spostata a Birkenau, campo di concentramento situato a circa 3 chilometri, dove i calciatori hanno ascoltato commossi il ricordo e la testimonianza di altri sopravvissuti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luporobico

    Mi auguro che la nazionale visiti oltre ai lager nazisti anche qualche gulag comunista,in Ucraina il baffetto ha fatto una strage nei numeri simile all’olocausto,ma ovviamente sappiamo tutti che ci sono morti di serie a e morti di serie b.

  2. Scritto da marco

    Prima di cadere nel mio equivoco è meglio precisare che le cuffie, portate da tutti i componenti della nazionale, non servono per sentire la musica, ma per ascoltare la traduzione della guida polacca.

  3. Scritto da nino cortesi

    De Rossi difensore centrale? Sarà un disastro. Montolivo in coppia a centrocampo con Pirlo? Sarà un disastro; o gioca l’uno o l’altro. Non capisco perchè Prandelli, che ha mezza quadra rotta, non abbia convocato Manfredini, Peluso, Schelotto. Si vede che sono un tifoso atalantino? La visita ad Auschwitz comunque una bella cosa, da fare però non tenendo le mani in tasca.

  4. Scritto da bepo

    non credo minimamente a questo pianto…………tutta una montatura……..se ne fregano altamente

  5. Scritto da Sergio

    povero cucciolo….