BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sudore e solidarietà: ecco la seconda edizione di “Santiago in rosa”

La manifestazione promossa dall'Associazione Cancro Primo Aiuto è in programma dal 25 al 29 settembre e avrà come itinerario i quasi 600 km che separano Finisterre (Santiago), in Spagna, dal santuario di Fatima, in Portogallo.

Più informazioni su

E’ stata presentata, presso la sala conferenze di Confindustria Monza e Brianza, la seconda edizione di “Santiago in rosa”. La manifestazione promossa dall’Associazione Cancro Primo Aiuto è in programma dal 25 al 29 settembre e avrà come itinerario i quasi 600 km che separano Finisterre (Santiago), in Spagna, dal santuario di Fatima, in Portogallo. L’obiettivo è lo stesso dell’anno scorso: raccogliere fondi che finiranno all’Azienda Ospedaliera “Niguarda” di Milano e all’Azienda Ospedaliera “Ospedali Riuniti” di Bergamo per la ricerca e la cura del carcinoma all’endometrio e del carcinoma ovarico.

All’incontro sono intervenuti gli assessori regionali alla Sanità, Luciano Bresciani, e allo Sport e Giovani, Luciana Ruffinelli, il presidente di Confindustria Monza e Brianza, Renato Cerioli, il direttore generale Pasquale Cannatelli e il direttore di Ostetricia e Ginecologia Dario Meroni, dell’Ospedale Niguarda di Milano, il direttore generale Carlo Nicora e il primario di Chirurgia 1 Luca Ansaloni degli Ospedali Riuniti di Bergamo, i vertici di Cancro Primo Aiuto, il presidente Alessio Barbazza, il presidente vicario Massimo Manelli e l’amministratore delegato Flavio Ferrari e il presidente del Comitato tecnico-scientifico dell’associazione Dario Maggioni.

Protagoniste dell’impresa saranno ancora una volta dieci atlete: sei runners che percorreranno “il cammino” in modalità “non stop” alternando la corsa alla camminata in relazione alla difficoltà del fondo e della situazione notte/giorno, e quattro bikers che assicureranno assistenza lungo il percorso.

“La fatica di queste atlete – ha detto il presidente di Cancro Primo Aiuto – è la stessa che ogni giorno gli ammalati che assistiamo devono affrontare nella loro lotta contro il cancro. C’è una vicinanza reale tra loro: soprattutto nei momenti più difficili chi li manda avanti e li fa tenere duro sono il coraggio, la testa, il cuore”.

La campagna di raccolta fondi vede in prima fila l’Atala di Monza, come main sponsor, leader nel mercato delle due ruote, a cui si affiancano Acquaworld, Beta Utensili, Bts, Com-tech, Effebiquattro, Elekta, Esaote, Gruppo Autotorino, Ina Assitalia agenzia generale di Bergamo, Iperal, Malvestiti, Mottolino, Parigi e Tagliabue. Inoltre è prevista la possibilità di sostenere il progetto scientifico attraverso l’acquisto simbolico dei chilometri percorsi dalle atlete: un chilometro ha il costo di un euro. Il concept della raccolta fondi, infatti, è identico: “Quanto sei disposto a correre per la salute delle donne?”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.