BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ragazzi della Bassa pro Emilia: aiuti fai da te e qualche problema

L’iniziativa di un gruppo di ragazzi che si sono recati nelle zone colpite dal sisma per consegnare il materiale ottenuto da una raccolta promossa in alcuni paesi. Riscontrando sul posto anche qualche assurdità, come un chilo di pane venduto a 10 euro.

Sono partiti in una decina, con quattro pulmini, per portare un grosso carico di aiuti alle vittime del terremoto in Emilia Romagna. L’iniziativa è stata ideata e realizzata da un gruppo di ragazzi della Bassa, la maggior parte di Romano di Lombardia, che nei giorni scorsi si sono recati nelle zone colpite dal sisma per consegnare il materiale ottenuto da una raccolta promossa da loro stessi in alcuni paesi bergamaschi.

E alla fine sono riusciti a consegnare ben 13 bancali di materiale di ogni tipo, dai generi di prima necessità come gli alimenti, alle attrezzature da campo come le tende. Gli aiuti sono arrivati in particolare nei paesi di San Prospero modenese e di Bondanello, due località particolarmente colpite dalle scosse dei giorni scorsi. I volontari bergamaschi hanno ricevuto anche un attestato dalle amministrazioni locali, come riconoscimento per il loro nobile gesto.

Ma non sono mancato alcuni problemi, a livello organizzativo, e alcune situazioni poco piacevoli riscontrate sul posto. Come la burocrazia, con controlli troppo rigidi che rallentano e di molto qualsiasi operazione possa essere d’aiuto agli abitanti del posto. O come diversi abitanti costretti loro malgrado a vigilare le proprie case colpite, restando ovviamente all’esterno, per evitare episodi di sciacallaggio. O, peggio ancora, chi si approfitta del momento di difficoltà: come un panettiere che vende un chilo di pane a 10 euro o un bar che ne chiede 15 per una piadina con una bibita.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.