BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Ma che ne sa di Bergamo il manager della tv che non l’ha mai vissuta?”

L'attore e comico bergamasco Pietro Ghislandi scrive a Bergamonews alcune considerazioni su Giorgio Gori, già manager televisivo, ora impegnato in campo politico.

Più informazioni su

L’attore e comico bergamasco Pietro Ghislandi scrive a Bergamonews alcune considerazioni su Giorgio Gori, già manager televisivo, ora impegnato in campo politico.

 

"Carissimi amici giornalisti di BergamoNews,

perché continuate a scrivere vagonate di articoli di elogio su Giorgio Gori che si mette in politica e vuole fare il sindaco di Bergamo? Cosa può conoscere della realtà sociale di una città un famoso manager televisivo che è stato sempre lontano da Bergamo per lavoro?
Ho letto in questi giorni in un Vostro articolo la definizione di Gori come l’"enfant prodige della televisione berlusconiana degli anni Ottanta".
Renzi, sindaco di Firenze, ha addirittura detto di Gori: “Se c’è uno che ha scelto di lasciare il proprio, riuscito, impegno professionale per mettersi in gioco nella cosa pubblica vuol dire che questo Paese ha delle chance, ha la possibilità di promuovere quella rivoluzione della bellezza di cui ha grande bisogno".

Ma quale rivoluzione della bellezza può fare un manager televisivo che ha inventato i “Programmi-pattumiera” della tivù italiana? (Per esempio “Grande fratello”: festival delle parolacce e delle donne-oggetto!!!) Mi viene da pensare che, forse, grazie alle sue geniali invenzioni televisive da enfant prodige, la televisione di oggi è davvero diseducativa ed inguardabile.

Penso che il nostro “enfant prodige” orobico, con le sue invenzioni, abbia soltanto arrecato danno alla televisione e quindi alla società italiana che è tanto fallimentare. Grazie per la Vostra cortese attenzione.

Un cordiale saluto".

Pietro Ghislandi

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Sig. Marchetti

    Continuo a rimpiangere Bruni e la Carnevali. Sarà una mia impressione, ma l’immobilismo di questa destra porterà Gori o chiunque del centrosinistra a vincere le prossime elezioni. Checchenedica Ghislandi o quale alfiere del fascio in cerca di pubblicità (e lavoro!).

  2. Scritto da dimitri

    buongiorno, anch’io condivido il pensiero di Pietro Ghislandi, nessuno mette in dubbio le sue capacità di produttore etc…ma giustamente fare politica è un’altra cosa…se poi come consigliere ha dalla sua parte la sen.Gallone….allora è il caso di prendere in considerazione un cambio di residenza. via da bergamo! salviamoci

  3. Scritto da anonimus

    non si puo’ aspirare ad una carica come il sindaco (fosse anche di un paese di 1000 anime) senza un apprendistato da consigliere, assessore o quant’altro.
    nessuno nasce imparato e lo stesso Gori per diventare un manager e produttore televisivo di successo ,di polvere ne ha masticata, salvo poi inquinare i pozzi importando format demenziali(ma questo è un altro discorso)
    Credo che la breve militanza in un gruppuscolo liceale denominato Azione e Liberta’ risalente agli anni 1975-1979 , non costituisca background sufficiente per ambizioni politiche , seppur lecite. abbiamo gia’ subito troppe “discese in campo” di audaci condottieri passati disinvoltamente alla politica ; ça suffit.

  4. Scritto da Nicola

    Condivido al 100%! Ma chi è questo Gori? Che cosa ha mai fatto per Bergamo? Non lo voterò mai!

  5. Scritto da Rinaldo

    Condivido in pieno. Canale 5 e Italia 1 hanno enormemente contribuito a deviare i nostri giovani da piu’ di 20 anni. Firmato un 52nne.

  6. Scritto da Peter Anderson

    Vorrei spezzare una lancia in favore di Giorgio Gori. Il fatto che sia sceso in politica non implica che sarà per forza una persona spregevole e che farà cose pessime. Direi di lasciarlo candidare, governare e giudicarlo per il suo operato poi. Processare qualcuno ancor prima che abbia iniziato non è giusto.

  7. Scritto da oscar

    ha fornito pane agli affamati, no? programmi idonei a teste idonee, questa è realtà, non colpa di chissà cosa, se la richiesta è bassa qualità, così sia: panem et circenses

  8. Scritto da giada

    Ha il diritto di presentarsi , per l’amore di dio, ma la gente non ha più il prosciutto rayban.

  9. Scritto da Bergamasco doc

    D’accordissimo. Dopo aver inondato l’Italia di spazzatura televisiva e aver rovinato il gusto di mimlioni di persone con il famoso Canale 5 ecco che sbarca in politica. Con la stessa impostazione? Robaccia cha fa audience? No, grazie. Ripeto: no, grazie davvero. Abbiamo gia’ dato…

  10. Scritto da kaci

    Perché non giudicarlo sulle sue proposte politiche? la razza non é un programma, almeno pensavo!

  11. Scritto da Mario

    Se Gori ha fatto programmi televisivi “pattumiera” significa che, ha si indovinato il gusto degli italiani, ma è anche uno che di bellezza, cultura ed intelligenza non ne ha fatto una bandiera ma ha svenduto la propria intelligenza per fare i bei soldoni che ha fatto (alle spalle degli italiani ignoranti). Ovviamente può fare politica, mi sorprende che una persona intelligente come Bruni lo accolga a braccia aperte. Per la mia modesta opera civica NON voterò mai il partito che ospita Gori.

  12. Scritto da ANONIMUS

    PREMESSO CHE LA MAGGIO PARTE DEI BERGAMASCHI IGNORA CHI SIA GORI (GORI CHI? CECCHI GORI?) DA BUON STRATEGA HA COMINCIATO AD APPARIRE SU GIORNALI , MEDIA VARI , GIUSTO PER SOLLECITARE L’ATTENZIONE(PARLATE, SPARLATE, L’IMPORTANTE E ‘ APPARIRE ).
    RENZI E’ UN BUON VIATICO MA, PARODIANDO IL DOLCE STIL NOVO DEL ROTTAMATORE, ” VORREI CHE GORI, RENZI E TUTTA LA COMPAGINE RADICAL CHIC CHE LI SOSTIENE FOSSERO PRESI PER INCANTAMENTO E TRASFERITI SULL’ISOLA DEI FAMOSI ED IVI RESTASSERO SINE DIE .

  13. Scritto da mitiar1

    mi pare che qua si faccia un po’ di confusione: Gori (che a me non piace, ma che era di sinistra prima che la nave affondasse diversamente da quanto sostiene qualcuno) ha proposto in TV quello che la gente voleva vedere e, effettivamente ha guardato. è inutile dare alla TV colpe che non ha. se vogliamo cartoni animati, non guardiamo programmi di cucina. se vogliamo (la maggior parte vuole) il Grande Fratello, non guardiamo programmi di cultura. di conseguenza ci sintonizziamo sui canali che vogliamo vedere… e se Gori per hanni ha azzeccato i gusti della gente, non credo che il mostro sia lui… :) assumiamoci le nostre responsabilità ogni tanto.

    1. Scritto da piero

      …prima cosa anni senza l’h, poi io posso decidere cosa vedere ma tra i ragazzi che non vede il grabde fratello o l’isola dei famosi lo considerano sfigato e sa benissimo quella televisione cosa trasferisce.!!!!!!!!!!!!! Non è la gente che ha chiesto questo ma solo la speculazione mediatica dove atti osceni e parolacce la fanno da padroni.

  14. Scritto da Il Conte

    premetto di non sostenere nè Renzi nè il PD però ben vengano amministratori locali che abbiano vissuto in altre città!
    La carenza di conoscenza del territorio può essere sempre compensata da consiglieri locali e, inoltre, è una ulteriore garanzia sull’assenza di interessi locali dell’amministratore.

  15. Scritto da NINO CASSOTTI

    DA NINO CASSOTTI. IL SIGNOR GHISLANDI E’ MALE INFORMATO PERCHE’ GIORGIO GORI HA LAVORATO ANCHE A BERGAMO. ERA INFATTI MIO COLLEGA A BERGAMO OGGI SIN DAL LONTANO 1983.
    VAI GIORGIO E FREGATENE DI TUTTII CORVI!!!!!!

    1. Scritto da piero

      il sig, ghislandi sarà male informato ma Lei certamente non si ricorda che il Sig. Gori ha fatto quello che si dice praticantato presso i giornali locali solo per 1 anno per poi sparire alle reti mediaset e gruppo. Quindi lei lo considera lavoro effettuato. bene.

  16. Scritto da gs

    Leggendo Ghislandi, mi sembra proprio che i “provinciali” bergamaschi siano sempre alla ricerca di “uno non di loro” cui affidarsi perchè, diffidenti come sono, preferiscono uno che non si sa chi sia(magari questo sig.G, professionista nel suo campo, anche per lui qualche problemino ce l’ha trovato pure lui di questi tempi)….

  17. Scritto da Eugenio

    Ma possibile che se uno è centrista e guarda verso sinistra e non è stato comunista non vada mai bene nel pd? Ghislandi, che da non so quale pulpito di notorietà manda la sua lettera ad un giornale per farsi pubblicità… ma non è spazzatura anche questa? L’avesse detto di persona intervenendo all’incontro fatto con Renzi, davanti a tutti e de visu l’avrei capito. Ma così mi mette tristezza. E quella sensazione che resta sempre… cioè che non si voglia del pd chi non è comunista o con tale passato. Ma come si può pensare di andare avanti con questa testa anche oggi? E ricordo che questo è ancora, e sarà probabilmente a lungo, il tallone d’Achille dei Grillini (che per tanti E’ la sinistra)

    1. Scritto da mario2

      infatti,basta che guardi a dx e tutto andra’ bene un centrista che guarda a sx non e’ un centrista ,ma un cattocomunista.

  18. Scritto da Margherito Hack

    La discussione mi pare un filo forzata: Ghislandi ha la sua opinione e ha tutto il diritto di manifestarla. Se è un comico, piuttosto che un astrofisico cosa cambia? Allo stesso modo, Gori ha tutto il diritto di fare quel che gli pare: candidarsi, scandidarsi o restare al balcone. Che abbia lavorato per Mediaset conta zero: chiunque, al suo posto, avrebbe fatto lo stesso. Se ne avesse avuto, beninteso, le capacità. Ci sono due anni: in questo lasso di tempo vedremo cosa proporrà Gori per Bergamo e cosa proporrà Ghislandi. Alla fine, il popolo sovrano deciderà. In attesa di premi nobel con grande esperienza politica e pedigree adeguato, mi pare che Gori sia più che presentabile…

  19. Scritto da Un passante

    Premesso che Giorgio Gori potrebbe essere un eccellente sindaco, come altre e altri del resto,
    le elezioni saranno nel 2014, per cui se il sig Ghislandi
    volesse avanzare la sua o contribuire con proposte positive al bene comune della nostra città, ne ha tutti i modi e i tempi già da ora.

    Dato che sembra vantare superiori conoscenze del nostro territorio, anche se abbiamo già oggi un capace assessore alla Cultura,
    per esempio potrebbe contribuire con qualche proposta alla valorizzazione culturale e del progetto Capitale della Cultura.

    (vedere la corsa a prendere le distanze dalla “nave naufragata”, chi in modo felpato, chi addirittura prendendosela con Gori, più che comico mette tristezza)

  20. Scritto da voltaire

    la preclusione, poichè di questo si tratta, nei confronti dell’eventuale candidatura Gori non la condivido e neppure la comprendo.
    Anzi,se guardo alla situazione attuale della città probabilmente mi augurerei un radicale cambiamento.
    Gori proprio perchè non ha origini politiche potrebbe essere il nuovo da provare,il fatto che viva in città ne testimonia l’interesse e ne sostiene la proposta.
    Giudicare cosa abbia fatto sin ora non credo competa a Ghislandi
    ma a chi lo dovrà valutare .

  21. Scritto da franzetto

    Sinceramente mia aveva stupito il fatto che Gori si potesse presentare in politica fra le file del Pd. (Mahh!! strano vero??) Forse lo sfogo di Ghislandi non è proprio fuori luogo e varrebbe la pena di tenerlo in considerazione e valutarlo attentamente ed obiettivamente.

  22. Scritto da carlo

    dai Ghislandi .. teela fo !!

  23. Scritto da Peter Anderson

    Vorrei spezzare una lancia a favore di Giorgio Gori. Il fatto che abbia lavorato per Mediaset non implica che non voglia ora proporre qualcosa di nuovo sul fronte della politica italiana. E ha sempre vissuto a Bergamo se non erro. Inoltre, vorrei chiedere che non si usi sempre questo tono di astio e polemica a tutti i costi. Lasciamolo lavorare e giudichiamolo sui risultati. No?

    1. Scritto da piero

      ….sì , anche tutti gli attuali politici li abbiamo lasciati lavorare e vedi in che situazione ci troviamo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      abbiamo bisogno di leggi nuove e severe come del resto avviene in tutto il mondo e poi gli stipendi dei politici attirano gente non competente. basta a questo sperpero.

    2. Scritto da l@ss@ f@? m@v@!

      Scusate, ma questa frase la diceva anche Iva Zanicchi di Berlusconi, e vediamo in che situazione siamo arrivati. Di certo non è tutta colpa sua, ma il fatto di gestire gli affari dello stato così come è stato fatto, il fatto addirittura di negarla, la crisi, di certo non ha aiutato. Non si può lasciar provare tutti e poi giudicare; meglio giudicare prima, a fondo, sulla base di programmi, e scegliere bene. O dovremo mangiare le suole delle scarpe, invece di tirarle alla classe dirigente.

  24. Scritto da "Non col vento"

    Questi comici debordano.

  25. Scritto da giorgio

    Per carità chiunque ha il diritto di farsi avanti, e chiedere il voto per fare il sindaco di Bergamo. Il problema è un’altro, qualsiasi cosa faccia o dica Gori è amplificato dai max media come se fosse una notizia. Allora la democrazia così detta mediatica deve valere per qualsiasi individuo. Gori, come persona che si occupa di politica, è un emerito sconosciuto, non può abusare della sua immagine televisiva per fare notizia politica. Non vorrei che si usino gli attori come figurine della politica. Non ne abbia a male Gori, ma questo è stato il metodo Berlusconi, oppure il metodo Grillo. Penso che se veramente Gori volesse darsi alla politica, dovrebbe rinunciare ai suoi privilegi mediatici.

  26. Scritto da Giovanni L.

    Grazie all’illustre pensiero del comico Pietro Ghislandi. Adesso sì che ho dipanato i dubbi in vista delle prossime elezioni. Tentorio e il lavoro encomiabile della sua giunta avranno tutto il mio sostegno. Bergamo non è mai stata così bella. Si vede che la giunta conosce “benissimo” la città. Ah…. Ghislandi è un comico. Allora voleva farci ridere… adesso capisco meglio…. mi stava prendendo per i fondelli…..

  27. Scritto da Claudio

    Mi sembra un dibattito insulso. E non fatemi diventare un filo-Gori. Semplicemente dovrebbe essere la cosa più naturale del mondo che chiunque (e ripeto: chiunque) si ritenga in grado di fare il sindaco di una città, si faccia avanti pubblicamente e si candidi. Prima alle primarie, che dovrebbero essere obbligatorie, poi, se le vince, e quindi ci sono alcune migliaia di persone che credono alle sue capacità, alle elezioni. e se i cittadini lo votano, vuol dire che aveva ragione. Altrimenti ha fatto un buco.
    Non è meglio così piuttosto che un nome che salta fuori da accordi segreti e viene imposto ai cittadini?

  28. Scritto da grillo dove sei???

    e se ci fosse una bella gara Jannone Gori per l’elezione a sindaco?? Tutti di grande cultura e poca immagine… e tutti hanno lavorato bene per il grande capo…
    Grillo quando passi da Bergamo?? ti stiamo aspettando…

    1. Scritto da Alto Q

      Magari! Sarebbero due buone candidature.

  29. Scritto da José Luis

    Ghislandi chi?

    1. Scritto da Gori???

      Gori chi? Cecchi?

  30. Scritto da minag.

    Io non so neanche chi sia Ghislandi, ma so che Gori è sicuramente un volpone; è lui che dobbiamo ringraziare, insieme al suo capo, se la tv è diventata così inguardabile, dal grande fratello in poi…Ho avvisato Renzi in tutti i modi; l’alleanza con Gori, a Bergamo, non gli porterà voti. E uno che è stato capace di portarci tanto squallore che tipo di Italia avrà in mente? Attenti alle voooolpiiii….!!!

  31. Scritto da uago

    Dando un’occhiata su Wikipedia alla carriera del “comico” Ghislandi, direi che, tranne qualche eccezione, pure lui ha dato un bel contributo alla televisione “spazzatura” (o, come dice lui, pattumiera…). Ah, come è brutta l’invidia! Forse perchè non ha mai lavorato per Magnolia?

  32. Scritto da bergamotto

    Alla fine saranno gli elettori a decidere.

  33. Scritto da orestolo

    Bravo Pietro concordo …

  34. Scritto da dario flautista

    Bravissimo Pietro, che sa dirle e bene, certo questo non fa piacere ai servetti del pd che pur di arraffare poltrone sono pronti ad allearsi con un puttaniere come l’inventore del grande fratello. Quelli del pd chiamano tanto il topino che si fece portare in lettiga da quattro bei gattoni. Soldo chiama soldo, ormai il mercato televisivo è esaurito e il mister si rivolge al ricco mercato della politica.

  35. Scritto da comunicattivo

    Ghislandi ha avuto la forza del comico di dire quello che molti pensano ma nessuno osa dire: forse avrebbe potuto buttarla più in satira.
    Comunque la questione che propone è legittima: Gori risiede a Bergamo da anni e non si è mai esposto. Perchè lo fa solo ora?
    Poi riflettiamo: forse c’è qualcuno che è più rappresentativo del territorio di lui… O no?
    Io sono andato a sentire il tandem Gori-Renzi e francamente quando Gori parlava di cultura e sapere m’è venuta in mente l’Isola dei Famosi. La tv commerciale è dato anche qualcosa di positivo, anche a Ghislandi, ma non portiamo anche a Bergamo la politica commerciale.

  36. Scritto da Francesco

    Che stranezze! Un super foraggiato da Berlusconi che passa alla sinistra (il solito topo che abbandona la nave che affonda) con la benedizione de L’ECO DI BERGAMO che lo ha già santificato e che continua a proporlo alla venerazione di noi poveri lettori! Avere per sindaco l’ideatore del “Grande Fratello”, ovvero, del grande porcello, non è una prospettiva allegra. Francesco

  37. Scritto da MD

    Ma possibile che in questo paese non esiste comico che continui a fare(bene)il suo mestiere?ma allora che risponda lui..che ne sa di Gori?che ne sa lui di Bergamo?lui ha lavorato solo per programmi di qualità?(mi pare l’esatto contrario..) in un paese libero ognuno ha il diritto di poter partecipare alla vita pubblica,poi se al sig.Ghislandi non stà bene,andrà a votare qualcuno altro,altrimenti se ha il coraggio,la voglia,la capacità si candidi anche lui…

  38. Scritto da antonella

    Ma Ghislandi deve scrivere a BergamoNews per parlare di Gori? Ma non ha altro da fare? Vuole candidarsi? Si accomodi, vediamo se prende più voti di un manager della tv spazzatura… Attento! Perché rischia una figura colossale!

    1. Scritto da marco

      Credo che vi sia ancora libertà di pensiero, o no? E solitamente i media (giornali, tv, giornali on line come l’ottimo BergamoNews) permettono di evidenziare dei problemi e di aprire un confronto sul tema evidenziato. Non si può criticare senza dover per forza candidarsi? Suvvia, sig.ra Antonella, apra la mente…..

      1. Scritto da antonella

        Perché Ghislandi non si é presentato alla serata con Renzi e lo stesso Gori? Questo signore sta cercando solo pubblicità, trovo il suo intervento di cattivo gusto. Non mi pare che Gori sia un problema per Bergamo, mi chiedo -come dice lei- cosa evidenzia allora il giornale on line BergamoNews in questo frangente: solo la sparata piuttosto supponente e arrogante di un comico bergamasco che é risaputo essere di destra o estrema destra. Io la mente l’ho aperta, caro Marco. Lei é fermo ancora al confronto sul tema evidenziato? Quella sera il sig. Ghislandi poteva averlo dal vivo, il confronto. Ah no. Troppo difficile. Meglio una lettera a BergamoNews…

  39. Scritto da Vittorio

    Si candidi per la destra, Ghislandi. Vedrà che palpata che prende dopo Tentorio.

  40. Scritto da alberico

    che pena l’attore Ghislandi! per fare parlare di sé ormai deve solo scrivere contro qualcuno. Questo si chiama killeraggio!

  41. Scritto da enzo

    Premesso che il Sig Gori non mi è particolarmente simpatico, vorrei anche sapere cosa vuole la gente, perchè se una persona viene dalla politca è accusato che non ha mai lavorato, se viene dal mondo del lavoro cosa ne sà dell’alta politica.Se viene dal mondo della comunicazione ed ha avuto contratti miliardari come mai si mette politica? Propongo come Rappresentante per il popolo della sinistra a cui appartengo un un Robot dove assembleremo il meglio delle nostre speranze cosi FORSE faremo contenti tutti enzo

  42. Scritto da marino foletta

    se Ghislandi puo’ chiamarsi comico…. Gori può fare il politico (ed io l’astronauta, ma questa è un altra storia….)

  43. Scritto da kaci

    Fare politica e’ un diritto. Quella politica che gestivail senso di appartenenza ideologico non rassicura nessuno, sopratutto con la crisi attuale i parametri antropologici sono cambiati. Probabilmente non condividerò tanto delle idee del Sig Gori, ma il suo gesto e’ pedagogico, dice semplicemente che per occuparsi della politica non c’è bisogno di passare dai feudatari della polis…

  44. Scritto da orma

    se la “bellezza” rivoluzionaria che propone il sig. Gori è la stessa delle trasmissioni che hanno devastato definitivamente il cervello di milioni di italiani, siamo a posto..

  45. Scritto da suvvia

    Suvvia, state a guardare la pagliuzza nell’aia! Che ne sapeva la Minetti della Lombardia (visto che e’ di rimini e l’unico paese che poteva ben conoscere era Arcore) o la Gelmini di scuola (visto che per fare l’esame di stato e’ andata a Reggio Calabria) e l’elenco di chi non ne sa nulla sarebbe infinito (e comprenderebbe ogni partito) specie se consideriamo le nomine in enti e aziende pubbliche. Cosa volete che freghi a Gori di Bergamo (se non per racimolare voti) visto che “punta” in alto. Semmai se un appunto va fatto e’ mai fidarsi da chi fino a l’altroieri ha tenuto il “sacco” (lavorato) per il peggior Premier degli ultimi 150 anni!! O siamo di fronte a Gori novello San Francesco?

  46. Scritto da libero

    Ho finalmente uno che la dice chiara, e basta stupidaggini, la gente non arriva a fine mese. Gori che cosa ne sa? Nulla di nulla, sa solo di velone e veline stile Berlusconi, ma l’acqua passata non macina più…..

  47. Scritto da un cittadino

    Ghislandi ha perfettamente ragioen. Dice ciò che molti pensano ma non hanno il coraggio di dire. Certo è che se a sinistra se non ci fosse Gori ci sarebbero la Carnevali, Bruni, la Ghisalberti, Gandi ecc. A destra invece chi c’è?

    1. Scritto da dark

      condivido il giudizio su Ghislandi. Ma: 1. NON è vero che nessuno ha il coraggio di criticare Gori. Scusi lei dove vive? 2. Se le alternative della sinistra sono quelle da lei citate, allora…. Gori ha delle chances. Personalmente non me ne rallegro.

  48. Scritto da Walter

    Una lettura sempliciotta e grossolana. Se poi Gori, in passato, ha detto no ad apparizioni televisive del Ghislandi, questi sono affari suoi. Sta di fatto che un imprenditore televisivo di successo lascia la tv e si dedica alla politica. Lei, Ghislandi, lo farebbe? Al momento attuale mi pare che preferisca spendersi più negli spettacoli che nella sua Bergamo che, a quanto pare, conosce benissimo se parla così…

    1. Scritto da alberto

      Un imprenditore televisivo di successo? Miodddio… mi ricorda qualcuno… forse… o forse è stato solo un incubo. Qualcuno mi aiuti…

  49. Scritto da nino cortesi

    Diciamo che ha 40 denari che gli permettono di poter essere il più visibile e vincere. Ma nelle liste che la gente andrebbe a votare dove sono i migliori uomini se i partiti presentano solo tre fichi secchi? Serve un metodo molto più aperto e democratico ed allora sì che si vedrebbe la capacità o la stupidità di scelta da parte dei cittadini. Ghislandi comunque ha scritto due righe da cittadino ragionevole e consapevole dei rischi di una politica al borotalco.

  50. Scritto da fabiolino

    Sottoscrivo appieno. Dov’è Alessandro Frigeni, vicesegretario del PD e sostenitore di Gori-Renzi? Che risponde alle sacrosante parole di Ghislandi?

  51. Scritto da bruna

    Sono in parte d’accordo con quello che lei scrive tranne sul punto dei programmi spazzatura. Il Sig. Gori ( che non mi piace come persona) è un ottimo imprenditore e come tale per fare business si è dovuto adeguare alla richiesta dell’utenza.Un alternativa ci sarebbe comprare e libri.

    1. Scritto da piero

      quello dei libri sarebbe utile in primis alla persona e poi alla cultura, ma l’imprenditore Gori chi lo conosce? Provi solo qualche mese fa a sondare la gente su di lui? risposta :chi è? Ma allora se si è adeguato alla richiesta dell’utenza, non con questo ha fatto televisione o regie di interesse nazionale se non solo con programmi giudicati non educativi per i ns. ragazzi.

  52. Scritto da Libero

    Perfettamente d’accordo con Ghislandi. Senbra quasi che si trattatti dell’enesimo “esperimento” costruito in laboratorio (scusate…intendevo dire “salotto buono”!), distante anni luce dalla realtà della città e della sua gente. Bastava vedere chi sedeva in prima fila per comprendere tutto.

  53. Scritto da Piero

    Finalmente qualcuno che dice la verità , e’ forse non trovando piu’ lavoro dalla casa televisiva berlusconiana che si mette in politica? Oggi e’ troppo facile mettersi in politica e creare danni alla societa’, e se avesse avuto ancora contratti milionari , avrebbe lasciato l’enfant prodige il posto per candidarsi? Ho tanti dubbi.