BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I tifosi: “E’ andata bene, ma non so se farò ancora l’abbonamento”

L'incubo dell'Atalanta si chiude con due punti e 25mila euro di penalità, ma quello del calcio è solo all'inizio: "Rischiavamo molto di più, va bene così. Certi calciatori però sono vergognosi e non meritano più i nostri soldi"

Più informazioni su

Due punti e 25mila euro di ammenda: l’anno più travagliato della storia recente dell’Atalanta si chiude con una notizia tutto sommato positiva. La Procura Federale ha accolto la richiesta di patteggiamento avanzata dai legali nerazzurri, mettendo così la parola fine tra la bufera calcioscommesse e la Dea.

Una vicenda che ha tenuto con il fiato sospeso l’intera tifoseria atalantina, che dopo la grande impresa della salvezza ottenuta nell’ultima stagione partendo con una penalizzazione di sei punti, ora può guardare al futuro con maggiore ottimismo: “E’ andata bene, anzi molto bene –le reazioni di alcuni tifosi atalantini sulla nostra pagina di Facebook- rischiavamo un pesantissimo meno sette, invece in questo modo abbiamo limitato i danni. Finalmente l’incubo è finito. E poi d’ora in avanti saranno diverse le squadre coinvolte oltre alla Dea, quindi anche loro partiranno con delle penalità in classifica”.

Anche l’ex idolo del popolo nerazzurro, Cristiano Doni, grazie al patteggiamento è riuscito a cavarsela con soli due anni di squalifica. Un nome, il suo, che fa ancora male in tutta Bergamo: “Doni andava radiato e sbattuto in carcere, quello che ha combinato è stato troppo grave. A lui è andata di lusso”.

E poi c’è il mondo del calcio, sempre più malato e sempre meno amato dagli sportivi italiani: “Questo sport fa sempre più schifo –il laconico commento di un appassionato- i giocatori dovrebbero vergognarsi per quello che hanno combinato. Mi sto disinnamorando del pallone, tanto che ci penserò bene se fare o meno l’abbonamento allo stadio nella prossima stagione. I calciatori non meritano i nostri soldi”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giovanni

    Finalmente la gente forse comincera’ a guardare alle cose serie,non solo al calcio.Il calcio e’ un arma del capitalismo,un arma di distrazione di massa.

  2. Scritto da Angelo

    Caro calcio, guarda la mia manina: ti fa ciao ciao. Ta et stofat.

  3. Scritto da Enrico

    Abbonamento? No, grazie: c’è crisi, devo risparmiare, quindi il wrestling me lo guardo in tv.

  4. Scritto da simone

    BENE
    allo stadio SOLO TIFOSI VERI
    le banderuole a casa o nei centri commerciali a farsi freg…are
    pulizia PERFETTA anche in questo senso !!!
    FORZA ATALANTA
    FORZA PP e PPM
    FORZA I VERI TIFOSI
    SEMPRE PRESENTI, comunque ed ovunque per la MAGLIA
    ol rest al vansa
    …mettetelo stavolta, staff. grazie

    1. Scritto da Aladin

      I veri tifosi chi sarebbero?Gli ultras? Perchè a Genova (e la nostra Nord ha espresso solidarietà agli ultras del Genoa amici di Sculli…) e a Bari che cosa han fatto? Forza PPM? Sì ok son passati molti anni ma il nostro caro Marino si è beccato 3 anni di squalifica quand’era a Pescara per aver venduto una partita. Occhio a creare idoli,la lezione doni non è bastata?

      1. Scritto da Ol Claudì

        Il vero tifoso è quello che crede in un ideale superiore ai miliardi che girano nel calcio, superiore ai giocatori truffaldini che truccano e scommettono, superiore a tutte le magagne del mondo del pallone. Questo ideale si chiama ATALANTA. L’Ultras è solo la frangia più estrema dei tifosi di calcio. Il calcio non è malato sono le persone che ci lavorano ad esserlo.

    2. Scritto da ZIO BEPPE

      Lo stadio non è solo di quelli che si autodefiniscono TIFOSI VERI che difendono i propri colori e non si rendono conto che tutto uno show pilotato

      1. Scritto da paolo p

        on vuole venire allo stadio? libero di farlo.. come io di andarci e (in caso) buttare i miei soldi.. Oppure vuole dirmi come devo vivere?

      2. Scritto da simone

        ma nessuno ha MAI detto tali scemenze.
        Lo stadio è di tutti, come il cinema, il wrestling in Tv, i centri commerciali, i cimiteri….cosa vuol dire ???
        CHI vuole va, CHI non vuole fa altro !!!
        c’è la libertà per TUTTI ancora, o no, anche per TUTTI coloro che vogliono comunque andare….all’Atalanta !!!
        sò docà…sennò andate a scommettere dall’amico di Buffoncino-scemo+scemo….scherse nè.

    3. Scritto da gino

      Quello che è successo nel mondo del calcio non è espressione di sportività o di amore nei confronti della squadra o dei tifosi.
      Se realmente si ama il calcio, la Dea o qualsiasi altra squadra sarebbe buono che i tifosi si facciano meno presenti.
      Quando io vado allo stadio è perchè voglio vedere una partita vera non un tarocco.
      trovo che le partite all’oratorio siano più vere e più spettacolari!!!!!

      1. Scritto da simone

        rispettabile la tua scelta, come la MIA.
        Buon oratorio, dove dai genitori presentii ne senti di “belle” parole….verso avversari, arbitro e propri allenatori….
        degustibus
        SEMPRE presenti, per la MAGLIA

  5. Scritto da luca

    peccato che squadre tipo il grosseto invischiate in 8 partite ha preso solo 6 punti.. noi cn tre partite ne abbiamo presi 8 in due anni… non ho capito bene.
    L’anno prox si fa l’abbonamento.Per colpa di solo un giocatore stupido io non mi tiro indietro.

    1. Scritto da Mario

      Beato te che credi davvero che abbia fatto tutto un giocatore da solo e solamente una volta o due e, pensa un po’ che sfiga, l’hanno beccato pure subito, nonostante schede telefoniche prese apposta e qualche precedente un po’ strano…sveglia!!!!!

  6. Scritto da lamagraz

    Anche questa sentenza è una vergogna, la giustizia in Italia è pura vergogna ! non sono questi i segnali che un paese civile deve dare, così non si ” scoraggiano ” quelli intenzionati a delinquere e a trarre profitto sulle spalle altrui.

    1. Scritto da paolo p

      ripeto.. questa è la sentenza SPORTIVA poi per i vari giocatori coinvolti c’è un processo PENALE, dove i giocatori, scommettitori, faccendeieri o quant’altro pagheranno per quanto fatto fisicamente, mentre le società non colpevoli (in quanto la responsabilità oggettiva è un’obrobrio tutto legato al calcio) ripuliranno il pollaio e potranno sciogliere contratti (ai giocatori colpevoli) e chiedere eventuali rimborsi. La FIGC non può decidere per mandare gente in carcere!! Non è un tribunale di giustizia ordinaria!!