BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo Street Parade Il Comune: “Ecco le multe L’anno prossimo si dialoghi”

L’Amministrazione comunale di Bergamo annuncia che, in adempimento a quanto previsto dalle leggi e dai regolamenti e secondo le indicazioni prefettizie, ha applicato le sanzioni obbligatorie nei confronti degli organizzatori della “Street parade”.

Più informazioni su

L’Amministrazione comunale di Bergamo annuncia che, in adempimento a quanto previsto dalle leggi e dai regolamenti e secondo le indicazioni prefettizie, ha applicato le sanzioni obbligatorie nei confronti degli organizzatori della “Street parade”.

I verbali emessi sono imposti dal codice della strada (utilizzo improprio di autocarri), dalla legge regionale n.6 (vendita su area pubblica o in forma itinerante in assenza di autorizzazione), dal regolamento di polizia urbana (diffusione musica e schiamazzi), dal regolamento di occupazione suolo pubblico (occupazione senza autorizzazione), dal regolamento di pubblico spettacolo (mancanza di richiesta per lo svolgimento di attività temporanee che comportino l’impiego di impianti rumorosi) e testo unico dell’ambiente (gestione non autorizzata dei rifiuti).

Resta inoltre da quantificare l’importo dei danni subiti.

Il Comune di Bergamo auspica fortemente che nel caso gli organizzatori ritengano di ripetere l’evento anche il prossimo anno, si impegnino a dialogare per tempo con gli uffici comunali.

L’Amministrazione comunale offre ancora una volta la propria disponibilità per consentire l’espletamento di tutti gli adempimenti necessari e garantisce l’esame rapido di tutte le richieste di autorizzazione obbligatorie. Si tratta infatti di iniziative possibili, alla tassativa condizione che vengano svolte con le relative autorizzazioni e con modalità rispettose della collettività intera, degli individui e dei beni pubblici e privati. 

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Paolo

    Chi rompe paga! E gli organizzatori, che si sono dimostrati anche sprovveduti nel pensare di gestire come se niente fosse migliaia di persone, spero pagheranno in prima persona! È inutile adesso protestare su bgnews, avete fatto di testa vostra e adesso dovete assumervi le vostre responsabilità!

    1. Scritto da Carlo (residente in Viale Giulio Cesare)

      Che non usino due pesi e due misure come hanno evidentemente fatto per altri eventi. Lei lo sa cosa vuol dire abitare dietro allo stadio? Lei ha la vaga idea? Eppure io tollero anche questo fastidio, perché credo che tutti siano liberi. La fate facile a parlare, quando c’è gente che sulla propria pelle sperimenti “fastidi”. Siete degli ipocriti e ci fate passare per noiosi matusa. Ma tutti hanno dimenticato cosa vuol dire essere giovani? Ipocriti e smemorati!!

  2. Scritto da Marco

    Non lasciatevi trasportare dalla retorica.
    Gli organizzatori hanno chiesto i permessi alla questura e li hanno ricevuti.
    Nel loro intento la manifestazione è “politica”, ed è una bella cosa che ci si metta insieme per organizzare cose politiche dal basso.
    Al Comune, a Tentorio, a Minuti e a altri che hanno parlato, brucia tantissimo che ci siano persone che non vogliono passare per i consueti schemi politici vetusti, lobbizzati, magnamagna.
    Hanno inoltre nel mirino gli organizzatori della Street Parade, perché la Street Parade è critica nei confronti delle possibilità che Bergamo offre ai giovani (e quindi indirettamente è critica nei confronti di chi fa politica). Ai politici dà fastidio.

  3. Scritto da bgman

    Dialogo? Hanno proprio una bella faccia di bronzo, gli organizzatori hanno tentato di dialogare apertamente con questura e comune, ma solo i primi hanno risposto.
    Dalle parti di Tentorio non c’è mai stato un dialogo, hanno ignorato le richieste e 2 giorni prima dell’evento se ne sono usciti con quella sparata direttamente alla stampa, senza ancora rivolgersi agli organizzatori direttamente.
    A dir la verità queste multe saranno la prima comunicazione diretta che il comune si degna di dare a dei cittadini che avevano democratiamente chiesto dialogo già mesi fa.

  4. Scritto da tex

    già ci sono quelli dell’atalanta che godono di immunità, se anche questi adesso credono di fare altrettanto domani allora tutti al gay pride, dopodomani al vinoday, poi grappaday, poi polenta day…………

    1. Scritto da Raffo

      Ottima idea!!!

      1. Scritto da tex

        ok tu organizza il gaypride che parte dalla stazione e io un’altra ( di altro tipo ) che parte dalla funicolare e ci ritroviamo in porta nuova e ……………

  5. Scritto da Alex

    Mi auguro che gli stessi provvedimenti verranno presi nei confronti degli organizzatori delle partite casalinghe dell’Atalanta alla prossima retrocessione/derby con il Brescia/scontro con la celere, quando automobili, arredi urbani, strutture pubbliche e private saranno oggetto dell’ira dei “tifosi”..
    In sostanza in questa città nulla è autorizzato ma per l’Atalanta tutto è permesso!Alex

  6. Scritto da maria

    ridicoli un corno .perche se un ambulante vuol mettersi sulla strada pubblica devei fare domande e permessi , questi possono fare cio che vogliono?? se ci sono regole devono essere rispettate da tutti.. o loro perche sono tanti e maleducati possono fare cio che vogliono? e no è …basta prepotenti..e non voglio sentire ma sono giovani, ma i politici ma il papa, ma qui ma la ,ma niente!!!finiamola cominciamo a rispettare che è ora!!!

  7. Scritto da Roberto

    Mi sento in perfetto accordo con il comune. E spero che le multe siano salate. Soprattutto spero che si sappia a chi indirizzarle e si pretenda il pagamento! L’anarchia è la peggior condizione di vita.

    1. Scritto da Cristina

      Anarchia, signor Roberto, è non poter uscire di casa perché ci sono macchine parcheggiate OVUNQUE durante la partita. Anarchia, mio caro signor Roberto, è vedere ragazzini sfrecciare senza casco dopo le partite dell’Atalanta. Anarchia, mio carissimo signor Roberto, non significa: a me non va bene. E se pensa che siamo tutti dei ragazzini ignoranti, si sbaglia di grosso. Infine, non dovrebbero essere i “Grandi” a tendere una mano, invece di schiaffeggiare (come hanno fatto in precendenza ed originando nuovamente la manifestazione) le nostre manine tese? Prima di puntare il suo bel ditino, s’informi, perché è l’ignoranza il male peggiore.

    2. Scritto da Cristina

      Se l’anarchia (dal greco alfa privativo + arché -principio) significa fare una manifestazione politica per esprimere un’opinione (nei modi consentiti dalla costituzione e con le autorizzzazioni), allora io purtroppo ho perso 10 anni di studio tra liceo classico e laurea in giurisprudenza: pensavo di essere più ferrata. Inoltre se dialogare con una persona significa tirarle delle mazzate sul coppino, allora temo di non avere inteso correttamente il senso di “dialogo”. Infine, allora io PRETENDO che ogni occasione di festa/manifestazione sia mazzuolata con questa. Va bene la severità, ma non va affatto bene il “due pesi e due misure” o il chiudere un occhio (se non due) per qualcuno.

  8. Scritto da residente

    perchè ci sarà anche l’anno prossimo?

    1. Scritto da residente pure io (Carlo)

      Spero di sì: i ragazzi hanno bisogno di queste cose! A me, che abito in Viale Giulio Cesare, ha fatto piacere vedere la loro allegra protesta! Ben vengano questi eventi! Provi a ricordare come era lei a vent’anni e la smettano tutti quei bacchettoni noiosi! Poi ci dicono che siamo vecchi… ma il peggio è che troppi sono vecchi dentro! Carlo

  9. Scritto da DB

    fabio: per qual motivo “ridicoli”, di grazia?

  10. Scritto da fabio

    Ridicoli, secondo me non ci crede nemmeno il comune in queste multe…