BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Paganoni si batte per gli orti poi però se la prende coi piselli”

Il consigliere comunale di Bergamo Francesco Benigni risponde al collega Simone Paganoni che aveva ironizzato sulla trasferta istituzionale alla Sagra dei bisi di Colognola ai Colli.

Più informazioni su

Il consigliere comunale di Bergamo Francesco Benigni risponde al collega Simone Paganoni che aveva ironizzato sulla trasferta istituzionale alla Sagra dei bisi di Colognola ai Colli di Verona.

 

Egregio Direttore,

nel doveroso rispetto che i cittadini hanno di essere correttamente informati, intendo con la presente replicare a quanto affermato e insinuato dal consigliere comunale Paganoni della lista Bruni nella sua “pungente nota” inviata nei giorni scorsi alla stampa locale in merito alla mia partecipazione alla 56^ “Sagra dei Bisi” di Colognola ai Colli di Verona, in rappresentanza dell’Amm.ne comunale di Bergamo.

Il consigliere si chiede, meravigliato, quale legame abbia il sottoscritto con Colognola ai Colli di Verona, e successivamente, facendo della facile ed istrionica ironia, si chiede se io sia andato con auto blu o, vista la natura vegetale della missione, con una zucca trasformata in carrozza; si chiede, inoltre, quanti piselli mi sia portato a casa e quanto sia costata al Comune la mia “lunga” trasferta.

A beneficio di quanti hanno letto i pensieri in libertà del consigliere Paganoni, amplificati dal risalto dato dalla stampa (era poi quello che il consigliere voleva), e che di conseguenza si sono fatti un’idea negativa – e come dar loro torto? – sulla decisione della Giunta di rispondere positivamente ad un invito ufficiale fatto dal Sindaco di Colognola ai Colli, mi corre l’obbligo fare le precisazioni qui di seguito riportate.

In merito a cosa abbia io a che fare con Colognola ai Colli, un piccolo dubbio Paganoni poteva pure farselo venire, visto che il sottoscritto risiede nel quartiere di Colognola del Piano: con una semplice telefonata avrebbe appreso che circa 30 anni or sono, su lodevole iniziativa dell’infaticabile coordinatore del sodalizio “Amici di Colognola”, sig. Agostino Cardinali, è nato, sull’esile filo etimologico dei toponimi simili, uno stretto legame di amicizia tra il nostro quartiere, comune autonomo fino al 1927, e la località veronese di Colognola ai Colli, un rapporto di amicizia in breve suggellato, 28 anni fa, da un gemellaggio.

Tale gemellaggio è stato condiviso e patrocinato dalla Circoscrizione 7 (allora era la 8) di cui ero presidente, e in tale veste ho partecipato (sempre senza alcun onere per la collettività) non solo alla cerimonia del gemellaggio ma a molte delle manifestazioni comuni che si sono tenute nelle due comunità negli ultimi 28 anni, durante i quali ho sempre rivestito un ruolo istituzionale.

Dalla data del gemellaggio tra le due comunità non si è mai interrotto il rapporto di amicizia che è andato, anzi, rafforzandosi di anno in anno con iniziative culturali, sociali, di solidarietà nei confronti di comunità colpite da particolari tragedie, e di aiuto per i nostri missionari. Il Comune di Colognola ai Colli, per suggellare questo vincolo di amicizia, ha dedicato alla nostra città un’intera lottizzazione, dando ad essa il toponimo di “VILLAGGIO BERGAMO”, e dando alle vie interne il nome di vie presenti nel nostro quartiere (Azzanella, Costantina…).

Il Comune di Bergamo solo di recente ha potuto rispondere a questo significativo gesto di amicizia, deliberando di dedicare a Colognola ai Colli una via ed il giardino di recente realizzati nella lottizzazione su area ex Vivai Franchi di via S. Bernardino, nel quartiere di Colognola: la cerimonia ufficiale di dedica dovrebbe tenersi il mese prossimo, collaudi permettendo.

Quanto alla “Sagra dei Bisi”, essa è un evento molto importante per la Comunità di Colognola ai Colli perché è l’occasione per valorizzare il suo ameno e fertile territorio che vede nei suoi famosi piselli il prodotto più caratteristico, unitamente ai vini dei suoi vigneti (Soave e Valpolicella) e all’olio d’oliva.

Durante la sagra (presenti più di 400 persone, con rappresentanza dei principali operatori veneti del settore, nonché di numerosi rappresentanti delle pubbliche istituzioni venete), il Sindaco di Colognola ai Colli ha fatto pubblica menzione della presenza della delegazione bergamasca e ringraziato la nostra amministrazione comunale per la dedica della via.

E’ una sagra cui il sottoscritto, sempre in veste istituzionale, ha più volte partecipato unitamente al sig. Agostino Cardinali, promotore del gemellaggio. Negli ultimi tre anni vi ho partecipato su delega del Sindaco e della Giunta (perché il collega consigliere si è accorto solo ora?) e, naturalmente, non ho utilizzato né l’auto blu, né l’autista, né ho preteso che si trasformasse una zucca in carrozza, e non mi sono portato a casa neppure un etto di piselli: il tutto senza chiedere alcun rimborso spese per la missione, pur avendo utilizzato l’auto personale.

Per quanto sopra valuti il cittadino quanto superficiale e ingenerosa sia stata l’uscita “giornalistica” del consigliere Paginoni che, in modo strumentale, per tornaconto di bottega, ha inteso ridicolizzare un atto della giunta comunale e un collega, confidando sulla certa amplificazione mediatica della sua “notizia” e, soprattutto, sul fatto che il lettore, non potendo contestualmente conoscere la realtà dei fatti, sarebbe stato indotto all’indignazione di fronte a quella che veniva descritta come l’ennesima nefandezza della pubblica amministrazione.

Certo che da un consigliere che si era battuto fino allo spasimo per salvare dalla distruzione le ortaglie di via S. Tommaso era lecito aspettarsi una maggiore sensibilità verso i piselli.

Francesco Benigni

Consigliere comunale PDL

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giovanni

    Un’opposizione senza argomenti ed idee non può che attacarsi a queste frivolerie…che bassezza, così resteranno all’opposizione per decenni…ciao

    1. Scritto da per la precisione

      Pazzesco, come rivoltare la frittata da parte di un destroso…. La Giunta si occupa di frivolezze, l’opposizione lo fa notare e la colpa è dell’opposzione ? Ma qui siamo diventati tutti matti….

  2. Scritto da simona

    La sagra dei piselli mi piace. Anche gli orti di San Tommaso. Partecipare alla vita civile della propria città non è soltanto prendersela rabbiosamente con qualcosa o qualcuno, portare il cilicio e lamentarsi.

  3. Scritto da lamagraz

    Al consigliere Paganoni purtroppo, spesso forzano la mano….

  4. Scritto da candido

    ennesima figuraccia del Paganoni, che da X anni non trova di meglio che sparare contro cartacce per terra, presunti sprechi e finti scoop.. peccato che la foga di uscire sui giornali spesso gli impedisca di approfondire le notizie!

    1. Scritto da simone paganoni

      Approfondire cosa ? Mi scusi…C’è stata la sagra dei piselli ? SI.
      Era in un’altra regione d’Italia rispetto a Bergamo ? SI. La giunta ha discusso e votato di mandare un proprio rappresentante ? SI. Ci è andato il consigliere Benigni ? SI. Quindi la mia “notizia” era VERA. Poi che a lei vada bene che si perda tempo per questo e non per altro sono opinioni. A me è sembrato e sembra ridicolo che una giunta si occupi di questo e l’ho scritto.

      1. Scritto da candido

        a me sembra ridicolo che un consigliere comunale (Lei) perda tempo per questo. Anche Lei viene pagato con soldi pubblici, come il consigliere Benigni e i membri della giunta. E sta passando la giornata su bergamonews a rispondere ai commenti, così come Benigni ha passato la giornata alla sagra.
        Le domande (retoriche) sui costi (inesistenti) della missione poteva farle agli uffici del Comune, anzichè porle sulla stampa, no? O non voleva perder tempo?

        1. Scritto da simone paganoni

          Io quando scrivo su Bg News non vengo pagato con i soldi dei cittadini. Quando gli assessori si riuniscono in Giunta (con la presenza di un segretario comunale e di un funzionario entrambi pagati) per discutere di “piselli” vengono pagati con i soldi dei cittadini. Questa è la differenza, mi stupisco che non la capisca…

          1. Scritto da candido

            Ah..quindi è stata convocata un’apposita giunta per discutere solo di “piselli”? Questo si che è uno scoop!
            oppure era una giunta con altri argomenti e si sono dedicati due minuti anche a questo tema?
            nel secondo caso: gli assessori(e il segretario comunale e il funzionario) vengono pagati a minuti?

          2. Scritto da @rrampicat@

            Sento rumore di arrampicata sui vetri!

      2. Scritto da paolo p

        la notizia era vera ma.. è una NN NOTIZIA, diciamo ha strumentalizzato e giocato un pò sull’evento

  5. Scritto da Un passante

    Quanto ci è costato il consigliere Benigni negli ultimi 36 mesi?

    Qualcuno può rispondere?

    1. Scritto da simone paganoni

      Non è vero. Per prima cosa Benigni quando era in circoscrizione (oltre 20 anni) prendeva come presidente una media di 1000 Euro al mese. Io, in circoscrizione, prendevo 25 eure ! E già solo per questo Benigni è costato 240.000 Euro contro i miei 3000 !
      Secondo, io non ho mai preso un rimborso spese in 13 anni di consiglio comunale. Benigni non avrà preso nulla per la sagra dei piselli ma siccome va in giro molto spesso (su mandato della giunta) ha preso diversi rimborsi. Giorni addietro ho chiesto il conto di quanto è stato dato ai vari consiglieri …Aspetto ancora la risposta dalla segreteria del Sindaco…Scommetto che ne vedremo delle belle. Quindi NO, non siamo costati la stessa cifra !

      1. Scritto da ct

        la domanda riguardava “gli ultimi 36 mesi”…
        se per rispondere Paganoni deve tirar fuori gli ultimi vent’anni si commenta da sè…

        se si paragonano incarichi diversi, certo che uno costa di più dell’altro, che ragionamento è? ora che siete entrambi Consiglieri, immagino che ci costerete più o meno la stessa cifra, sbaglio?

        1. Scritto da per la precisione

          La domanda riguardava gli ultimi 36 mesi perchè faceva comodo…Ad ogni modo nella risposta Paganoni scrive di quando Benigni era presidente ma anche di oggi che è consigliere…legga tutta la risposta di Pagaonni prima di parlare a vanvera..

          1. Scritto da ct

            appunto: dice che ora che è consigliere di maggioranza prende dei rimborsi per le trasferte. il consigliere di maggioranza ha un ruolo diverso da quello di minoranza.
            probabilmente Paganoni prenderà alcuni gettoni in più di Benigni per le maggiori presenze ai consigli..mi sembra normale e lecito: si tratta in entrambi i casi di attività istituzionali

    2. Scritto da ct

      esattamente tanto quanto il consigliere Paganoni, visto che il gettone è uguale per tutti..non crede?

      1. Scritto da dariro

        ..sbaglierò, ma non ha solo il ruolo di consigliere…e non gratis

      2. Scritto da Un passante

        va beh, quanto ci sono costati?

        (spero sia un dato che può essere reso pubblico con un po’ di precisione, oppure c’è qualcosa da nascondere? che risposta è la sua sig. ct?)

  6. Scritto da Alberto

    Come ormai (brutta ) abitudine si strumentalizza un tragico evento per scopi “ideologici” o personali. Se corrisponde alla varità il fatto che il signor Benigni sia andato senza spese per la comunità a rappresentare Bergamo ad una sagra, non vedo risvolti scandalistici. Un sommesso consiglio al consigliere Paganoni: vada a vedere che fine ha fatto il “Giardino Comunale di via Rovelli” lasciato semi abbandonato da anni e patrimonio verde della zona sempre sbarrato. Una volta c’erano orti e ortolani che mantenevano in ordine anche la parte comune. Chieda all’Assessore di allora ( suo collega ) perchè sono spariti. Ma forse anche i piselli bergamaschi davano fastidio !

  7. Scritto da Sabrina

    Paganoni, il solito smemorato. sugli orti di san tomaso io ricordo che perfino Bruni (ovvero quello che ha dato la possibilitá a Paganoni di candidarsi visto che il Pd non lo voleva più) ha votato come il Pdl e la Lega. Paganoni, guarda che i piselli fanno bene alla memoria….

    1. Scritto da simone paganoni

      Sabrina si informi meglio…Io nel PD (per mia scelta) non ci sono mai entrato. Appena si è formato il gruppo PD in consiglio comunale, con l’accorpamento dei gruppi Margherita e DS (di cui facevo parte) NON ho volontariamente aderito e sono entrato nella Lista Bruni nella quale (due anni dopo) mi sono candidato. NON ho chiesto (e mai chiederò) al PD di candidarmi….Cara Sabrina non so chi Lei sia, ma mi sembra molto molto disinformata

  8. Scritto da ecco quale è il vero problema

    “… negli ultimi 28 anni, durante i quali ho sempre rivestito un ruolo istituzionale.”
    senza parole.

  9. Scritto da ex PDL

    Caro signor Benigni un conto sono le iniziative culturali, sociali, di solidarietà nei confronti di comunità colpite da particolari tragedie, e di aiuto per i nostri missionari, ma l’idea che il Sindaco e gli assessori abbiano perso tempo per decidere se e chi mandare ad una sagra di piselli è fuori dal mondo ! Con la crisi che c’è questo è l’argomento su cui il PDL lavora ? Complimentoni….

  10. Scritto da oscar

    tipico dei sinistronzi…inventare accuse sugli avversari, stalin e beria insegnano

    1. Scritto da indignato

      “Inventare accuse sugli avversari” ? Ma lei legge gli articoli? E se li legge, li capisce ? Benigni nelle sua lunga e penosa risposta conferma tutto quanto scritto da Paganoni (la giunta ha votato di mandare un rappresentate istituzionale ad una sagra di piselli in provincia di Verona e ci ha mandato il consigliere Benigni). Non solo Benigni aggiunge che ci va da 3 anni ! E non si vergogna ? Vada piuttosto ad aiutare i terremotati o gli alluvionati anzichè a mangiare piselli pagato con i soldi dei cittadini (perchè un consigliere è pagato…)

  11. Scritto da Arcangelo

    Una trasferta istituzione per la sagra dei piselli…Già dal titolo ci sarebbe da piangere e in più il consigliere (pagato con i soldi dei cittadini) perde tempo a rispondere per cercare di giustificare una trasferta per una sagra di piselli ? Non c’è peggio al peggio…

  12. Scritto da simone paganoni

    Benigni ha ragione “mi sono battuto fino allo spasimo per salvare dalla distruzione le ortaglie di via S.Tommaso”. Dalla quella “distruzione” che tanto voleva lui, il suo Assessore, la sua giunta e tutti i suoi colleghi del PDL e della Lega. Una battaglia di cui vado molto fiero. Per quanto riguarda i piselli di Verona, nessuno voleva o vuole distruggerli ed ora, dopo la visita del consigliere Benigni inviato speciale per l’Amministrazione di Bergamo, saranno ancora più belli, buoni e verdi. Bravo !

  13. Scritto da Diegone

    Che risposta penosa. Giusto a livello della fantastica sagra.