BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Festa della Repubblica Tentorio e Pirovano diserteranno la cerimonia

Motivazioni diverse per lo stesso risultato: il sindaco di Bergamo, Franco Tentorio, e il presidente della Provincia Ettore Pirovano non saranno a Lovere per la Festa della Repubblica.

Più informazioni su

La Festa della Repubblica in bergamasca registrerà due pesanti assenze: il sindaco di Bergamo, Franco Tentorio, e il presidente delle Provincia Ettore Pirovano. Motivazioni diverse che però portano allo stesso risultato: disertare la cerimonia del 2 giugno. Quest’anno il Prefetto di Bergamo, Camillo Andreana, ha scelto Lovere per festeggiare il 66° della proclamazione della Repubblica Italiana.

Ettore Pirovano non andrà “come segno di protesta contro la decisione di rinunciare a Bergamo come a una delle sedi della scuola di magistratura. Non mi sento di rispettare chi non mi rispetta”.

Franco Tentorio è più morbido ma svicolerà dalla cerimonia: “Da quanto è stata scelta questa modalità da parte della Prefettura, di ricordare la Festa della Repubblica in provincia, mando sempre un rappresentante dell’amministrazione comunale. Sarà così anche quest’anno: io non ci sarò”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giovanni

    questi “uomini” non son degni di rappresentare la Repubblica.

  2. Scritto da GB

    Pesante assenza? Qualcuno ha mai visto in questi anni Pirovano ad una manifestazione commemorativa, 25 aprile, 2 giugno o 4 novembre che fosse? Senso delle istituzioni pari a zero.

  3. Scritto da giuan de ghisa

    Meno male , ci vado più volentieri!

  4. Scritto da Sergio

    quanta ipocrisia: se rinunciassero ai loro doppi e tripli stipendi, alla grande costruiremmo le regioni terremotate: città dell’Aquila compresa..

  5. Scritto da w l'Italia

    “siamo la coppia più bella del mondo.”….ma proprio a Bergamo dovevano capitare????

  6. Scritto da Luca Lazzaretti

    E’chiaro che queste due figure istituzionali con questa decisione sminuiscono e deprezzano i loro ruoli…quando sei all’interno di un sistema democratico,giocoforza ne fai parte e ti adegui se vuoi in futuro essere rispettato.Così operando,questi due signori facenti parte di un mondo che va tramontando,legittimano le più triviali contestazioni sulle loro teste.

  7. Scritto da w la repubblica

    noooooooooo !!!!!! che terribile notizia !!!!!!!!!!!!!!!
    però ripensandoci bene .. credo che la festa della repubblica senza di loro abbia ancora più senso e sarà sicuramente più bella.

  8. Scritto da Anna

    Spero che gli elettori sapranno osservare l’atteggiamento di chi li rappresenta e andando a votare ne terranno senz’altro conto

  9. Scritto da Marco

    Per chi rappresenta una città o una provincia o un Paese è un dovere partecipare alle manifestazioni del 2 giugno e del 25 aprile perchè segnano tappe storiche fondamentali per la storia della nostra Repubblica democratica. Se “il primo cittadino” è il primo che non ci va, ne viene inevitabilmente dato un messaggio negativo per la vita delle istituzioni e per il senso civico. Per parafrasare quanto diceva la capitaneria di porto al Comandante Schettino: “tornate sulla barca!”: secondo me se una persona rappresenta le istituzioni è necessario che partecipi e che creda a queste manifestazioni importanti per il nostro Paese.

  10. Scritto da Anna

    peccato che Tentorio e Pirovano non ci saranno alla manifestazione cittadina del 2 giugno. Oltretutto devo dire che le loro motivazioni mi sembrano a dir poco pretestuose. Secondo me per chi rappresenta una Comunità, chi è chiamato a rappresentare le istituzioni e i cittadini sarebbe doveroso partecipare alle manifestazioni legate alla nostra Repubblica e alla vita sociale e politica del Paese. E’ anche questione di dare il buone sempio. Penso che la loro assenza è una grave mancanza, soprattutto dimostra la mancanza della consapevolezza del proprio ruolo, del ruolo che dovrebbero rivestire.

  11. Scritto da Dante

    Tentorio vorrebbe la repubblica di Salò, Pirovano la padania ma i soldi dei loro incarichi (Pirovano da senatore ne ha presi parecchi e ne prenderà sempre) dalla Repubblica Italiana cioè da noi. Se solo avessero un po’ di coerenza….. ma questa sicuramente non abita dalle loro parti non sanno nemmeno cosa sia.

  12. Scritto da Andrea

    speriamo che il 2 giugno piova che almeno possono andare beatamente A LUMACHE loro e tutta la loro congrega di faccendieri! Siamo stanchi!!

  13. Scritto da sleghista

    Visto che non rappresentano più gli elettori bergaschi è meglio che vadano al mare e che questo sia in tempesta.

    1. Scritto da tirry

      Perchè, Monti rappresenta gli elettori?

      1. Scritto da Sergio

        No: Monti non rappresenta gli elettori, mo lo sfascio di questi sfasciatori di carrozze che tu hai votato e ancora non hai capito che hai votato per lo sfascio..

  14. Scritto da riccio

    se Pirovano non va si risparmia sulle spese di organizzazione ….

  15. Scritto da edo

    Secondo me hanno fatto una scelta giusta. La celebrazione per festa della repubblica dovrebbe essere fatta a Bergamo!

  16. Scritto da arpaleni

    penso che la cerimonia abbia tutto da guadagnare dall’assenza di simili personaggi. Ma visto come trattano lo Stato che gli corrisponde lauti ed obiettivamente abnormi stipendi per il “lavoro” che fanno, perchè non protestano rinunciando anche alle prebende ??!!

  17. Scritto da arturo consoli

    In effetti, uno è rimasto ancora a Salò e non si è accorto che è cominciata la modernità, all’altro bisognerebbe spiegare il significato di “istituzione”, ma se non l’ha capito in tutti questi anni, pur essendo stato in Parlamento (per quel che si vede, a sua insaputa), è meglio non sprecare altro tempo tempo. Potrebbero rendersi socialmente utili andando con pic e pala sulle zone terremotate. Pin del Monte

  18. Scritto da Carlo Pezzotta

    Scelta giustissima. Meglio che vadano a funghi. Non li voglia
    mo, sarebbero fuori luogo e si sentirebbero in imbarazzo. Evitiamoglielo.

  19. Scritto da Olmo

    è pur vero che nessuno dei due è mai stato capace di rappresentare il popolo bergamasco degnamente; sono dell’opinione che meno si vedano in giro e meglio è per tutti noi. Daltronde nomi di questo calibro difficilmente possono essere associati a “realizzazioni” utili per la bergamasca…..se scrivete “Pirovano” su google, la prima cosa che salta fuori è “tanti veleni e poca sostanza”. …..Tant’è, questo è quello che ci è toccato….

    1. Scritto da tirry

      Non ci sono toccati, li hanno votati gli elettori. Noi elettori non siamo stupidi quando non votiamo come vuoi tu ed intelligenti quando condividiamo il tuo voto. E’ la democrazia. Non vanno bene? Non saranno rieletti. Vanno bene? Saranno rieletti. Alle elememtari ad Educazione Civica questo mi hanno insegnato.

      1. Scritto da Olmo

        storia vecchia…..gli elettori vanno messi in grado di poter scegliere, o no!!?? la “conoscenza”, il “sapere le cose”, la “cultura”, sono fondamentali per la “DEMOCRAZIA” !! per come avete fatto andare le cose negli ultimi 10 anni tutto questo è venuto a mancare ( e guarda che non mi riferisco al fatto che hai potuto frequentare solo le elementari, la cultura di cui parlo è altra cosa da quella scolastica) e quindi nessuno ha avuto libertà di scelta.