BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo promuove Renzi Zonca: 10 e lode Bonetti: un bell’otto fotogallery

Parterre du roi ieri sera a Bergamo per il sindaco di Firenze, Matteo Renzi. Apprezzamenti anche per Giorgio Gori: "il Pd non abbia paura del nuovo", commentano i presenti.

Più informazioni su

“Un voto a Renzi? Lo darei volentieri: dieci e lode per la simpatia e per la passione politica che ha saputo trasmettere”. Cesare Zonca, presidente del Credito Bergamasco mercoledì sera era in prima fila al Centro Congressi di Bergamo per ascoltare il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, intervistato da Giorgio Gori. L’occasione era la presentazione del libro “Stil Novo” scritto dal primo cittadino del capoluogo fiorentino.

Accanto a Zonca un parterre du roi: politici, imprenditori, professionisti, banchieri. Molti i volti noti in una platea davvero numerosa.

“E’ stata una serata molto piacevole – aggiunge Zonca –. Renzi ha dimostrato di essere una persona molto sveglia, capace, preparata. Certo da qui ad arrivare in cima, ai posti di governo, ci sono tante valutazioni da fare, ma ha dimostrato una passione per la politica che non sentivo da tempo. Mi ha fatto piacere ascoltarlo. Sono rimasto molto sorpreso anche dalla platea, con tante figure di spicco e di qualità e poi tanti giovani”. Il presidente del Credito Bergamasco non si sottrae nemmeno a un commento su Giorgio Gori che molti danno come prossimo candidato sindaco a Bergamo: “E’ una persona di grandissima serietà che si sta preparando a scendere in politica”.

Luciano Bonetti, presidente della Foppapedretti e della Volley Bergamo, il sindaco di Firenze lo conosce già da tempo “Anche se è sempre un piacere risentirlo, la gente vuole ascoltare le cose che dice. È una persona che crede in ciò che afferma ed è convinto di farle certe scelte politiche. Mi sembra molto intelligente, preparato. Se dovessi dargli un voto sarebbe un 8 pieno”. E Gori? Ecco il giudizio di Bonetti: “Gori lo conosco meglio ancora di Renzi. Sono di parte, lo ammetto. Gori mi piace perché ha capacità, ha voglia di fare, di mettersi al servizio del pubblico dopo che nel privato ha già guadagnato abbastanza. È un uomo che dopo dieci anni cambia mestiere e finora ha sempre fatto molto bene. Mi sembra molto preso da questa nuova avventura politica”.

A promuovere con voti alti il sindaco di Firenze c’è anche il segretario della Cgil Luigi Bresciani: “Otto pieno. Tondo direi. La serata è stata piacevolissima. Ho notato molta gente diversa dalla solita platea del Partito Democratico, c’erano professionisti, imprenditori importanti, banchieri. È stata un’ottima occasione per parlare di politica”. A Bresciani sono piaciuto le considerazioni di Renzi sull’articolo 18: “Ha detto la verità, il problema non è l’articolo 18, nessuna impresa imputa a questo articolo delle cause o della responsabilità per lo sviluppo e per la crescita”. A piacere, del sindaco di Firenze resta “La passione per la politica, che di questi tempi, è davvero rara. Poi sui singoli temi non sono d’accordo su tutto, ma quella passione per una certa idea di città, di società, era da tempo che non la sentivo”. La valutazione sulla serata si chiude su Gori: “Mi sembra di leggere un qualche timore o nervosismo nel gruppo dirigente del Pd, ma credo che non si debba avere paura del nuovo e Gori è il nuovo. Certo poi rimane il fatto che anche Gori dovrà misurarsi su proposte concrete”.

In prima fila ad ascoltare Renzi c’era anche Roberto Bruni, già sindaco di Bergamo. “Sono rimasto molto colpito dall’affluenza, non era il solito pubblico – afferma Bruni – Renzi mi è piaciuto per il suo messaggio ottimistico, positivo e non rassegnato, e trovare persone così appassionate di questi tempi è raro. Ho apprezzato alcune cose, in particolare il messaggio che se andiamo al governo si fa una rivoluzione e si cambia questo Paese, mentre sulla politica delle alleanze non sono d’accordo con Renzi”. Un voto? “Sei e mezzo”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Nicola

    Leggo qui sotto commenti di gente di Arzago, Almenno, Lovere…ma questi qui che ne sanno della città di Bergamo? E ora di cambiare il fatto che gli amici di Gori&C si spaccino per semplici cittadini…

  2. Scritto da alois

    ma il PD cos’e’? una succursale del rotary?sono tutti tesserati al circolo dell’Aniene? Ci mancava qualche personaggio della Roma piaciona e il quadretto era completo. Finiamola con questa sinistra edulcorata, finta buonista, politicamente corretta e con American Express card Platinum in tasca…. un bel biglietto di sola andata per l’Isola dei famosi

  3. Scritto da ezio

    ma qualche tuta blu in sala c’era a rappresentare la cosidetta classe operaia,se il nuovo che avanza e’ renzi dio c’e ne scampi.ho sempre guardato da quella parte(sx)ma mi e’ venuta un’ernia cervicale,meglio astenersi in attesa di tempi migliori.

  4. Scritto da nino cortesi

    Pare che Berlusconi ora giri con la maschera di Giorgio Gori. Mi sorprende il giudizio entusiastico di Zonca, che stia invecchiando anche lui?

    1. Scritto da Dottor Sottile

      Certe sciocchezze, invece, sono senza età….

  5. Scritto da La verità fa male

    Quello che accade nel PD è da manicomio. Gli avversari sono praticamente ridotti al minimo storico. Berluska è uscito di scena. Il PDL è diviso dalla Lega Nord. Il PD ha un giovane sindaco come Renzi e un gruppo di “rottamatori” giovani e motivati, affiancati da amministratori esperti come Chiamparino, e cosa fanno gli strateghi del vertice PD? 1) anzichè andare a elezioni, vincere a mani basse e farsi legittimare dal popolo appoggiano un governo di banchieri e in tal modo crollano nei sondaggi a vantaggio di Grillo 2) anzichè favorire il ricambio generazionale aiutando Renzi tentano di segargli le gambe e di riproporre le solite vecchie cariatidi di cui la gente non ne può più

  6. Scritto da Andrea

    ma a noi che ce ne frega se “Bergamo promuove Renzi”? .. è tutto un riciclaggio di marionette… chi tira i fili sono sempre gli stessi… e pensamo di darcela a bere…

  7. Scritto da Marco Donadoni

    Renzi ieri sera ha parlato bellezza,passione e curiosità come elementi per ricostruire il paese che amiamo.Per fare questo serve innanzitutto tanto coraggio,coraggio nel prendere decisioni impopolari,nel perdere privilegi o nella capacità di rimettersi in gioco.personalmente ritengo che lui di coraggio ne abbia,qualcuno ritiene che sia solo sfrontatezza,ma solo perché questo coraggio lo teme

    1. Scritto da Staizitto

      Voi di almenno dovete solo stare zitti…

  8. Scritto da Carla Pozzi Arzano

    Renzi ha la capacità e l’energia per suscitare ancora interesse attorno ad una politica malata, anche se non è del tutto comprensibile la sua richiesta (ancora!) di primarie che il suo partito ha gia’ fatto scegliendo l’attuale segretario. Per quanto riguarda Gori, l’attesa è ancora piu’ grande perchè Bergamo ha assoluto bisogno di cambiare: adesso aspettiamo che ci dica come e cosa intende fare per recuperare il tempo perduto negli ultimi anni. Temo che la sua inesperienza di pubblica amministrazione possa renderlo ostaggio dei soliti noti. Voglio essere contraddetta dai fatti……

  9. Scritto da Ludovica

    Bruni, Zonca, il Cgil Bresciani…il nuovo che avanza!!! I soliti radical chic (con tanti soldi) che cercano di riciclarsi dietro questo presunto “nuovo”…

  10. Scritto da Alessandro

    aMa nemmeno pensare che l’età sia automaticamente segno di bravura. Dei quarantenni come obama e cameron fanno il loro estiere egregiamente. È ovviamente una questione di persone, ma in un caso come l’italia la generazione sotto-rappresentata e bistrattata non sono certo quelli su di età. Perchè c’è un età minima per essere eletti e non una massima?

  11. Scritto da viva la verità

    professionisti, imprenditori importanti, banchieri: ecco disegnato l’elettorato di riferimanto del signor Renzi e dei Rottamatori

  12. Scritto da Marco

    Tanta gente senza nessun (conflitto d’) interessi, erano lì proprio tutti per la passione per la Politica… Smesso di credere al miracolo italiano adesso si girano verso altro, ancora una volta poco consapevoli del fatto che i miracoli non esistono, i miracoli si fanno solo se ci si rimbocca la maniche e lo facciamo tutti.

  13. Scritto da piero piero

    Sui soldi presi da lusi ha detto niente?O quelli a voi piddini non interessano e vi interessa solo la laurea falsa del trota?

  14. Scritto da ilvecchiocheavanza

    Zonca, Bresciani, Gori, Bruni… non c’e’ che dire… sui “giovinotti” bergamaschi Renzi fa proprio presa:)
    A me da l’impressione che lui come altri giovani sia a sx che a dx siano gli “utili idioti” che predicando il cambiar tutto finiranno per non cambiare niente. Ai politicanti di professione (e Renzi e’ uno di questi) preferisco molto di piu’ cittandini prestati alla politica (max due legislature) non gia’ ammanicati con partiti e poteri forti.

  15. Scritto da antonio gervasoni

    in politica servono persone capaci, competenti, serie e onesti con esperienza amministrativa, possibilmente giovani,come Renzi… non possiamo delegare solo perchè sono giovani!!!voi vi fareste operare da un neo dottore o preferireste un quarantenne???serve testa non muscoli e l’esempio è il presidente Napolitano.

    1. Scritto da via di mezzo

      Allora vuol dirci che i fiorentini hanno un sindaco con i muscoli, ma senza testa??? convinto lei…… Quanto poi alla testa e non muscoli di Napolitano…. beh, preferirei sorridere e non commentare, ma non posso non dire che se ogni tanto tacesse un po’ farebbe bene a tutti, non solo a sé stesso.