BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Terremoto, la benzina aumenta di 2 centesimi L’indignazione del web

Il governo alza di 2 centesimi il prezzo della benzina per la ricostruzione dell’Emilia terremotata e il popolo del web s’infuria. Per l’ennesima volta. “Basta aumenti – si legge -. I soldi per ricostruire li possono trovare in mille altri modi senza aumentare la pressione fiscale".

Più informazioni su

Il governo alza di 2 centesimi il prezzo della benzina per la ricostruzione dell’Emilia terremotata e il popolo del web s’infuria. Per l’ennesima volta. “Basta aumenti – si legge -. I soldi per ricostruire li possono trovare in mille altri modi senza aumentare la pressione fiscale, non c’è bisogno di aggiungere altre accise sulla benzina”. “Perché invece di alzare le accise sulla benzina – si chiede invece un altro italiano arrabbiato – non si dedicano ai terremotati i soldi dei "finanziamenti" ai partiti? Perché Camera, Senato, Palazzo Chigi, Corte Costituzionale non dedicano il 20% dei loro emolumenti agli sfollati? Perché non si recuperano i soldi facendo pagare l’Imu a Chiesa, scuole private, Onlus, fondazioni bancarie, partiti e sindacati? Perché non si aumentano le tasse sulle scommesse? Perché non usare i soldi sequestrati alle organizzazioni criminali?”.

C’è anche chi è convinto che ci sia “qualcosa che non va in questa società: tutto il sistema è marcio dalle fondamenta, dai capannoni che crollano a magnitudo 6 alle accise sui carburanti che sanno tanto di sciacallaggio statale”, mentre un altro cittadini arriva dritto al sodo: “Aumentano sempre l’accise sulla benzina ma non tagliano mai lo stipendio dei parlamentari. Forse non capiscono cosa significhi per noi perché loro viaggiano con l’auto blu?”.

Insomma, il popolo del web, che ogni giorno raccoglie gran parte della cittadinanza, non ha per nulla gradito l’ennesimo aumento di una benzina che ha già comunque toccato prezzi stellari.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Alberto

    La “£gente” del Web ogni tanto sembra abbia vissuto su Marte. La decisione di aumentare le accise in caso di necessità per la Protezione Civile ( calamità ) era stata assunta un mese fa. Ora scendono dalle nuvole e si scandalizzano nonostante il “disastro” dell’Emilia. Rivoluzionari da “tastiera”, pronti a criticare….fuori tempo massimo!!!!

  2. Scritto da Sebas

    ma non si potrebbero destinare, per il terremoto in Emilia, le accise, che GIA’ CI SONO, che riguardano le alluvioni in Abissinia o quelle per le truppe in Etiopia oppure quelle per la strage del Vajont, o quelle per l’affondamento della corazzata ROMA? perchè nessuno dice nulla riguardo a queste accise? perchè?

  3. Scritto da andrybg

    presto ci sara’ la rivoluzione e il signor monti si rifugerà’ in svizzera con le auto blu blindate, i nostri soldi,e i suoi colleghi politici e professori dei conti … viva l’Italia …!!!!

  4. Scritto da franca perletti

    Considerando il costo della benzina e considerando che ad ogni terremoto viene aggiunta un’accisa, propongo, caro Monti, che senza troppi sforzi per nessuno, vengano girate alle popolazioni dell’Emilia Romagna le accise dell’Abissinia (’35), della crisi del Canale di Suez (’56), del disastro del Vajont (’63), dell’alluvione di Firenze (’66) e del terremoto del Belice (’68). Le altre, dal 1976 al 2011, visto che proprio non riuscite a toglierle, continueremo a pagarle, ma almeno in Emilia Romagna arriveranno dei fondi e al resto d’Italia non arriverà l’ennesima stangata.

  5. Scritto da ugo b

    d’accordo sulle accise,
    ma da donare tutte ai terremotati senza aumentarle

  6. Scritto da La verità fa male

    Il ministro Giarda (non io, non il blog o la famigerata “rete”) ha da poco solennemente e pomposamente dichiarato che ci sono 100 miliardi di euro di spesa pubblica che possono essere tagliati “nel breve periodo”. Ora, supponiamo che abbia esagerato e che in realtà i miliardi tagliabili siano la metà: dato che servono soldi IMMEDIATAMENTE anche per questa emergenza, si facciano uno o più decreti legge (perfettamente legittimi, visto che sussistono i requisiti di necessità e urgenza) che recepiscono integralmente le proposte di Giarda, si portino in aula questi decreti e si ponga la fiducia

  7. Scritto da Valentina

    Finanziare la ricorstruzione?? Non c’è nulla di male se solo TUTTI i soldi andassero veramente a loro!! Perchè i politici si sono amentati lo stipendio? Perchè dobbiamo ancora finanziare le guerre e pagare i debiti con le accise? Perchè dobbiamo pagare l’alloggio a tutti gli immigrati clandestini e non immigrati perseguitati che arrivano in Italia con un aumento della benzina? è veramente VERGOGNOSO. i tagli vanno fatti e vanno fatti sugli sprechi e credo che dover pagare 630 onorevoli 315 senatori più quelli a vita e tutti gli altri sia UNO SPRECO perchè più che fare danni non fanno e se una cosa provoca danno allora è uno spreco da eliminare

  8. Scritto da De Che ?

    Invece di arrabbiarsi il web dovrebbe dire dove prendere i soldi , possibilmente evitando di dire sciocchezze qualunquiste mettendo a paragone cifre imparagonabili , qui servono miliardi.

    1. Scritto da GP

      De Che?:
      IL SUO NIK E’ GIA UNA DOMANDA SI DIA UNA RISPOSTA

      NON CI PRENDA PER I FONDELLI NESSUNO E’ STUPIDO ALMENO NOI

    2. Scritto da giorgio

      parecchi miliardi di euro li risparmierebbero dall’acquisto dei nuovi caccia bombardieri che portano solo morte e non servono al paese perchè non ci dobbiam difendere da nessuno se non da chi ci governa

    3. Scritto da milly.67

      Basterebbero e avanzerebbero addirittura i 98 MILIARDI che la CASTA o CLAN (d’alema ed i suoi compagni di merende) delle slot machine dovrebbero pagare allo stato.Ma è notizia ultima che lo SCERIFFO del WEB che ha commenzionato la multa è stato accantonato…..mi viene il vomito.
      Ti bastano o ne vuoi ancora, perchè tagliando qualcosina alla CASTA se ne recuperano ancora…..

      1. Scritto da Giorgio

        Milly , di grazia , di cosa stai parlando ? 98 milirdi, casta, clan, d’alema, compagni di merende, sceriffo ,multa , vomito . Respira forte , conta fino a 100 e poi cerca di farci capire di cosa diavolo stai parlando . P.s. hai una vaga, vaghissima idea di cosa sono 98 miliardi ?

    4. Scritto da luc

      i soldi li devono prendere da:

      1) la trance di 100 milioni di euro destinati ai partiti venga data ai terremotati;

      2) Camera e Senato hanno un bilancio annuale di 2 miliardi di euro, 1 miliardo sia reso disponibile per i terremotati;

      3) il Quirinale ha un bilancio annuale di 230 milioni, sia ridotto del 50% a favore dei terremotati;

      4) 1, 4 miliardi è il costo annuale delle missioni militari, venga ridotto del 50% a favore dei terremotati

      devo continuare a indicare dove prendere i soldi per i cittadini emiliani terremotati?

      1. Scritto da Giorgio

        Vai avanti perchè mancano ancora un bel pò di miliardi , a prescindere dalle conseguenze di quello che proponi, dove ci sarebbero un bel pò di cose da discutere .

  9. Scritto da Arianna

    La strada più facile è sempre quella , aumentare la benzina o le tasse ai cittadini, sono d’accordo su tutto quanto scritto in questo articolo e aumenta ogni giorno l’avversione per i politici . Quando li vedo in tv ormai non riesco più nemmeno a guardarli e men che meno ad ascoltarli…