BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Due giorni di congresso per la Lega al Palacreberg

Si aprirà venerdì alle 19 al Palacreberg di Bergamo l'ottavo congresso nazionale della Lega lombarda che si chiuderà il giorno successivo con l'intervento del presidente federale Umberto Bossi.

Più informazioni su

Si aprirà venerdì alle 19 al Palacreberg di Bergamo l’ottavo congresso nazionale della Lega lombarda che si chiuderà il giorno successivo con l’intervento del presidente federale Umberto Bossi.

La giornata di venerdì vede gli interventi del segretario nazionale Giancarlo Giorgetti e del presidente nazionale Roberto Castelli.

Sul palco parleranno poi il commissario nazionale del movimento giovani padani Eugenio Zoffili, il vicepresidente della Regione Lombardia Andrea Gibelli e il presidente del gruppo regionale della Lega Nord Stefano Galli.

Sabato 2 giugno i lavori si apriranno alle 9,30 con gli interventi dei triumviri Roberto Maroni, Roberto Calderoli e Manuela Dal Lago.

A seguire il presidente federale Umberto Bossi cui seguirà l’intervento del segretario nazionale che sarà eletto al termine di questa due giorni di congresso.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ugo

    Un’adunata di reduci ?

  2. Scritto da giangi

    tanto oramai chim gli da retta ancora a sta gente????????

    1. Scritto da diversamenteabile

      nessuno come chiede lei dovrebbe dar retta a questa gente semplicemente BOSSI non si deve più vedere.per il resto è strano che nessuno deba dar retta a queste persone curioso è che qualcuno commenti il nulla.

    2. Scritto da diversamenteabile

      nessuno come chiede lei dovrebbe dar retta a questa gente semplicemente BOSSI non si deve più vedere.per il resto è strano che nessuno deba dar retta a queste persone curioso è che qualcuno commenti il nulla.

  3. Scritto da anna

    Mi chiedo con che faccia certi personaggi vengano invitati a inervenire al congresso di un partito che vuole ricominciare da zero, che vuole ripartire pulito…

  4. Scritto da Roberto

    cari Alladin e caro Aristide…. se avete problemi di esistenza esiste sempre la terronia terra che vi vedrebbe protagonisti…. andateci noi bergamaschi veri ne saremmo più che contenti……
    e cmq noi ci facciamo gli affari nostri voi …. fatemi gli affari vostri che probabilmente ne avete da scoprire all’interno dei vostri partiti… più di quanto sia emerso nella Lega Nord… imparate a guardare in casa vostra prima di giudicare in casa degli altri

    1. Scritto da Giulio

      Caspita! se lei è un esponente della lega, rappresenta esattamente la deriva del partito. “noi ci facciamo gli affari nostri”, al sud la politica è collusa con la malavita con questo pensare ed agire. Il tesoriere della lega, atti della magistratura, è colllegato a qualche contatto con la Calabria.Ma non si vergogna a scrivere in quel modo?O per lei è normale espressione di pensiero ed azione?
      Povera lega se vorrà ancora la mia fiducia, e il mio voto, bisognerà passare ai manici delle scope per cacciare certi esponenti che hanno affossato le speranze della gente che tira avanti la baracca di tutto lo stato. Via gli incompetenti e gli imbroglioni poltronari

    2. Scritto da Giuli

      Ma lei crede ancora che un partito possa fare gli affari propri e non darne conto all’opinione pubblica? Ma anche volendo seguire il suo miope ragionamento, le illegittimità regolamentari e statutarie perpetrate a Curno volute da Pedretti e sostenute da Invernizzi le chiama incapacità interne o soprusi con effetti antidemocratici anche sul Consiglio comunale di Curno. Direi che il momento di iniziare a ragionare sulle questioni fondanti sia giunto, la smetta con la terronia e il padroni a casa nostra, la storia ha già sconfessato queste tematiche. Quella che lei chiama casa sua non è un feudo ma un’organizzazione che non ha seguito regole democratiche e di diritto.

  5. Scritto da Aristide

    E Invernizzi? Non vorrà il buon Invernizzi farci una relazione sulla càllida strategia di gestione della «cosa» leghista in terra orobica? Anzi, in “territorio”: piace tanto, questa parolina!

  6. Scritto da Libero Pensiero

    Perchè non và Lei “fòra di bàll” ?

  7. Scritto da Aladin

    Ma perchè sempre a Bergamo?? Perchè la nostra città deve sempre essere associata alla lega? Leghisti:fòra di bàll!!