BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sul web: invece della parata aiutiamo i terremotati. Di’ la tua

Il web si mobilita e chiede a gran voce di annullare le parate del 2 giugno, Festa della Repubblica, e utilizzare i soldi e le persone mobilitate per le celebrazioni per aiutare le terre colpite dal terremoto. "Quei fondi possono essere destinati alle popolazioni".

Più informazioni su

Il web si mobilita e chiede a gran voce di annullare le parate del 2 giugno, Festa della Repubblica, e utilizzare i soldi e le persone mobilitate per le celebrazioni per aiutare le terre colpite dal terremoto. "Quei fondi possono essere destinati alle popolazioni. In questi casi qualsiasi euro recuperato puo’ essere utile a questa causa".

L’appello viene inviato al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e al premier Mario Monti governo.
Agli internauti si aggregano i leghisti come il senatore emiliano Torri: "Quest’anno si può festeggiare la nascita della Repubblica in modo piu’ sobrio e consono proprio in virtù della grave situazione che si e’ venuta a creare nella mia regione”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da andrea

    e se i militari invece che sfilare aiutassero i teremotati?ma i soldi per la benzina dei carri che sfilano?il rinfresco per il sig napolitano?

    1. Scritto da Gianpiero

      Sono contrarissimo alle celebrazioni, costose e inutili.
      Salvo che gli oltre 2000 ospiti di Napolitano versino almeno euro 1000 a testa a favore dei terremotati. Il sig. Presidente dovrebbe dare – di suo – almeno euro 1 milione a favore dei terremotati.
      Questa sarebbe un’onesta celebrazione.
      I militari tutti a casa, ma a casa davvero e i risparmi a favore dei terremotati o delle famiglie bisognose.
      Cordialità
      Gianpiero

  2. Scritto da wka

    non riesco a capire se è piu vergognoso che il sig napolitano dica queste cose oppure se è piu vergognoso che lui sia il presidente del paese che amo.
    poi magari mi sentiro dire che ormai i soldi sono gia stati spesi e allora…… ma come lo stato non è quello che paga i privati dopo anche una anno?

  3. Scritto da stefanorossi

    Assolutamente in accordo per annullare tutto!! tanto spreco di soldi per nulla in questo momento!! Ma tanto siamo tutti populisti i politici non fanno nemmeno una mossa e a noi probabilmente aumentano la benzina!!! Che governo che abbiamo e che politici!!!!!

  4. Scritto da lisa64

    non contento di quanto ha speso per i 150 anni della falsa unita’ d’italia sta spaccando ancorfa i maroni
    sai cosa importa ai terremotati della dedida della sobra parata
    quella dell’anno scorso e’ costata milioni di euro
    avremo diritto anche noi cittadini di dire se la vogliamo o no

  5. Scritto da Ernesto

    Quanto populismo del cavolo . 1) ma a voi sembra che l’organizzazione del 2 giugno si faccia 3 giorni prima ? Quei soldi sono già stati tutti spesi o impegnati. 2) Giusto che il giorno della festa della repubblica abbia un profilo adeguato al lutto ma è ridicolo che venga eliminata , è mai possibile che ormai a qualunque ricorrenza istituzionale ci sia qualcuno che per altri motivi suggerisca di abolirla e di dare i soldi ad altra finalità per quanto nobile ? Dal 1mo maggio al 25 aprile a seconda della inclinazioni ideologiche ! Lo Stato (noi) deve aiutare i terremotati indipendentemente da questo, diversamente che nazione siamo ?

  6. Scritto da Alessandra

    Ma no .. che brutta idea …. facciamole tutte le parate e per tirar su i soldi per le zone terremotate AUMENTIAMO LA BENZINA E LE TASSE … !!!! Non ho parole …

  7. Scritto da 081

    Ma che domanda?Sono FAVOREVOLISSIMO!!!Anzi mandate coloro i quali dovevano sfilare in parata a scavare tra le macerie, a fare anti-sciacalaggio, ecc. ecc.

  8. Scritto da Massimo Tucci

    Si tratta di cose diverse. Tuttavia già nel 1976, correggetemi se sbaglio, l’allora ministro della difesa, On.le Forlani, dispose di non celebrare il due giugno per inviare i soldati in Friuli a seguito del terremoto. Il paese credo sia bisognoso di segnali nuovi, di coesione e condivisione. Questo eviterebbe il tracollo quotidiano, non solo delle case, ma pure delle istituzioni…

  9. Scritto da Angela

    Scusate, ma visto che c’è la crisi, ci sono persone senza tetto, ma come li viene in mente spendere i soldi nelle parate, visite, compleanni, ecc.
    SONO UNA VERGOGNA DELL’UMANITA.
    Non ho altre parole.

  10. Scritto da Paolo

    Ottima idea ! NON BISOGNA SPENDERE SOLDI INUTILMENTE !

    1. Scritto da jonny

      il mio pensiero va ai terremotati a quei 14000 senza un tetto ,a quei poveri padri di famiglia che non porteranno piu lo stipendio a casa perche per non perdere il lavoro sono rientrati in fabbrica e li sono rimasti ,ma quello che mi rode dentro e sempre lo stesso pensiero ..siamo sempre noi ad aiutarci con volontariato ,sms,e altro ancora .perche i parlamentari non versano almeno un mese di stipendio a favore di quelle famiglie e imprese .

  11. Scritto da GIGI

    Assolutamente SI ! Invece di spendere non solo per le varie parate non spendiamo soldi in banchetti vari nelle prefetture , che come tutti gli anni si abbuffano a spese della gente !

  12. Scritto da Sergio

    bella fatica, solidarizzare con i soldi degli altri…parata, papa, mobilità, cassa integrazione….e provare a versare qualcosa di personale? magari assieme al doppio vitalizio dei nostri politici bergamaschi..

  13. Scritto da seriano

    fondi per la parata del 2 giugno + rata di luglio del finanziamento pubblico dei partiti ai terremotati

  14. Scritto da ugo

    io direi di dare anche il 5x mille a questo scopo anziche donarlo a chi è già ricco.(e magari non lo merita)

  15. Scritto da sleghista

    Abolire parata e visita del papa,la prima è una buffonata,il secondo stia comodo in vaticano a risolvere i problemi con i cardinali!

  16. Scritto da marco

    Sono d’accordo a che servono le parate militari? A nulla investiamo in solidarietà.

  17. Scritto da Marco

    IO PROPONGO CHE SU BASE VOLONTARIA TUTTA LA GENTE CHE E’ ORA A CASA IN CASSA O MOBILITA PER UN PERIODO, SI ORGANIZZINO DEI PULMAN A CHI DI DOVERE E SI VADA TUTTI IN EMILIA A RICOSTRUIRE E AIUTARE.MILLE BRACCIA SONO MEGLIO DI 100.
    SI POTREBBE FARE?

  18. Scritto da Marco

    Non sono i soldi della parata, già in gran parte spesi, che fanno la differenza, anche perchè il problema non sono i fondi, ma che i fondi arrivino e che siano spesi bene.

  19. Scritto da massimo

    pienamente d’accordo ,eliminare gli sprechi e investirli in aiuti

  20. Scritto da Arianna

    Queste sono le iniziative che contano,!! sono sicuramente prioritari gli aiuti alle persone in difficoltà assolutamente si !!! Ci auguriamo che non ci siano quelli che speculano sulle disgrazie altrui…

  21. Scritto da battista belloni

    d’accordo e non solo la parata

  22. Scritto da Pierluigi Toccagni

    Ottima idea quella di impegnare le risorse economiche, tecniche e umane, militari e civili, della celebrazione della Repubblica italiana in Emilia. Dovremmo fare lo stesso con tutte le risorse, impegnate tra maggio e settembre, nelle varie feste di paese.

  23. Scritto da GP

    sarebbe fantastico purchè i soldi arrivino non come in umbria

    1. Scritto da Damiano

      Stia tranquillo: in Umbria, i soldi sono arrivati, soltanto che magari, come spesso capita in Italia, non sono arrivati nelle mani giuste… Per testimonianza diretta di un umbro, lui, grazie ad una crepa nel muro, ricevette 90 milioni di lire, probabilmente perché aveva i santi in paradiso. Non era tra i paesi più colpiti dal sisma. Mise a nuovo la prima casa, e se ne costruì una seconda casa in campagna, antisismica… (fatta con pannelli di cartongesso). Pensi se dessero a tutti gli italiani 90 milioni di lire per una crepa nella casa…

  24. Scritto da marco

    Assolutamente d’accordo! e complimenti a Bergamonews

  25. Scritto da Samuele

    Perché no! In momenti di sprechi almeno questi si possono evitare. Ce ne faremo una ragione!!! Meglio aiutare chi è in difficoltà!

  26. Scritto da Matteo Oriani

    SECONDO MESSAGGIO
    Piuttosto lancio una proposta: tutti gli amministratori locali (e non solo) devolvano ai terremotati almeno il prossimo gettone di presenza (per chi li percepisce ancora, visto che molti vi hanno già rinunciato da tempo per aiutare i loro comuni). Tanti piccoli gettoni, dei comuni, delle province, delle regioni, sommati faranno la differenza.
    Io l’ho già fatto!!! Devolverò il gettone del consiglio provinciale di lunedì (oltre ad altre donazioni personali).
    Facciamolo tutti! Il mio gettone è una goccia, tanti gettoni, tante gocce formeranno un mare di risorse per aiutare chi ha bisogno!

    1. Scritto da andrea

      mi risulta che al consiglio regionale dell emilia romagna qualcuno a proposto di devolvere i soldi dei rimborsi elettorali ai teremotati e l unico che ha votato per questa cosa è stata la lega nord e gli altri?

  27. Scritto da Matteo Oriani

    PRIMO MESSAGGIO
    Sarò esplicito: IO NON SONO D’ACCORDO.
    Annullare la visita del Papa non serve a nulla! I costi sono già stati sostenuti, tutto è già organizzato. Si perderebbe solo l’occasione, per chi è credente, di pregare per le vittime. Piuttosto si faccia l’incontro col papa e le offerte raccolte durante la messa vadano ai terremotati.
    Così come non concordo sulla sfilata del 2 giugno, fermarla per questioni economiche non serve, è già tutto speso. Forse sarebbe più opportuno fermarla per un segno di lutto nazionale.

    1. Scritto da maria

      concordo in pieno è ovvio, che i soldi sona gia stati spesi per i preparativi è come quando si organizza una festa in grande .non aspetti l ultimo minuto!!pero fermarla sarebbe altrettanto spreco!!.si ..giusto raccogliere in quella ocasione raccogliere fondi .per i terremotati..

  28. Scritto da anna

    già inviata la missiva, non posso che essere d’accordo!!

    1. Scritto da jonny

      e poi continuo ,la chiesa cosa fa??si preoccupa del maggiordomo? e dei viaggio del pontefice ,ma un buon padre di famiglia quando in casa ci sono problemi cosa fa? li risolve oppure va in ferie ?oppure va a fare la parata ?io ho capito solo una cosa che i sacrifici li facciamo solo noi poveri perche viviamo con poco e non ci possiamo permettere vizi ed altre stronzate ,e quasi sempre aiutiamo gli altri perche ci imedesimiamo in loro .mi vergogno di vivere in questa italia