BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pagnoncelli: è frattura tra cittadini e politica sale la fiducia nei grillini

Il quadro che Nando Pagnoncelli, leader Ipsos, delinea per gli Amici di Ubi che si ritrovano per “dialogare” in un clima che tutt’attorno è più di scontro che di confronto, è un quadro davvero da paura, come sottolinea Andrea Moltrasio presentando l’incontro.

Il quadro che Nando Pagnoncelli – uomo simbolo delle statistiche sulle situazioni nazionali – delinea a Bergamo per gli Amici di Ubi che si ritrovano per “dialogare” in un clima che tutt’attorno è più di scontro che di confronto, è un quadro davvero da paura, come sottolinea Andrea Moltrasio presentando l’intervento del leader di Ipsos.

Indicatori socio-economici tutti negativi, fiducia sotto i piedi, speranze ridotte al lumicino per gli italiani che nei sondaggi vengono interrogati sulle istituzioni, sulle associazioni, sulle banche, sulla politica. Una sfilza di tabelle che indicano come sia crollato anche quel minimo di ottimismo spuntato alla nomina del governo Monti.

Mentre dunque sprofondano: indice Mib della Borsa, prodotto interno lordo, produzione industriale, occupazione, soprattutto giovanile, potere d’acquisto, risparmio delle famiglie… s’impenna il pessimismo sia dei consumatori che delle industrie, svetta la sfiducia sulla situazione italiana nel suo complesso (il 70% degli intervistati si dichiara insoddisfatto e soprattutto nel Nord Est) e insieme il 60 per cento dei nostri connazionali ritiene che il peggio della crisi debba ancora venire, mentre il 41 per cento pensa che non se ne uscirà prima di tre anni.

In siffatto contesto gli italiani rompono con tutte le organizzazioni che li circondano: crolla la fiducia perfino nel presidente della Repubblica Napolitano e nell’Europa, che fino a ieri erano due baluardi sicuri e apprezzati: ad aprile 2012 il 41 per cento esprime sfiducia in tutte le istituzioni, nelle banche poi… solo il 20 per cento dice di essere pienamente fiducioso.

Peggio di tutto fa la politica che ormai allontana il Paese dai rappresentanti che stanno nei palazzi e, se all’arrivo di Monti, a novembre 2011, il 76 per cento dei cittadini aveva tirato un sospiro di sollievo, la luna di miele è durata poco, perché oggi solo il 45 per cento ritiene che con lui la propria situazione possa migliorare. Le misure del governo Monti sono infatti considerate “non eque”, soprattutto l’Imu e le pensioni (insieme al prossimo aumento dell’Iva).

Ma il fatto più preoccupante è che cresce l’area grigia, vale a dire la percentuale di coloro che non si fidano più di nessuno che annunciano che non andranno a votare: ad aprile era il 44,9 per cento. E’ una frattura netta tra la politica e il Paese: da dicembre a oggi il 36 per cento dichiara di non aver fiducia in nessuno, né a destra, né a sinistra né al centro.

Aumenta il livore che fa perfino perdere la razionalità. Per dirne una per gli italiani oggi la soluzione dei problemi sta nella riduzione del numero dei parlamentari…

In questo clima il 64 per cento all’annuncio di possibili elezioni a ottobre grida “aiuto!”. Contemporaneamente c’è chi una soluzione la vede in Grillo e nel movimento 5 stelle: il 27 per cento lo crede un’alternativa valida al governo Monti.

E’ così che i grillini sono ora stabilmente il secondo partito che gli italiani (quelli che annunciano che andrebbero ai seggi) voterebbero con un consenso del 18,5 per cento. Primo il Pd, 26,7; terzo il Pdl, 17,2; quarto Italia dei valori, 7,8; quinto Udc 7,3; sesto Sel 6,3. E la Lega è ridotta al lumicino con il 4,6.

E però, in un contesto simile il presidente Ipsos si chiede e chiede: dove sono stati gli elettori finora? Il Paese è poi così diverso dalla politica che lo rappresenta?

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da dario

    Se Grillo ottenesse il 60% dei voti, sicuramente i cittadini vedrebbero risolto il problema della riforma istituzionale e dei partiti.
    Questi politici è meglio che vanno a casa tutti. Non vedete che stanno facendo di tutto per rientrare in un unico calderone e restare lì dove sono? Solo i cittadini possono essere la risposta alle proprie esigenze, intanto votiamo il Movimento 5 Stelle, poi i partiti avranno tutto il tempo per riformarsi al loro interno e ripresentarsi tra 10 anni. Se ne avranno ancora voglia…

  2. Scritto da nino cortesi

    Gli elettori sono stati sempre di più a casa. Anche perchè il sistema elettorale non permette di selezionare le persone migliori. Questi partiti hanno reso impossibile ogni cambiamento/miglioramento. Ben venga, e verrà di sicuro, Grillo a spazzarli via tutti. Questo lo vedo già matematico. Poi finalmente capiranno che i politici DEVONO ESSERE SELEZIONATI SOLO DALLA GENTE E NON DAI PARTITI.

  3. Scritto da Arianna

    Prima di Monti tutti i rappresentanti dei partiti non facevano che litigare e rimbalzare le colpe fra di loro, nessuno lavorava e ammetteva di essere in qualche modo responsabile dello sfascio in cui siamo, ora si dà la colpa ai cittadini che li hanno votati. Ma non si ricordano più i nostri cari dirigenti delle promesse e delle mirabolanti loro virtù , di cui ci hanno riempito la testa per convincerci a votarli???? Il Sig. Pagnoncelli ci spieghi cosa possiamo fare per toglierci di torno questi rappresentanti che non vogliamo più ( oltre al non votarli) visto che nemmeno con i referendum riusciamo a far valere le nostre ragioni!!!

    1. Scritto da Giulio

      Una cosa che lei poteva fare era non votare lega e Pdl, era ultraevidente ciò che stavano combinando. Hanno governato loro. Veda di non votare “promettitori” della stessa risma

  4. Scritto da Sergio

    Hanno votato per vent’anni bossi e berlusconi e adesso non si fidano più di nessuno: mistero doloroso…Non mi pare che Prodi, nonostante la non maggioranza in Senato, abbia fatto il tremendo danno economico agli italiano come quei due riccastri innalzarti dal voto degli italiani come se fossero miracolosi…

  5. Scritto da guido

    Il paese non gode del buon esempio da parte di chi lo amministra.
    I politici dovrebbero dimostrare che sanno fare il loro lavoro legiferando a loro sfavore (per esempio inserendo il triplo della pena per qualsiasi reato in cui sia coinvolto un politico o amministratore pubblico, visto che rappresentano in genere alcune migliaia di persone ), cosa che non avendo le palle non si può fare .

    1. Scritto da Giuliano

      Non faccia il generalista che non serve a nessuno e soprattutto non serve a risolvere i problemi , dovrebbe sapere che chi sta facendo ostracismo è il Pdl , lo stesso dell’ammorbidimento del “falso in bilancio” che riguarda esattamente lo stesso argomento.

  6. Scritto da La verità fa male

    La domanda retorica di Pagnoncelli ha una risposta semplice. Primo: i politici sono cittadini italiani eletti da altri cittadini italiani e tutti i cittadini nel corso degli anni cambiano idea (e sono liberi di farlo). Ieri si sono fidati di Berlusconi e Bossi, oggi non più, e hanno tutto il diritto, se lo ritengono opportuno, di fidarsi di Grillo. Poi a sinistra dovrebbero smetterla di tirarsela da matti e ogni volta che salta fuori un Berlusconi o un Bossi o un Grillo che li sconfigge in regolari elezioni iniziare con la solita tiritera del popolo che non capisce, che ama i demagoghi, del dare la colpa agli elettori e tutto il blà blà blà che li porta (spesso) alla sconfitta

    1. Scritto da Ginger

      Lei dice che quelli di sinistra dovrebbero “smetterla di tirarsela da matti ogni volta che salta fuori un Berlusconi o un Bossi o un Grillo” . Eh no !! Io me la tiro eccome , da fuori di melone , santo cielo dopo tre fette bisogna capire che si tratta di polenta ! Maledizione, non siamo abbastanza in rovina ?????????

  7. Scritto da luc

    l’articolo si conclude con una domanda (retorica) di pagnoncelli. E’ una domanda paradossale per uno che di mestiere fa il sondaggista!

  8. Scritto da Luciano Avogadri

    Dato che la Politica è la vita dei Cittadini, non ci può essere frattura, se non con la morte.
    Semplicemente i Cittadini, dopo aver partecipato a mangiare il mangiabile, e aver così portato i propri debiti al 120%, non vogliono pagare il conto.
    O meglio, sperano che glielo paghi qualcun altro.

    1. Scritto da nino cortesi

      Infatti i politici fanno i politici fino a 100 anni ed i cittadini fanno i pirla dei politici fino a 100 anni. Tutte le colpe ai cittadini, nessuna colpa ai politici, ai managers ed alla Chiesa. Invece c’è proprio tutto da rimettere in regola, in legalità, in equità, in rappresentatività. Stiamo leccando per intraprendere col metodo indegno in essere la carriera politica?

  9. Scritto da paolo p

    andate a lavorare!!! quello che guadagnate in 1 giorno (facendo sfacelli) noi si tocca lavorare 1 mese!! La soddisfazione di non votare non ve la dò, voto M5S ..non sarà il max ma almeno voi VI MANDO A CASA!! Visto non ci sono leggi che vi fanno assumere le vostre responsabilità..scelgo di vendicarmi azzerando la politica..

    1. Scritto da Brembo

      Dì la verità che sei un ex elettore di Pdl o Lega, evidentemente vuoi proseguire sulla stessa strada !

      1. Scritto da paolo p

        ti sbagli di grosso Brembo.. qualcuno parla di fette di salame (o polenta) io ci vedo benissimo, sento e stò attento.. poi se vuoi dire che è colpa di uno più dell’altro va beh, tira acqua al tuo mulino. Dx o Sx a parole erano sempre contro ma poi tante belle decisioni (a scapito nostro) le hanno prese insieme, prima fra tutti il finanziamento pubblico ai partiti (o dimentichi abbiamo votato un referendum?) anche ora con Monti mi pare nessun osi sia indignato che siano i soliti a pagare e le lobby a “risparmiare”

        1. Scritto da Oreste

          che barba ! Quello non è un esempio , è l’unico tema e francamente non se ne può più. Ok , pdl e lega hanno presentato le due leggi che li hanno fatti esplodere ed il pd è stato zitto per seguire lo strapotere mediatico dell’avversario. Ma sono stati zitti tutti , giornali, tv e soloni che adesso predicano. Con l’importante attenuante per il pd di aver avuto l’unico bilancio certificato e pubblico tra tutti i partiti. Detto questo la politica è fatti di atteggiamenti concreti che sono stati enormemente diversi tra i due schieramenti . Per la miseria , non se ne può più del massacro populista che viene fatto del concetto di RESPONSABILITA’ , che è di chi governa.

    2. Scritto da nino cortesi

      E’ quello che avverrà matematicamente.

  10. Scritto da l76bg

    SIETE LONTANI DALLA REALTà E DAI CITTADINI.. spendete e sperperate soldi, vacanze da nababbi, escort, travestiti, cocaina, autoblu, appartamenti in centro o ville in posti turistici.. LA GENTE NON ARRIVA A FINE MESE e voi continuate cosi, nel caso poi vi prendono con le mani nella marmellata, CADETE DALLE NUVOLE.. fosrse non tutti ma LA MAGGIOR PARTE sapeva e si allinea..TUTTI A CASA!

  11. Scritto da il clima

    Con molto rispetto per l’illustre esperto non c’è bisogno di nessuna indagine sofisticata per capire il “clima” della popolazione, ma pare che sia fondamentale discutere ancora, come sempre da molti anni e specialmente nelle tv , di calciopoli e dintorni.

  12. Scritto da MAURIZIO

    Questa politica, bergamasca o nazionale, NON mi rappresenta e io sono diverso da questi politici. Quindi smettetela di offendere, chiaro? Vedrete dove finiranno i politici. Ad esempio, quelli che hanno voluto l’ospedale nuovo di Bg sprecando montagne di soldi mentre la classe media soffre, molta gente fa la fame e due zone del paese sono crollate sotto il terremoto.

    1. Scritto da bg

      Maurizio se lei cercasse di esprimere le sue idee con sue parole magari una frase compiuta la leggiamo cosa vuole dirci?potremmo risponderle.
      la politica rappresenta chi la sceglie mentre il governo attuale non ha nessun mandato dai cittadini ma è da molto che funziona cosi ci sono pasti rimpasti ecc.

      L’ospedale nuovo è stato creato sulle sorgive ovvio che hanno buttato soldi e ne butteranno ancora.
      la classe media non soffre altrimenti non sarebbe media.
      Punto grave i crolli di alcuni fabbricati spiace ma ESSENDO L’ITALIA PAESE SISMICO MANCA L’OBBLIGO DI COSTRUIRE CASE ANTISISMICHE ci vuole tanto?ma sono in classe A
      la gente fa la fame aspetterei dopo agosto

      1. Scritto da MAURIZIO

        Cambi nick. Bergamo non merita di essere offesa.