BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Montezemolo ora c’è Trecento bergamaschi sono pronti a seguirlo”

Gianmarco Gabrieli, membro del comitato regionale di Italia Futura, annuncia per l'estate la costituzione di un'associazione bergamasca di Italia Futura.

Ad una settimana dallo scossone politico dei ballottaggi delle amministrative si inizia a tracciare la geografia della nuova sfida elettorale. Prossima trincea le elezioni politiche del 2013. Uno dei protagonisti di primo piano che spunta dalla cartina è sicuramente Luca Cordero di Montezemolo che da tre anni ha lanciato Italia Futura.

Un partito?

“No, assolutamente” risponde Gianmarco Gabrieli, già presidente dei Giovani Industriali di Confindustria e oggi membro del comitato regionale del “pensatoio” di Montezemolo.

“Gli iscritti sono oltre 52mila e a Bergamo ne contiamo già trecento, entro l’estate fonderemo l’associazione bergamasca indipendente e federata alla nazionale” afferma.

Trecento gli iscritti orobici, ma niente nomi. Tutto potrebbe trasformarsi in qualcosa che sta stretto al movimento di Italia Futura che non vuole essere un partito o che forse non vuole farsi trascinare nel gioco: destra o sinistra?

“Siamo un’associazione culturale che punta a fare buona politica nel dibattito civile – aggiunge Gabrieli – l’antipolitica che si respira in questi giorni può far male alle istituzioni, noi stiamo riunendo le persone che hanno passione, che vivono la politica in senso positivo e vogliono per portare il loro contributo per lo sviluppo del sistema paese”.

Ma non è un partito?

“No, è un raccoglitore di idee e progettualità”.

Ci sono scadenze?

“Stiamo lavorando a un ‘cantiere Italia’ per il 2013. Si tratta di un continuo lavoro sui contenuti, la nostra priorità sono i progetti: nessuna etichetta e personalismi. In questi giorni assisto a potenziali candidature a sindaco per la città di Bergamo con conseguenti rinunce. Ecco, noi siamo lontanissimi da questo modo di operare, lo rifiutiamo perché è inutile. Siamo convinti che si debbano rimboccare le maniche e lavorare sui progetti”.

State lavorando anche su Bergamo?

“No, le elezioni per il sindaco di Bergamo saranno nel 2014. Ora è troppo presto”.

Nessun nome, ma almeno le provenienze o le professioni si potranno sapere?

“Abbiamo cercato di attrarre liberi pensatori che non si sono fatti condizionare da scelte tattiche o da opportunismi. Ci sono molte persone che vengono dal mondo della cultura, del lavoro e dall’associazionismo”.

Perché è necessario creare un’associazione bergamasca di Italia Futura?

“Perché le persone radicate sul territorio conoscono i problemi reali e spesso trovano le soluzioni più logiche che sono anche le adatte”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Sergio72

    La vicinanza di Italia Futura e delle persone che ne fanno parte a movimenti come Verso il Nord, o ad associazioni come Imprese che resistono mi fa pensare che forse siamo sulla giusta strada. Certo occorre che in Italia Futura non rientrino i c.d volponi ma che si dia spazio a giovani leve che voglio cambiare l’Italia per dare un futuro ai loro figli. a convinzione che ciò sia possibile è a mio avviso anche il fatto che Montezemolo non si pone oggi come il leader indiscusso ed indiscutibile anzi, dalle sue parole, sembra quasi voglia limitarsi ad essere un protagonista di un movimento che cambierà l’italia.

  2. Scritto da cap

    mi sembra un po’ tardi per la discesa in campo degli imprenditori: mi pare ci avesse già pensato un tale berlusconi vent’anni fa.. forse montezemolo, neanche a dirlo, ha perso il treno

  3. Scritto da mario59

    Non ho mai capito da che parte sia arrivato…un giorno in occasione dei mondiali di calcio del 1990 ce lo siamo trovato servito non ricordo bene con quale incarico…da allora, mi sono sempre chiesto da quale parte sia arrivato, e più lo guardo e più mi sembra abbia una certa somiglianza all’avvocato Giovanni Agnelli….chissà….mah…

  4. Scritto da EX LEGHISTA

    Tremate cari ex amici leghisti il CE’ (alessandro) sta arrivando e mentre voi vi accapigliate il CE’ fa man bassa dei vostri voti.Se non posate le scope e fate qualcosa di utile vi ritroverete col cerino in mano e non vi restera’ che andare a lavorare finalmente.Come si fa ad aderire al movimento? io mi iscrivo subito il CE’ e’ un grande.Finalmente una buona notizia

    1. Scritto da Mara

      Si, sta raccogliendo il peggio del peggio che è uscito dalla Lega…tutti quelli che lui non ha mai potuto sopportare….che pena!!

  5. Scritto da Arianna

    Ma come si fa a seguire questo tipo!! Ma non hanno ancora capito che sono finiti i loro tempi!!!!

  6. Scritto da Mirko Isnenghi

    Noi ascoltiamo la gente e ci coinfrontiamo con essa, per questo abbiamo un programma nato da noi con il contributo dei cittadini e per i cittadini. Questo modo di operare è sicuramente faticoso ma vivo e vero, ma porterà senz’altro a soluzioni condivisse dalla cittadinanza e non cadute da qualche ufficio nei piani alti della città.

    1. Scritto da fm

      Temo, signor Isnenghi, che per quanto quello che lei dice sia corretto e sembri un buon modo di fare politica, il problema sia che lei e il suo partito non avete saputo prendere per tempo le distanze dalla peggiore politica che veniva praticata tanto a livello nazionale quanto in regione. Temo inoltre che di fronte a una crisi in cui ci ha precipitato un intero “sistema”, la soluzione proposta da Lei e dal suo partito non potrà essere che la riproposizione del problema in diversa salsa. Temo che i politici abbiano preso da tempo la scusa della ricerca del consenso per puntare a soluzioni che non scontentino nessuno, rinunciando a proporre progetti organici su cui CREARE un consenso.

  7. Scritto da Mirko Isnenghi

    Premesso che se mi avessero contattato li avrei illuminati sui nostri programmi. In ogni caso nessuno del nostro gruppo ha intenzione di ritirarsi da una competizione che riteniamo l’ultima spiaggia per questa nostra Bergamo.La città, per conoscerne le problematiche, va vissuta dal basso e dal dentro. Noi, negli anni, abbiamo vissuto/subito senza soluzione alcuna le problematiche sulla nostra pelle. I vari poteri della città non costituiti ma riconosciuti, spesso si chiudono nei loro uffici convinti di trovare le soluzioni per i cittadini. Noi ascoltiamo la gente e ci confrontiamo con essa, per questo abbiamo abbiamo un programma nato da noi con il contributo dei cittadini e per i cittadini.

    1. Scritto da Luciano Avogadri

      Quando leggo queste frasi ispirate mi viene sempre in mente una battuta del grande Fortebraccio, che a questo punto chiedeva: Ma lei conosce forse qualcuno che vuole una società a misura di cavallo?

  8. Scritto da bergamasc

    Vedendo quanto è bella l’Italia mi vien da piangere se penso a quelli che l’hanno governata o la vorrebbero governare…Il nostro Paese non se li merita!

  9. Scritto da padano vero

    Un altro che crede che con i sold (degli altri) si fa politica.L’unico uomo politico degli ultimi 50 anni che passera’ alla storia sara’ indubbiamente BOSSI,tutto il resto..noia.W la Padania W Bossi

    1. Scritto da Luca Lazzaretti

      Hai ragione,padanovero…Bossi passerà proprio alla storia! Ma non diciamo come eh..anche per rispetto delle persone anziane e malate.

  10. Scritto da bergamasc

    UN ALTRO PADRONE che scende in campo por fare gli interessi di TUTTI gli italiani…. POVERA ITALIA…

  11. Scritto da Camicia Rossa

    Su una cosa bisogna convenire: Montezuma ha avuto la pazienza di stare sulla riva del fiume ed aspettare….che il caudillo di (h)Ar(d)core vensse disarcionato e cadesse appunto nel fiume. Ora sono pronti a raccoglier l’esercito dei celebri “moderati”, la mitica maggioranza silenziosa degli anni -70. I tempi cambiano però e spero che qualcuno si ricordi che i moderati Dante li metteva all’ Inferno, allora si chiamavano ignavi, una parola che scommetto molti non sanno più cosa significhi…

    1. Scritto da GP

      da Dante ad oggi l’acqua passata non bagna il terreno nemmeno le coscienze di chi ci governò di chi ci governa oggi.praticamente nessuno perchè è uno stato abusivo non legittimato a governare.
      e di chi ci governerà almeno DANTE li metteva all’inferno oggi questi signori ci mandano noi al diavolo e poi all’inferno cara camicia rossa lei ha ragione non tutti conoscono il significato ma chi ha letto dante presumo che sappia il significato di ignavi oignavia pensi era gia oltre Dante perchè oggi il parlamento e la NAZIONE medesima ne è piena di questi.

  12. Scritto da gino

    non entro nel merito della proposta politica di Italia Futura, pero’ 300 Bergamaschi sono circa lo 0,04% della popolazione adulta della provincia, forza che ce la fate…

  13. Scritto da Politica nuova ?

    C’è solo un piccolo problema : se entra in campo deve risolvere il suo conflitto d’interesse essendo concessionario dello stato con NTV.

    1. Scritto da bergamasc

      Il conflitto di interessi non l’ha risolto nemmeno l’illustre (si fa per dire) predecessore….non sarà mica + scemo questo…che ne dite?

  14. Scritto da Giuseppe

    chi e’ questo qua.

    e’ il nuovo GARIBALDI ???

  15. Scritto da chetristezza

    Ecco un altro milionario che nella vitta tutto ha fatto (a volte con risultati fallimentari… vedi poltrona frau ed altre iniziative industriali naufragate) tranne lavorare e sudarsi un misero stipendio che vuole scendere in politica in età non piu’ tenera per cercare di risolvere i problemi del paese: NO grazie, abbiamo gia’ regalato 20 anni a personaggi come lei i cui danni, ad andar bene, finiranno di pagarli i nostri nipotini. Certo che i poteri forti vista l’ormai secchezza della mammella di arcore si butteranno a capofitto sul nuovo messia borghese… altrimenti come potranno continuare a fare i soldi malgrado le ovvie incapacita’ imprenditoriali!

  16. Scritto da Carlo Pezzotta

    E’ un imprenditore italiano e come tutti gli imprenditori italiani, non ha mai dato nulla all’Italia. Hanno solo preteso attaccandosi continuamente alla tetta dello stato, dell’inps e dei dipendenti, senza mai dare nulla al paese. Hanno fatto solo i loro interessi sulla pelle dei contribuenti onesti, usando i soldi dello stato, non per investire nelle loro industrie, ma per entrare in banche ,finanziarie, assicurazioni. portando gli impianti nei paesi dove è più facile sfruttare i lavoratori, lasciando sul lastrico quelli italiani. Tutto con la complicità dei politici degli ultimi 20 anni!!!!!!

    1. Scritto da La verità fa male

      Su quello che è Montezemolo, su quello che è Monti, e soprattutto su quello che Montezemolo, Passera e Monti rappresentano, sulle sue analisi in merito al terrorismo finanziario la penso anche peggio di lei (e non sono certo un comunista) e ne ho un orrore che lei manco si immagina. L’unica differenza non da poco è che io ritengo l’Imperatore Silvio non complice, ma nemico di questo sistema. Berluska è considerato da costoro impresentabile, politicamente scorretto, leghista, un cavallo pazzo che se ne fregava di questi salotti ipocriti e dei loro futili formalismi. Soprattutto, non agiva da “dietro le quinte” ma ci metteva la faccia, parlando direttamente agli elettori

      1. Scritto da Enrico Torbi

        Si mantiene uno stretto riserbo sulla natura della faccia utilizzata per parlare agli italiani e sulla natura di quello che li sta ricoprendo gli italiani (anche quelli che hanno votato per lui) dopo i disgraziatissimi anni del suo governo.Se un merito va riconosciuto a berlusconi è quello di aver saputo raccontare tante palle in modo talmente credibile da riuscire a turlupinare gli italiani che ce l’hanno imposto al governo.Diciamocelo uno come lui che riesce a convincere la gente che fa gli interessi del popolo è bravo veramente nel cacciare palle pensando che c’é ancora gente come lei (verità) che ci crede nonostante foto,registrazioni testimonianze che si riesce a vedere dappertutto.

      2. Scritto da mokelafo

        ma mi faccia il piacere.. berlusconi che ci mette la faccia.. forse nel prendere in giro gli italiani ci ha messo la faccia. Per fare tutte le “porcherie” che lo hanno portato nell’elite dei ricchi italiani ha sempre delegato il lavoro sporco (corruzione di GDF e giudici, evasione ed elusione) agli altri (da Previti a Dell’Utri, dal fratello Paolo a Brancher agli onorevoli burattini di cui tira le fila etc etc). Ora il suo idolo si aggraperebbe alla repubblica semipresidenziale perche’ e’ l’unica forma dove con uno zoccolo piccolino di preferenze personali potrebbe (Dio ce ne scampi) avere ancora qualche remota possibilita’ di continuare a far danni al paese…

      3. Scritto da muc

        Vista la fine che abbiamo fatto era meglio che berlusconi fosse il contrario di quello che si è dimostrato,cioè la più grossa disgrazia politica del mondo occidentale che è riuscita a vanificare anni di progresso e duro lavoro di noi che lavoravamo(e creavamo progresso)per privilegiare bunga-bunga e reati vari(tutti verificati su internet anche da foto e intercettazioni) ma vanificati da criminali leggi ad hoc per graziarli alla faccia di tutti gli altri.E’ molto triste vedere gente come lei che a fronte del disastro in cui ci troviamo continua a berciare per difendere chi ne ha una buona parte di responsabilità.Francamente non riesco a comprendervi proprio veramente tristissimo e avvilente.

        1. Scritto da La verità fa male

          Non riesco a credere che lei creda davvero (scusi il gioco di parole) che Berlusconi è stata la più grande sciagura del mondo occidentale. La sciagura ce la siamo costruita noi da soli, aderendo in modo fideistico e acritico, senza nemmeno uno straccio di referendum, prima al Trattato di Maastricht e poi all’euro e poi a tutto il resto senza mai una domanda, senza mai avere dubbi. E ancora oggi di fronte alla tragedia di cinque nazioni fallite (Grecia, Italia, Spagna, Portogallo, Irlanda) lei tira fuori il bunga bunga, senza rendersi conto che se l’Europa crolla è per le immense colpe della casta degli euroburocrati, non di chi non veniva nemmeno ricevuto da costoro

          1. Scritto da Muc

            Io sono un tecnico,non credo,sono sicuro.Mi spiace esista ancora gente che ragiona come lei.Cerco comunque di farle capire,in Italia il 10% possiede il 50% dei beni,in 10 possiedono i beni di 3000000 di persone,chi abita in baracca è triplicato(con milioni di case vuote),gli immigrati sono triplicati(ma i disoccupati italiani anche)abbiamo gli stipendi più bassi(la metà che in Germania)le tasse più alte,noi abbiamo creato il progresso e qui chiuse le fabbriche per portarle nel terzo mondo.Berlusconi diceva di governare nel tempo libero e si è promozionato nel mondo per il bunga-bunga e lei se la prende con l’euro senza il quale saremmo a livello terzo mondo.E’ assurdo e tristissimo mi creda

  17. Scritto da Thomas

    Se aspetta ancora un po’ ad entrare in campo…
    L’importante e’ che non faccia la fine delle Ferrari!

  18. Scritto da Sére

    Una associazione con scopi pubblici (vita politica e amministrativa) con i nomi degli aderenti tenuti riservati, probabilmente per “non bruciarli”.
    Boh?!
    E’ proprio un mondo che gira al rovescio!
    E’ un associazione di “nomi pesanti”? di “padri nobili”? di “notabili”?
    Una nuova versione del vecchio Partito Liberale Italiano, rivista e corretta per risultare gradita alla massa plasmata nei centri commerciali?
    Ma che bel cinema! Vedremo le comiche e purtroppo non saranno quelle finali!

  19. Scritto da sergio gandi

    caro Gianmarco, l’idea è buona perché l’impegno civico è positivo e le risorse sono sicuramente di alto profilo. L’unica cosa che mi lascia perplesso è, da un lato, il fatto che un soggetto politico non abbia alcun orientamento politico (né di destram né di sinistra, né di centro), mentre le opinioni non sono mai neutre e sostenerlo non corrispodne alla realtà; all’altro, si ha l’impressione che si sostenga, indirettamente, che i partiti sinao per definizone inefficienti e privi di risorse: molti di noi (parlo del pd) sono pienamente integrati nella realtà produttiva e professionale della città e non si sentono meno società civile di chi decide il propio impegno civico in forme diverse.

    1. Scritto da Gianmarco Gabrieli

      Buongiorno Sergio
      Non dubito che ci siano persone di valore all’interno dei contenitori attuali, ma durante le ultime elezioni amministrative abbiamo assistito ad un tasso di astensione molto elevato. In alcune situazioni addirittura solo un terzo degli aventi diritto di voto è andato alle urne al secondo turno.
      Questo dato è il sintomo di un dolore evidente dei cittadini nei confronti della politica, è il risultato di un paio di decenni passati ad essere pro o contro qualcuno, di personalismi che hanno allontanato i politici dai problemi reali e la società civile dalla politica. E’ invece necessario accendere l’interesse verso la cosa pubblica.

  20. Scritto da MAURIZIO

    Ho capito la loro strategia : fare trasferire all’estero l’opposizione per il disgusto.

  21. Scritto da GP

    BEH si sapeva diamo i soldi ai soldi potere al potere
    lo seguira DELLAVALLE,BOMBASSEI,TRONCHETTI,ECC
    Cioè candidare una persona normale tranquilla ce possa aiutare chi ha veramente bisogno.
    cosa pensate che faccia interessi del cittadino o della FIAT,FERRARI E COMPANI,RECENTE PASSATO VEDI BERLUSCONI E LE SUE AZIENDE.

    BERLUSCONI HA FATTO TUTTO MA TUTTO NON PER NOI MA PER IL SUO GRUPPO.
    BENE MOTEZEMOLO VIVA LA GIOVENTU’
    NEL 2018 ARRIVERA ANCHE BRIATORE OGGI NO PERCHE’ E’ ANCORA GIOVANE