BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Fischi al premier: mi scuso coi parenti dei cadetti ma non con Monti fotogallery

Un assiduo lettore di Bergamonews che ha partecipato alle contestazioni al presidente del Consiglio Mario Monti sabato al giuramento degli allievi della Guardia di Finanza, in una lettera spiega perché il premier non è equo.

Più informazioni su

Un assiduo lettore di Bergamonews che ha partecipato alle contestazioni al presidente del Consiglio Mario Monti sabato al giuramento degli allievi della Guardia di Finanza, in una lettera spiega perché il premier non è equo.

 

Ero tra i contestatori del Prof. Monti, scrivo queste righe per scusarmi con i parenti dei cadetti, venuti da ogni parte d’Italia a Bergamo per condividere con i loro cari un momento che per alcuni, significa un impegno lungo quanto una vita.

Lo capisco e ribadisco il mio rammarico, ma sono anche certo che i finanzieri in divisa, a differenza di quelli in redingote, capiscono perfettamente che un dovere va compiuto, anche quando presenta aspetti, (quasi sempre) poco piacevoli.

“Quando l’ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa dovere”; quando tra le parole e i fatti, si apre un baratro incolmabile, i cittadini hanno il dovere di dimostrare il loro disagio e la loro contrarietà.

Quando si parla di equità e si agisce in modo iniquo, colpendo pesantemente il reddito e i diritti di chi lavora, trascurando al contempo la casta dirigente e le banche, che della crisi sono i responsabili, un distinguo chiaro e forte diventa doveroso.

Mi sono fatto la convinzione, sulla base dei provvedimenti adottati che se Berlusconi era la parte impresentabile, Mario Monti è l’altra faccia della medaglia.

Formalmente corretto, dall’aspetto affidabile e rassicurante ma sostanzialmente addirittura peggiore per l’attacco portato alle condizioni di vita della gente normale.

Se si legge la sua biografia (non quella esageratamente scarna sul sito del Governo, quasi si vergognasse di quello che ha fatto nella vita), si scopre che tra i suoi prestigiosi incarichi enumera anche la presidenza del think tank Brueghel, la presidenza europea della Commissione Trilaterale (fondata da Rockefeller), che è stato membro del comitato direttivo del Gruppo Bilderberg, international advisor per Goldman Sachs, membro del "Senior European Advisory Council" di Moody’s e uno dei presidenti del "Business and Economics Advisors Group" dell’Atlantic Council.

Dall’alto della mia ignoranza, confesso che questi strani organismi internazionali, mi ricordano, certamente sbagliando, la Spectre di 007.

Devo dire che l’ondivago animo popolare della lega sembra averlo capito. Meglio tardi che mai.

Chi pensa che i problemi creati dalla finanza, possano venir risolti da un finanziere, si sbaglia di grosso.

A maggior ragione, sotto il profilo etico, visto che, il sostenitore della precarietà per tutti ha preteso uno stipendio di Senatore a vita come condicio sine qua non, necessario all’accettazione dell’incarico. Il compito di Monti è solo quello di metterci una pezza, almeno agli aspetti più evidentemente inaccettabili della finanza, facendo pagare alle forze produttive la voragine da essa provocata, cambiare qualcosa perchè non cambi niente.

E’ per questo che non mi scuso con Monti, al contrario, senza lo schieramento eccezionale delle forze dell’ordine, avrebbe avuto modo di capire meglio l’aria che tira. E’ aria d’aprile.

Riccardo Bianchi

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da berghemadler

    ho lasciato un commento ieri mattina.
    Cosa conteneva di non pubblicabile ?
    La mancanza di una Vostra giustificazione , mi fara’ sentire lettore indesiderato.

  2. Scritto da Luciano Avogadri

    Quando uno parla di Organismi Internazionali che non conosce quasi vantndosene, e si rifugia nei film di 007 per capire la realtà, ha acquisito il diritto di fischiare chi gli pare. Ci mancava proprio solo la Spectre. Anzi, no. Manca ancora la Mano Nera.

    1. Scritto da f@ntasi@ o re@lt@'?

      Guardi, in realtà non manca proprio niente; mafia e finanza vanno benissimo a braccetto. Del resto, chi è è che ha detto: il denaro è lo sterco del demonio? Chi fu costui? Ah già, un tale di nome Martin Lutero. Aveva talmente ragione che lui stesso è caduto vittima del pericolo che denunciava con tanto ardore. E Lei, caro Avogadri? Solo senso civico e spirito di servizio?

      1. Scritto da re@lt@' o f@ntasi@?

        Fresca di giornata: “Con Ponzellini, il suo braccio destro Cannalire e Corallo, figlio di Gaetano, uomo d’affari vicino al clan catanese di Nitto Santapaola, già condannato per associazione a delinquere – Il Sole 24 Ore – si sta parlando della BPM, come volevasi dimostrare.

  3. Scritto da Arianna

    Ormai abbiamo capito in molti che l’equità a cui si riferisce Monti è falsa…e contestarlo è doveroso per i cittadini ….A forza di contestazioni magari si riuscirà a farlo scendere dal piedestallo in cui si è messo.

  4. Scritto da Giulio

    Lei dice :”Devo dire che l’ondivago animo popolare della lega sembra averlo capito”. E’ fantastico !! I principali protagonisti e responsabili di questo disastro insieme al pdl “sembrano aver capito” ????? Sogno o son desto ? Mamma mia !

    1. Scritto da La verità fa male

      No, il lettore ha capito benissimo. La Lega è un partito autenticamente ruspante e popolare, forse pittoresco e folkloristico, magari con un linguaggio non bocconiano, ma ha un ideale vero: la Padania. La Lega può e deve essere inchiodata alle responsabilità e alle colpe del passato (che condivide con TUTTI gli altri partiti: tutti si sono alternati al governo e la sfido a trovarne uno che ci ha veramente provato a ridurre gli sperperi delle caste politiche, burocratiche e sindacali) ma è stata la prima a capire, e non ci vuole poi un genio, che il rimedio a una crisi causata dalle speculazioni internazionali e dalla grande finanza non può essere un governo di banchieri

  5. Scritto da maria

    ma, io se non ho capito male,monti ,si è dovuto eleggere come senatore, perche non essendo stato eletto, dai cittadini non avrebbe potuto avere il ruolo di capo del governo ..qualcuno mi corregga se sbaglio..graziei

    1. Scritto da La verità fa male

      Le spiego io. Quando Berlusconi è andato da Napolitano dichiarando che si sarebbe dimesso dopo l’approvazione della manovra di bilancio, lo spread era salito a quota 575. A Napolitano non interessava nominare un nuovo senatore a vita e Monti non voleva essere nominato: però la nomina era il segnale (dato ai mercati finanziati e alla Merkel) che dopo le dimissioni ufficiali di Berlusconi, Monti sarebbe stato nominato presidente del Consiglio. Sono state forzate un bel po’ di norme costituzionali, ma si è agito in un contesto di reale emergenza. Il problema sostanziale è quello che Monti avrebbe dovuto fare ma non ha fatto dopo la nomina, a me della forma non frega nulla

    2. Scritto da vacario

      Sbagli: il governo, per esercitare le funzioni che gli spettano deve godere della fiducia delle camere. Il Presidente del Consiglio e i ministri (come nell’attuale governo) possono anche non essere parlamentari

  6. Scritto da maria

    ma, io se non ho capito male,monti ,si è dovuto eleggere come senatore, perche non essendo stato eletto, dai cittadini non avrebbe potuto avere il ruolo di capo del governo ..qualcuno mi corregga se sbaglio..graziei

  7. Scritto da mario59

    Monti all’inizio del suo incarico si riempì la bocca con la parola equità..cosa che fino ad ora nelle riforme attuate dal suo governo, non si è vista per nulla..è questo che io contesto al governo Monti.
    Se per salvare la baracca, bisogna voltarsi indietro le maniche, non significa far pagare il conto solo alle fasce sociali più deboli..così l’avrebbe saputo fare chiunque, e non serviva chiamare il bocconiano professore.
    Il parlamento o meglio il pdl, subito fece capire a Monti che se avresse tirato fuori la patrimoniale, non gli avrebbe garantito la maggioranza.
    Monti se fosse stato equo, avrebbe dovuto gridarlo a granvoce, io voglio mettere la patrimoniale, ma il pdl non mi lascia lavorare

    1. Scritto da tirry

      Ma la voleva davvero e per tutti?

  8. Scritto da I miei fischi

    I miei fischi, e una bella dose di rabbia, sono per tutti quei miopi ed egoisti elettori italiani che per decenni hanno votato e sostenuto i politici che elargivano pensioni precoci ed economicamente insostenibili, consentivano l’evasione fiscale generalizzata, proteggevano le caste e via discorrendo. Oggi paghiamo il conto di tanta irresponsabilità, e soprattutto lo paghiamo noi 40nni. Aveste governato bene prima, non si sarebbero create le condizioni per quello che succede adesso. Invece fanno tutti i vergini sbarcati da Marte ieri mattina: i politici ma anche i loro elettori.

  9. Scritto da Gino

    Finalmente il popolo comincia a capire la vera causa di tutti i mali, altro che il solito refrain della evasione fiscale, che pure essa ė un male, ma non il principale. Avanti così che mandiamo a casa il servo della finanza tossica, e il presidente comunista che lo sostiene. Riprendiamoci la sovranità popolare di eleggere i nostri governanti, di stampare la nostra moneta e di distribuirla senza intermediari strozzini

    1. Scritto da Eolo

      oggi il Financial times pubblica una bozza di documento dove la ue sgriderà Monti per una maggiore efficacia della lotta all’evasione: è quello il supercancro nr.1 . Poi c’è anche il resto.

      1. Scritto da Gino

        Bene, si tassi le evasioni delle banche, il loro sporchi giochetti finanziari che danno utili con i quali comprano debiti dello stato per creare altri debiti su cui lucrare. Su questi giochetti evadono il fisco, e il loro capo Monti fa finta di niente.

        1. Scritto da Eolo

          Gino , forse non l’hai ancora capita . Le banche le devono tenere su per forza di cose (al di là del dirgliene di tutti i colori) , perchè sono messe malissimo , sono piene di titoli di stato e la BCE gliene fa comprare degli altri (di fatto) per tenere su sia lo stato che se stesse . Senza contare tutta la roba tossica che che prevalentemente il sistema della finanza americana e anglosassone hanno rifilato a tutto il mondo. Quindi arrabbiati fin che ti pare ma prega che stiano sù !!

      2. Scritto da 081

        il nr. 2 sono tutti i politici da mantenere (ne basterebbe il 75% in meno) insieme alle pensioni d’oro (3.000 € a testa è + ke sufficiente).

  10. Scritto da notforall65

    Concordo su molte cose, ma dissento sul senso di quel passaggio “…l’ondivago animo popolare della lega sembra averlo capito. Meglio tardi che mai.” La Lega chi? Maroni? Castelli? Quelli che hanno partorito assieme a B. scudo fiscale e depenalizzazione del falso in bilancio? Quelli che non hanno recepito le richieste UE sulla legge anticorruzione? Quelli che arrivato Monti e capita l’aria di inciucio al centro che tirava, si sono messi all’opposizione assieme ad IDV? Il percorso sarà lungo, faticoso ed esaltante, ma non inizierà mai davvero se non prenderemo coscienza del fatto che non sono le sigle di partito ma lo spirito dei cittadini a disegnare la storia di una nazione

    1. Scritto da @nche con il diavolo

      Concordo pienamente, ma nella lettera si parla appunto di “animo popolare” della lega, non dimentichiamo che persino Travaglio e Bocca, hanno guardato con interesse x brevi periodi alla lega intesa come movimento popolare e di base capace di intercettare istanze politiche profondamente sentite sul territorio. Inoltre, se vogliamo cacciare un governo sostenuto da PDL, PD-L e UDC con annessi e connessi, un minimo di alleanze tattiche bisognerà pur farle. La lega è l’unico partito parlamentare che ha votato contro fin dall’inizio. D’accordo sullo “spirito dei cittadini” che disegna la storia, ma questi ci stanno spolpando adesso, senza aspettare i tempi lunghi che tale progetto richiede.

  11. Scritto da BB

    Ma lei che si lamenta di Monti sa che l’alternativa a Monti è il baratro finanziario, con conseguenze terribili per i più poveri? Oppure appartiene a coloro che hanno manifestato anche contro Prodi per la base nato di Vicenza di cui nessuno più parla e le cui conseguenze tutti conosciamo? Solo sette mesi fa si andava avanti parlando di prostitute e leccapiedi. Anch’io posso non condividere le scelte di Monti, peraltro condizionate fortemente da un parlamento non certo autorevole; però sarebbe il caso che ognuno di noi, a partire dagli evasori, facessero un esame di coscienza, se hanno ancora qualche valore che li porta a fare autocritica.

    1. Scritto da @lternativ@?

      L’alternativa a Monti? ecco la mia: nazionalizzazione delle banche, lo stato batte moneta, lo stato la gestisce. Eliminazione della carta moneta, con pagamenti esclusivamente x via digitale, con conseguente eliminazione di corruzione, evasione, lavoro nero, traffici illeciti e mafie varie. Con questa ricetta, mi creda, le conseguenze terribili sarebbero x i più ricchi. Il baratro finanziario, a quanto leggo, è dovuto al fatto che i titoli tossici emessi dalle banche ammontano a 16 volte il PIL mondiale.

  12. Scritto da marco o.

    bell’articolo..è ora che anche “i moderati” aprano gli occhi sul colpo di stato “bianco” al quale abbiamo assistito lo scorso novembre, che ci ha propinato Monti come salvatore della patria..
    Barnard venerdì sera lo ha definito “bugiardo e criminale” su una rete nazionale..vediamo se ha il coraggio di querelarlo

    1. Scritto da Ernesto

      I “moderati” paghino le tasse e non votino chi ci porta al fallimento come hanno fatto con Pdl e Lega. Questa situazione l’hanno costruita loro, altro che palle. Senza il debito portato al 120% del pil, senza i mancati pagamenti per 100 miliardi a chi ha lavorato per stato ed enti non saremmo qui a parlarne .

      1. Scritto da storia

        il debito pubblico non l’ha creato solo il pdl e la lega ma anche i govrnio di centro sinistra e quelli ancora più remoti dc e soprattutto quelli del pentapartito

  13. Scritto da maurizio

    Non cobndivido molte delle scelte di Monti, ma questo che ha scritto, egregio sig.Bianchi, non è la verità:”il sostenitore della precarietà per tutti ha preteso uno stipendio di Senatore a vita come condicio sine qua non, necessario all’accettazione dell’incarico.”
    Perciò mi chiedo: ma la pagano per scrivere menzogne?
    Perchè Io ho una fantasia pazzesca, e potrei scriverle più grosse…Magari guadagno più di lei!
    Buona giornata

    1. Scritto da riccardo bianchi

      A me no, e a Lei?

    2. Scritto da giovanna

      A e come mai lo hanno eletto senatore, anzi lo ha eletto senatore il presidente Napolitano, poco prima dell’incarico. Ce lo spieghi lei!

      1. Scritto da Lorenzo

        credo abbiano capito tutti meno lei e lilli qui sotto : mentre si discuteva delle solite porconate (letta , chissà chi altro) , Napolitano ha con questa nomina mandato un messaggio preciso su ciò di cui c’era assoluto bisogno e subito . Piantiamola con queste chiaccherette da retrobottega, Monti non ha certo bisogno di soldi ed ha pure rinunciato alla retribuzione da premier , queste dietrologie al ribasso vi fanno fare solo brutta figura. Ecchediamine

        1. Scritto da lilli

          mi sa che l’unico che non ha ancora capito un tubo del mondo dove sta vivendo è proprio lei. Se non aveva bisogno di soldi poteva benissimo rinunciare sia alla nomina che al relativo stipendio e non solo a quello da premier. del resto cosa ci possiamo aspettare da una persona ( Lei Lorenzo ) che sta pensando ancora che per far crescere il paese bisogna pagare tasse su tasse e sempre i soliti. Infatti il messaggio preciso era un altro far crescere il paese, solo che poi non si capisce come mai invece stanno crescendo solo le banche e la gente perde il posto di lavoro. Ci illumini Sign Lorenzo dall’alto della Sua grande intelligenza. Magari Napolitano si era spiegato male e solo Lei ha capito.

        2. Scritto da brut@ figur@

          Ma pensa un po’, ha rinunciato allo stipendio da premier (non sapendo x quanti mesi l’avrebbe percepito), ma ha accettato quello di senatore a vita, sottolineo, A VITA. Proprio perchè Monti non ha certo bisogno di soldi, mi sarei aspettato che si fosse messo al servizio del paese GRATUITAMENTE.

    3. Scritto da lilli

      scusi…….dove sta la menzogna? non è forse vero che napolitano lo ha insignito di titolo da senatore e di conseguenza con relativo stipendio?

      1. Scritto da Damiano

        …addirittura lo ha insignito di titolo da senatore, prima di vedere cosa sapesse fare per il Paese. Chi di noi può permettersi di essere stipendiato o premiato a “scatola chiusa”, prima di aver fatto il lavoro e senza sapere come lo svolgeremo??? Anche soltanto questo fatto, è un’ingiustizia, al confronto degli altri cittadini italiani, no???

        1. Scritto da lilli

          Lei ha ragione però guardi attenda la risposta che darà il Sign Lorenzo dall’alto della Sua intelligente illuminazione. sembra che abbia capito solo lui e gli atri invece sono ignoranti. Comunque io la penso come Lei.

      2. Scritto da La menzogna?

        “ha preteso uno stipendio di Senatore a vita come condicio sine qua non, necessario all’accettazione dell’incarico”: dove sta la prova inconfutabile e certa che l’ha preteso Monti come sine qua non? Magari era un modo per segnalare con chiarezza che il ruolo di Monti doveva essere istituzionale e al di fuori dei partiti. Quando si afferma qualcosa bisogna saperla dimostrare senza alcun dubbio, altrimenti sono solo chiacchiere.

        1. Scritto da riccardo bianchi

          Quindi, manca la pistola fumante? Che sia stato nominato senatore a vita è un fatto su cui tutti concordiamo, compare anche sulla biografia di Monti sul sito governo.it, insieme al fatto che è nato. Che sia stato nominato a prescindere, è pure un fatto dimostrato. Sulla condicio sine qua non, suvvia, Monti è pur sempre un finanziere, mica uno stupido come Lucio Quinzio Cincinnato, x cui se A=B e B=C, sia pure presuntivamente… Se preferisce, cito Andreotti: “a pensar male si fa peccato, ma spesso si indovina”. Lei sarebbe in grado di provare con assoluta certezza i motivi che hanno spinto Gesù Cristo o Che Guevara, a fare quello che hanno fatto e a pagarne il prezzo? Altruismo o egoismo?

  14. Scritto da Domenico

    I tempi sono maturi anche per iniziare a fischiare napolitano

    1. Scritto da Giulio

      I tempi sono maturi per mandare a lavorare quelli che vogliono fischiare Napolitano. Sono maturi anche per fargli pagare le tasse a questi signori. I tempi sono maturi per liberarci dai furbetti del quartierino.