BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rovetta, senza incidenti la commemorazione di don Giulio Maria Tam fotogallery

Domenica mattina non ci sono stati scontri o incidenti con i nostalgici che si sono radunati in 300 nel cimitero del paese per la consueta commemorazione in suffragio dei 43 militi della legione Tagliamento. Il padre lefebvriano: "Il terzo conflitto mondiale è alla porte per colpa del fondamentalismo islamico".

Più informazioni su

Giornata di commemorazioni per Rovetta. I giorni che hanno preceduto la ricorrenza sono stati carichi di tensione, tant’è che nel comune seriano si sono persino registrati atti di vandalismo, ma domenica mattina non ci sono stati scontri o incidenti con i nostalgici che si sono radunati in 300 nel cimitero del paese per la consueta commemorazione in suffragio dei 43 militi della legione Tagliamento fucilati il 28 aprile del 1945. A celebrare la funzione, per la quale sono arrivate persone anche da fuori provincia, ci ha pensato Giulio Maria Tam che ha scandito il nome di tutti i 43 militi uccisi nel ’45 ricevendo come risposta dalle persone intervenute un "Presente" seguito dal saluto romano. Il padre lefebvriano ha avvertito che "il terzo conflitto mondiale, quello scatenato dal fondamentalismo islamico, è ormai imminente per colpa dell’America e della massoneria che oggi ignorano questo pericolo mentre 60 anni fa combattevano quel Fascismo che tanto dava fastidio".

Tam ha poi ricordato i 43 militi uccisi che "ci hanno lasciato un messaggio chiaro e forte: restare fascisti nell’idea e nella vita contro la società corrotta di oggi".

La commemorazione si è conclusa intorno a mezzogiorno con i nostalgici che hanno lasciato il posto senza problemi.

Intanto, a poca distanza dal luogo della commemorazione di Rovetta, si è avviata la marcia partigiana che dalla località Conca Verde di Clusone ha condotto i partecipanti al monte Blum. Tra le 250 persone presenti non si sono registrati reduci per via dell’impegnativo percorso proposto dalla salita verso la cima del monte.

I partecipanti hanno raggiunto la vetta intorno alle 11 dove, prima di leggere alcuni messaggi lasciati dai partigiani che non hanno potuto prendere parte all’iniziativa, è stata esposta sul prato la grandissima scritta "Resistenza".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Nationalisti Francesi

    Con questa commemorazione è una bella notizia che ci viene dall’Italia dove tanti giovani italiani non hanno dimenticano in quel giorno la storia dei loro padri e et la loro vita data per il loro popolo. Viva Italia ! http://www.nationalisme-francais.com

  2. Scritto da RIBELLI DELLA MONTAGNA

    Un grazie di cuore a tutti coloro che hanno reso possibile la marcia partigiana di ieri.

    GRAZIE ai partecipanti per aver retto due ore di cammino…ma si sa: le cose più belle si conquistano con la fatica ed il sacrificio come la Libertà e la Democrazia.

    GRAZIE per le parole che gli ex partigiani ci hanno dedicato ed hanno voluto che fossero lette in cima al Blum: ad ogni passo, ad ogni goccia di sudore il nostro pensiero è andato a voi.

    GRAZIE a te partigiano morto per la libertà. Siamo venuti sin lassù a cogliere quel fiore che cresce sulla tua tomba perché possa rinascere ogni giorno in tutti noi.

    Se il Vento fischiava ora FISCHIA più forte.

  3. Scritto da angelo

    onore a noi che abbiamo commemorato i nostri caduti…come sempre quelli di sinistra per ricordarsi che esistono devono pensare a noi….poveri, ormai l’unica cosa che sanno fare è fumare spinelli

  4. Scritto da Paxi

    il bieco antifascismo alimenta solo il fascismo.
    e i numeri hanno parlato chiaro.

    1. Scritto da Rossovivo

      Appunto, che autogol di affermazione.Si vede che i fascisti del secondo millennio sono deboli in matematica…….

      1. Scritto da Ivaldi

        Parliamo di numeri? Come i 3.000 nazifascisti che si sono scontrati con i 1.000 partigiani male armati nella Provincia di Bergamo?

        Quanti di voi teste rasate (e vuote) sarebbero state in grado di affrontare un percorso in montagna di due ore con dislivelli oltre il 30% ?

  5. Scritto da andrea

    guardate i fascisti della terza pippa, sbraitano tanto contro le banche mondiali poi danno la colpa agli islamici se scoppia la terza guerra mondiale? AH SI EPRCHE’ SONO GLI ISLAMICI CHE GUIDANO IL COMPLESSO MILITAR-IMPERIALISTA USA-ISRAELE-NATO? ah come son belli i soldi che arrivano da tel aviv a tutta la nuova destra europea…

    1. Scritto da august

      e pure quelli che arrivano a tal Fiore (fn) dagli istituti statunitensi …….

      1. Scritto da mario84

        bla,bla.bla…comunque una cosa va detta. A rovetta vado per pregare nn per stare a sentire un comizio politico di pessima fattura. Sarebbe meglio che il don si astenesse e pensasse solo a dire messa.

  6. Scritto da Pacio

    Siamo propio in Italia,prima vari atti di vandalismo a monumenti
    Partigiani e poi stà buffonata indisturbati ed anzi ben benino protetti
    dalle varie forze dell’ ordine, senza che nessuno si ricordasse le leggi (apologia fascismo ecc.) e noi in cima al Blum per non dare fastidi a nessuno…!

  7. Scritto da Enrico

    Forte l’immagine di oggi a Rovetta: i fascisti al cimitero, i partigiani su per la montagna, quasi a toccare il cielo!!!

  8. Scritto da torgiol

    Grazie Don Giulio per la santa Messa di stamattina…a proposito dell’articolo , perchè l’autore parla di “nostalgici”???’ c’erano tantissimi giovani che di conseguenza non si possono definitre “nostagici” ..erano li per ringraziare chi si è sacrificato per loro.

  9. Scritto da mario59

    questa mattina alle 9.30 ero a Rovetta assieme a tanti altri antifascisti, siamo saliti a piedi sul monte blum… davvero una bella iniziativa complimenti agli organizzatori..è stato bello fare una passeggiata e nel frattempo ricordare chi ha combattuto contro il fascismo per la libertà…un caloroso saluto e un ringraziamento a tutti i partecipanti.

    RESISTENZA
    .

  10. Scritto da fomentator

    peccato..niente titoloni per la stampa locale…

  11. Scritto da oscar

    Ringrazio Padre Tam e gli altri intervenuti…Presente!

    1. Scritto da orso orobico

      poveretti questi nostalgici.. siete la tristezza dell’italia

    2. Scritto da luca

      Vergogna

  12. Scritto da Rossovivo

    Julious (suppongo Evola di cognome) deve proprio aver preso una bella strizza per postare sta scemenza….. L’anno prossimo non piglierà solo quella, garantito.

    1. Scritto da Lucciole per lanterne

      Rossovivo, lei è talmente preda dei suoi fantasmi da non essersi nemmeno accorto che il post di Julius è dalla sua parte: dice che l’unica manifestazione a Rovetta è stato un torneo di rugby per bambini, sottolineando che quella dei fascisti non era una vera manifestazione. Prima di minacciare a vanvera, si faccia passare la sbronza: se fosse stato un partigiano avrebbe aperto il fuoco sui suoi compagni…la democrazia non ha bisogno di fessi!

  13. Scritto da gambirasio r

    Mi fa pensare che queste “ricorrenze”, vengano riportate dai mezzi di comunicazione bergamaschi,con appellativi del tipo “Don” o “Militi” “funzione”…come se questi organi non abbiano ancora aquisito una libertà tale da potersi sganciare dai poteri marci di chi asseconda volentieri queste manifestazioni sgradevoli al buon senso ma appetibili alla cronaca di seconda scelta.

  14. Scritto da Gio

    grazie per aver risvegliato in me la più sana e limpida passione antifascista, che era latente in questa libera e democratica società antifascista che ha, e sempre avrà, il coraggio di dire no all’ideologia di morte, tra odio e guerre fratricide, come lo è stata quella fascista..

    1. Scritto da prima linea

      intanto che pensi all antifascismo ti fottono col banchismo..avanti beoti

  15. Scritto da julius

    stamattina ero a rovetta… una manifestazione stupenda, bellissima, gioviale, creativa, aperta.
    Complimenti agli organizzatori.
    Sto parlando dell’unica manifestazione che meritava: il trofeo “lupo alberto” di rugby: più di 900 ragazzi che giocano e si sporcano di terra, incitati da tantissimi genitori sorridenti.
    L’unica manifestazione odierna a Rovetta!

    1. Scritto da Presente

      Eheh, brucia e? La libertà altrui intendo!

      1. Scritto da august

        certe libertà sono solo presunzione di libertà, in quanto si basano sulla falsità, storica e morale