BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Dai contestatori nessuna alternativa alla politica del governo”

Pubblichiamo il comunicato inviato dall’Unione di Centro in merito alle contestazioni al premier Mario Monti in occasione del giuramento degli allievi della Guardia di Finanza a Bergamo.

Più informazioni su

Pubblichiamo il comunicato inviato dall’Unione di Centro in merito alle contestazioni al premier Mario Monti in occasione del giuramento degli allievi della Guardia di Finanza a Bergamo.

Gentile Redazione ,

come tutti i cittadini seguiamo con grande attenzione gli sviluppi della crisi economica e l’operato del governo Monti. Siamo convinti che le riforme durissime fin qui adottate si siano rese necessarie, oltre che per la grave crisi finanziaria, soprattutto per lunghi anni di mancata crescita e per il coraggio, sempre mancato nel Paese, di adottare quelle riforme strutturali , adatte a movimentare i mercati e a rimettere in discussione un sistema di diritti – doveri da decenni cristallizzato e che ha fin qui bloccato la crescita economica e culturale della nostra società. Avremmo come tutti preferito che la celerità dimostrata sul tema delle pensioni e sull’articolo 18 fosse stata accompagnata da altrettanta incisività sulle banche, che devono aprirsi maggiormente al credito, e sulle liberalizzazioni, che avrebbero potuto essere più ad ampio respiro . Su questi temi sempre faremo da pungolo, all’interno del nostro partito e nei confronti del governo e della maggioranza che lo sostiene . altrettanto spirito critico abbiamo, in tutte le sedi interne al nostro partito, verso gli sprechi e le inefficienze della politica , di cui solo essa è responsabile e solo ad essa si possono chiedere soluzioni , non essendo i regolamenti delle camere e dei consessi regionali e locali, nei poteri del Governo. La Politica, nel suo senso più alto, dovrebbe avere questa capacità critica, dovrebbe essere in grado di gestire i problemi con idealità , ma con sano realismo e soprattutto dovrebbe essere in grado di manifestare il proprio pensiero con spirito costruttivo e con buonsenso. Per questo, in quanto cittadini impegnati in Politica , guardiamo con preoccupazione a tutti quei movimenti, come la Contromanifestazione di protesta organizzata in occasione della visita del Premier, che inveiscono e che manifestano il loro pur legittimo malessere senza mai proporre alternative credibili e attuabili .Partiti estremisti e centri sociali si avviano a inveire contro le modifiche all’articolo 18, contro la riforma delle pensioni e contro l’approvazione di opere come TAV, Brebemi e affini. Chiediamo a questi soggetti come intendono, in alternativa , rendere più celere il traffico delle merci, che è uno degli elementi in grado di rendere competitive le nostre imprese . Chiediamo loro come , in alternativa , avrebbero reso più credibile l’Italia agli occhi dei mercati e in quale modo avrebbero assicurato , alternativamente, le pensioni anche alla prossima generazione di italiani .Ma soprattutto li invitiamo a fornire, se ne hanno, risposte serie e realizzabili , e non manifesti ideologici da attuare in una qualche utopica realtà che risiede solo nelle loro menti. Per poter ridistribuire ricchezza e creare lavoro , è necessario prima di tutto far ripartire il tessuto produttivo del Paese e guardare non solo ai diritti da difendere , ma soprattutto a quelle categorie , come i giovani , che si vedono le porte del lavoro sbarrate , a causa di un sistema economico bloccato. Non saranno la sterile polemica e ideologie che non fanno i conti con la realtà a far uscire l’Italia dall’impasse economico e politico in cui versa . Non sarà una lotta a chi urla più forte a restituire leadership credibile all’Italia. Non è questo il momento in cui dividersi in lotte sociali e di classe , eco di un periodo che credevamo di aver passato e di cui invece gli ultimi eventi nazionali minacciano il ritorno . Equità e crescita vanno perseguite con senso di responsabilità e con spirito costruttivo, partendo anche da critiche aspre e necessarie , ma che siano sempre in grado di proporre alternative. Noi siamo profondamente convinti che sia questo il tempo in cui parlare alla testa dei cittadini e non alla loro pancia e che la via da seguire sia quella di azioni costruttive e razionali; la Politica deve essere in grado di dire dei “SI” e dei “COME” e smettere di dire dei “NO” e deve a nostro avviso premere sull’acceleratore dell’integrazione europea, da cui solo può venire la crescita , piuttosto che trincerarsi dietro a proposte assurde come fantomatiche monete locali (si veda Grillo) o improbabili schemi economici che demonizzano infrastrutture e mercato libero. La manifestazione in programma nella giornata di sabato ci appare ancor più inappropriata dal momento che accade durante il giuramento della Guardia di Finanza, corpo dello stato impegnato in prima linea nella lotta alla più grande iniquità di questo Paese: l’evasione fiscale.

(In ordine alfabetico)

Antonio Maria Leonetti (Vice Segretario provinciale)

Rodolfo Pinto (Membro Direzione cittadina, Responsabile sicurezza)

Federico Villa (Segretario cittadino)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Uno di Crespi

    Ma come hanno il coraggio questi qua dell’ UDC di esprimere giudizi sulla credibilità dei contestatori di Monti? Questi stavano nella Dc, poi al governo con Berlusconi e adesso sono alleati di Rutelli e Fini. Sarebbe questa la serietà? Ma non si vergognano di rendersi ridicoli in pubblico raccontando scemate?
    In fin dei conti però la cosa più grave e che non si rendono conto che le loro proposte credibiili, visto che stavano al governo con Berlusconi e Bossi sino a poco fa, hanno portato il paese sull’orlo del baratro, altro che credibili sono degli sciagurati.

  2. Scritto da Roberto

    L’UdC non esiste più e tra poco sparirà viste le percentuali…e poi chi sono questi tre? Non li conosce nessuno…

  3. Scritto da fabbrizio la torre

    uno che si firmaGaetano Bresci si commenta da solo…..forza ragazzi unica novita’ a bergamo

  4. Scritto da tale-bano

    udc, pdl, pd tutte sigle che hanno rovinato l’italia, e a chi dice che grillo non è in grado di governare vorrei dire che se quelli capaci a governare sono questi qui, meglio NON essere capaci a governare, e che sicuramante peggio di questi qui NON si può fare

    1. Scritto da Roberto

      Credo tu sia in leggero stato confusionale , forse volevi scrivere Udc, PDL e LEGA , com’è che ti sei confuso ?

      1. Scritto da tale-bano

        no, no intendevo pd anche se all’opposizione -per modo di dire- la lega poi non la considero neppure.

  5. Scritto da Gaetano Bresci

    tipica posizione di chi, economicamente garantito, non vuole vedere, o non ne è capace, le difficoltà e le miserie di gran parte della classe suibordinata e non presta ascolto alle analisi e contenuti/proposte che escono dall’alveo politico culturale di riferimento…ce ne sono di proposte, eccome !!! naturalmente tutte oscurate e ignorate dai media mainstream

  6. Scritto da tex

    udc ? chi ? quelli di casini ? a si ho capito un manipolo di persone intente solo a racimolare poltrone ! siete complici della situazione, io personalmente darò il mio voto a chi mi garantirà l’emarginazione, l’allontanamento di voi ! meglio il vuoto, una crisi profonda con tutto ciò che ne consuegue piuttosto che vedervi in giro !

  7. Scritto da DD

    Esatto… Contestano senza aver fatto alcuna proposta concreta; con il populismo non si arriva da nessuna parte.
    Mi chiedo come mai c’erano tra la gente degli infiltrati di FORZA NUOVA, vedere il ragazzo ripreso da diverse tv che gridava “USURAIO!”.. Si vuole cavalcare il disagio provocato dal governo mannaia per recimolare voti? Fino a prova contraria siamo giunti a questo punto per il malgoverno e la malpolitica degli ultimi 15 anni, quindi la colpa è un po’ di tutti e soprattutto degli ultimi governi LEGA-PDL.. Poi si dica tutto quello che si vuole.

    1. Scritto da gigi

      le proposte concrete ci sono ma non vengono recepite dagli interessati essendo troppo impegnati a difendere il loro orticello. via i politici corrotti, ( non ripresentarli + alle elezioni) cambio legge elettorale, taglio (vero) privilegi, taglio (vero) enti inutili come le province, eliminazione degli ordini (avvocati,notai e compagnia bella ) dimenticavo che però 180 avvocati sono in parlamento e fanno ostruzione …………….e poi potrei andare avanti. ma voi dell’udci cincicschiate e parole parole parole soltanto parole parole parole dette da nessuno !!!

      1. Scritto da DD

        scusami ma non ci siamo; io non sono dell’UDC; sono pienamente d’accordo con te in merito alle cose che si potrebbero fare ma non vengono fatte, ma rispondimi se c’è stata una forza politica, una, che una volta al potere ha fatto quello che andava fatto per mettere in riga questo paese.
        Io francamente ce l’ho con quelli che si fanno PILOTARE da dei “pifferai” che fino all’altro ieri erano al governo pure loro e ci hanno portati a questo schifo di situazione, dalla quale francamente credo non si voglia proprio venire fuori per paura di fare tolto a questo o a quello.

  8. Scritto da giovi

    Bravissimi ragazzi, salutiamo coloro che contestano sempre senza mai una proposta standosene tutto il giorno a far niente occupando abusivamente strutture pubbliche!!!fuori dai piedi abusivi!!avanti così!

    1. Scritto da Gaetano Bresci

      tu li conosci tutti i partecipanti al corteo dell’altro giorno per dire che sono scansafatiche e nulla facenti? …’azz’ sei un fenomeno!

  9. Scritto da Mario R

    Sono pienamente d accordo con voi e Monti, i problemi non si risolvono con vacue contestazioni (e io aggiuno di scansafatiche!)

    1. Scritto da aldo

      voi le definite vacue contestazioni ma solo perchè la vostra casta impedisce l’accesso ad altri, la casta ha fatto si che gli eletti fossero nominati dai soliti ma non rappresentate nessuno se non voi stessi. pertanto fora di bal

  10. Scritto da Mario

    @giovanni non mi risulta che Pinto,Leonetti e Villa abbiano mai bocciato qualche riforma.forse è il caso che si inizi a ragionare su quello che dicono questi ragazzi anzichè parlare sempre di DC o renderlo responsabili delle scelte fatte da altri.il cambio generazionale deve partire dalle nostre teste,ascrivere ai giovani le colpe dei vecchi è il modo migliore per nom far cambiare mai la politica

  11. Scritto da giovanna Rota

    Villa e Leonetti vi seguo dal lontano 2008 continuate cosi…..quelli che oggi vi chiamano democristiani e vi contestano sono quelli che 30 anni fa dicevano via dalla Nato….perche’ ci avrebbe portato alla guerra!!!!!!!!!!!!!!!!!La storia in europa nn ha avuto un periodo di pace cosi lungo…..Forza ragazzi

    1. Scritto da Gaetano Bresci

      si, vallo a raccontare agli Iracheni, afgani, libici, ex-yugoslavi…ah già!, dimenticavo, per voi questa popolazioni sono barbare e selvagge.

  12. Scritto da Ivan

    democristiani –
    Detto questo, ho detto tutto………..

  13. Scritto da manuel

    Parole chiare daparte di giovani capaci e credibili

  14. Scritto da nosari

    giustissimo!!!! grande villa!!!

  15. Scritto da Pablo

    Giusto!!!!!Grandi!!!

  16. Scritto da mario59

    L’alternativa alla politica sciagurata di questo governo esiste..eccome se esiste..si chiama patrimoniale… ma Casini & C.
    non ci sentono da quell’orecchio..loro sostengono il continuo tartassamento delle classi sociali più deboli, che questo governo sta attuando senza pietà.
    Gli Italiani che stanno pagando a caro prezzo anche per chi continua ad evadere e a diventare più ricco di prima..si devono ricordare di tutto questo…l’anno prossimo ci saranno le elezioni politiche…occasione d’oro per mandare a casa i falsi profeti come Casini che fanno i moderati ma che in realtà sono degli spietati nei confronti dei più deboli….dobbiamo levargli la poltrona da sotto il sedere..è l’unico modo.

  17. Scritto da meo bikiko

    Considerando che da molti anni i nostri governanti dicono per andare bene bisogna liberalizzare privatizzare, e infatti stanno liberalizzando e privatizzando tutto quanto,ma visto che le cose invece di migliorare sono peggiorate dappertutto forse per risolvere i nostri problemi bisogna fare il contrario di quello che si è fatto finora.Cioè ripristinare i dazi per chi produce a 1 in bangladesh per rivendere qui a 100,rivedere poste,benzina,scuole,assistenza ecc….Il cittadino deve pagare (con le sue tasse) i servizi,non gli utili di chi li appalta (magari in nero).Il sig.Casini vuole da anni che il governo prenda provvedimenti impopolari,finalmente adesso lo sta facendo.Questa è una proposta

  18. Scritto da Giovanni

    Proprio voi che avete bocciato ogni tentativo di riforma!L’attuale legge elettorale era stata pretesa da Casini e Follini per votare a favore della riforma costituzionale del 2005,con la riduzione di circa 200 parlamentari, il senato delle regioni, la devolution, l’elezione diretta del capo dello stato,ecc.poi fatta bocciare dal referendum del 2006 soprattutto nella sicilia di cuffaro.La gdf dovrebbe guardare anche a sud della Lombardia dove c’è la maggior parte dell’evasione fiscale.

  19. Scritto da luc

    l’alternativa la darebbe casini? … magari con i cannoli di cuffaro. Ma fateci il piacere, per fortuna l’anno prossimo ci sono le politiche e non entrerete in parlamento!