BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Pd chiede interventi: “Il raduno di Rovetta è apologia di fascismo” fotogallery

Tre esponenti del Partito democratico di Bergamo intervengono sull'appunatemnto di domenica 27 maggio a Rovetta: sono Sergio Gandi, consigliere comunale, Gabriele Riva, segretario provinciale e Matteo Rossi, consigliere provinciale.

Tre esponenti del Partito democratico di Bergamo intervengono sull’appunatemnto di domenica 27 maggio a Rovetta: sono Sergio Gandi, consigliere comunale,  Gabriele Riva, segretario provinciale e Matteo Rossi, consigliere provinciale.

 

Anche la prossima domenica 27 maggio, come ogni anno, decine di nostalgici celebreranno a Rovetta i caduti della legione Tagliamento con slogan fascisti e saluti romani.

Premesso il rispetto che sempre si deve ai morti, ma senza dimenticare che i repubblichini della Tagliamento hanno torturato, ucciso, deportato e bruciato interi paesi della Val Seriana, ci chiediamo perché manifestazioni di questo tipo debbano essere tollerate e considerate "normali".

I saluti al duce, i fasci littori, le croci celtiche, gli inni del Ventennio sono un insulto non solo alla memoria di chi ha lottato per la libertà in quegli anni, ma a tutti coloro che oggi credono nei valori della Costituzione e nella democrazia.

E’ per questo che anche il Partito democratico bergamasco, insieme all’Anpi e a molte altre associazioni antifasciste, non può che condannare l’apologia di fascismo che ancora una volta avrà luogo domenica a Rovetta, e sollecitare le autorità affinché pongano fine a questa vergognosa tradizione.

Sergio Gandi, consigliere comunale Pd

Gabriele Riva, segretario provinciale Pd

Matteo Rossi, consigliere provinciale Pd

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Michele d'asaro

    http://it.m.wikipedia.org/wiki/Strage_di_Rovetta#section_7

    Non ho altro da aggiungere se non un invito alla vergogna dell’imparzialità dei sinistri figuri che hanno protestato INUTIMENTE contro. Noi ci siamo, in tanti e sempre di più. W la libertà di commemorazione! MICHELE D’ASARO.

  2. Scritto da Yu-li-han

    I prigionieri non si uccidono, le leggi internazionali non si calpestano, gli istinti di vendetta si dominano, gli errori si ammettono, la Pace si attua, le vittime si riconoscono tali, reciprocamente.

  3. Scritto da vito

    Ma ci si rende conto di quante inezattezze si scrive ???? i tre esponenti del PD…hanno ancora assistito alla commemorazione di Rovetta?? ma quali slogan fascisti? c’è il ricordo di 43 ragazzi uccisi barbaramente, una santa Messa (di quelle vere) celebrata in suffragio..tanti labari di reduci…..e .certo, il saluto romano, che magari sarà vietato ma che in questa occasione rende onore a chi ha sacrificato la sua giovane vita per un’ideale che può essere condiviso o meno ma che va rispettato…..

  4. Scritto da giovanni

    l apologia di fascismo e’reato. le chiacchiere stanno a zero!

    1. Scritto da vito

      devo ridere???

      1. Scritto da walter semperboni

        L’apologia del Fascismo viene ritenuta reato,solamente se si intende ricostituire il PNF,il saluto Romano o il cantare canzoni Fasciste non è perseguibile per legge

  5. Scritto da mario59

    Il PD si riscopre antifascista solo quando ha bisogno di aggiustarsi il lifting…e questo non fa altro che renderli ancora meno credibili…
    Purtroppo nel PD c’è troppa DC riciclata…mentre di sinistra non c’è un bel niente.
    Pertanto chi vuol votare per il centrosinistra, sappia che votando il PD vota al centro per non dire centrodestra.
    Mandiamoli a casa i finti comunisti del PD che non sono ne carne ne pesce…ma purtroppo soggetti pronti a portare avanti gli interessi dei potenti, a scapito delle fasce sociali più deboli… in poche parole, ritengo il PD peggiore anche dei partiti di centro destra… loro almeno lo dicono e lo dimostrano, da quale parte stanno.

  6. Scritto da roberta

    Pare che ci sarà il solito Don Giulio Tam. Sarebbe carino se l’attualeVescovo di Bergamo, anche per distinguersi dal rumorosissimo silenzio dei suoi predecessori, spendesse una parola sulla questione. Ma ovviamente non lo farà mai.

    1. Scritto da Sere

      Giulio Tam é in tale contrapposizione con la Chiesa cattolica Italiana, che é stato sospeso “a divinis”.
      Il sig. Giulio Tam era un prete e oggi é sospeso, dimmi che può dire di più un vescovo?
      L’hanno espulso!

      1. Scritto da vito

        Don Giulio è uno dei pochi Sacerdoti Cattolici, ancora veramente Cattolici…..

    2. Scritto da mario59

      e vorrei vedere….il 99% per non dire il 99,9 % del clero guarda a destra…ai tempi il parroco di Rovetta nascose in canonica per tre mesi uno di quelli della tagliamento… va bene così.. ha salvato una vita umana, ma se fosse stato un partigiano l’avrebbe consegnato in 2 secondi.

      1. Scritto da Marco

        ma come si può parlare così senza conoscere un minimo di storia !!!. Sacerdoti uccisi o deportati in campi di concentramento o fucilati, migliaia di ebrei salvati dalle deportazioni dalla chiesa cattolica (in prima fila il futuro Papa Giovanni XXIII), parroci che salvarono partigiani e difesero con la loro vita i loro parrocchiani dai fascisti.

      2. Scritto da IL Bona

        Ma va la!!! guarda che i il parroco di rovetta, non fece proprio nulla per salvare i prigionieri……ne salvo solo uno che scappato da una finestrella si trovo casualmente in casa del parroco, il quale forse preso dai sensi di colpa per gli altri 43 non lo riconsegno ai partigiani. va bene difendere la resistenza ma almeno un pizzico di buonsenso da parte di tutti non farebbe male.

        1. Scritto da mario59

          hai mai sentito parlare dei criminali nazisti, scappati in sud america con l’appoggio del vaticano…?

          Comunque sto padre tam prima scomunicato e poi reintegrato dalla chiesa di roma..la dice di granlunga di quali siano nella stragrande maggioranza, gli ideali politici del clero.

        2. Scritto da marco

          Si vuole leggere la storia con gli occhi di oggi. Orrori ne furono commessi da entrambi i fronti. Forse ci dimentichiamo di cosa vuol dire una guerra. Ma non possiamo scordare chi si batteva per la libertà. La nostra Repubblica, piaccia o non piaccia, è figlia di quella storia, della resistenza e della guerra vinta dagli alleati contro il nazi-fascismo.

  7. Scritto da ct

    al pd non sarà sembrato di aver trovato un argomento su cui pronunciarsi.. viste le acque in cui navigano un pò di demagogia antifascista rinsalderá la base..

  8. Scritto da m@ v@ l@'

    Mi spiace che la redazione giudichi non pubblicabile un brano letterario tratto da “Una questione privata” di Beppe Fenoglio. Per crudo che sia, Fenoglio è uno che sa di cosa parla.

  9. Scritto da luca

    I morti sono tutti uguali? solo che qualcuno è morto perchè voleva mandare la gente nei campi di concentramento, qualcun’ altro perchè voleva salvarla…. non è la stessa cosa! ORA E SEMPRE RESISTENZA!

  10. Scritto da Da Rovetta

    Spero che domani mattina ci sia un bel temporale con grandinata cosi magari NERI e ROSSI ve ne state a casa vostra e non venite a deturpare i nostri cimiteri e le nostre montagne! volete fare manifestazioni di vario tipo? FATELE A CASA VOSTRA e LASCIATECI IN PACE, SIA I VIVI CHE I MORTI DI ROVETTA:

  11. Scritto da monica

    I morti meritano il rispetto di tutti, parlare di apologia del fascismo nel 2012 mi sembra solo strumentalizzazione, forse che il Pd bergamasco non ha altre cose di cui occuparsi?

  12. Scritto da marco

    La sinistra ancora una volta non perde occasione per dimostrare la sua cecità e faziosità difronte alla commemorazione di caduti.tutti noi Italiani assistiamo da decenni a 25 Aprile con striscioni e bandiere Comuniste……eppure nessuno si lamenta o cerca di screditare quanti caddero per la libertà. Ora perchè vi affannate tanto?

    1. Scritto da mario59

      Perchè non vogliamo pagliacciate e commemorazioni fasciste, oltretutto vietate dalla costituzione…il 25 aprile è la festa Nazionale proprio per ricordare la liberazione dell’Italia dalla dittatura del nazifascismo…pertanto signor Marco cerchi di evitare di paragonare le due cose…che sono completamente diverse.

    2. Scritto da cecit@'

      Mi perdoni, lei si fa la domanda, si dà la risposta, e nemmeno la capisce? Non vede la differenza tra la commemorazione di chi è morto combattendo x la libertà e di chi è morto al servizio della dittatura e dell’occupante tedesco? La sinistra sarà pure faziosa e cieca, ma Lei, che è?

  13. Scritto da gigi

    ma se non ci fosse il pd come sarebbe l’italia ? un “partito” che vive solo mettendo in luce ciò che (secondo loro) non va. ma per il resto sono il nulla assoluto, lo zero pieno,

  14. Scritto da andrea

    il fatto che cosi tanta gente si occupi di queste persone che vogliono solo celebrare delle persone scomparse mi fa pensare che gli stessi abbiano paura , vista la nuova ondata di partiti di destra che in europa si stanno facendo avanti,

    1. Scritto da mario59

      Il fatto è che le persone scomparse, si possono ricordare anche senza organizzare una pretestuosa manifestazione di stampo fascista…beffandosi del divieto imposto dalla costituzione Italiana.

    2. Scritto da p@ura?

      Paura? Non è il termine esatto, piuttosto tristezza, nel dover constatare che l’umanità è incapace di imparare dai propri errori; forse un po’ di noia, dovuta alla necessità di doversi attrezzare per ricominciare un lavoro che si pensava già fatto. Fa niente, questa volta vedremo di estirpare il cancro fino alla più piccola radice.

  15. Scritto da LUCA

    W MATTEO ROSSI!!!!

    1. Scritto da LUCA CASU

      W MATTEO ROSSI W IL PD!!!!

  16. Scritto da huilo

    dividi et impera

  17. Scritto da Gaetano Bresci

    è lo stesso PD di Violante e soci che anni fa vollero “pacificare” gli animi mettendo sullo stesso piano i giovani partigiani con i “ragazzi di Salò” ???

    1. Scritto da mario59

      Non credo proprio che sia come afferma lei….a meno che il tutto sia avvenuto lontano dall’attenzione dei media….una cosa simile avrebbe giustamente scatenato l’ira di chi da sempre crede nella libertà ottenuta grazie anche al sacrificio di chi ha combattuto il fascismo.

  18. Scritto da p@ne e rose

    Meglio tardi che mai. Sono anni che questi figuri sono lasciati liberi di commettere apologia di fascismo.E’ tempo d’aprile.
    Pietro aspetta il sole, ripeto, Pietro aspetta il sole.

  19. Scritto da Ivan 1976

    Buongiorno PD…!! come al solito arrivate sempre oltre il tempo massimo consentito..
    Possibile che per tentare di metterci una toppa in extremis arrivate 48 ore prima del raduno nazifascista di Rovetta??
    Ma in questi mesi dove siete stati…?? in letargo…??
    La Sinistra (quella vera!) ne parla da mesi e si è organizzata x tempo.. voi che fate…?? vi svegliate il 25 di maggio…??
    ANTIFASCISTI SEMPRE!! (non solo all’ultimo minuto..)

  20. Scritto da Inzuppa il pane

    Secondo me, i nostalgici di Rovetta sono, in realtà, figuranti stipendiati dalla sinistra bergamasca: se non ci fosse Rovetta, emergerebbe la spaventosa mancanza di idee di certa gente. Così, se non altro, nei blog e sui forum, qualcuno può avere perfino l’impressione che ci sia un fascismo sempre minaccioso da combattere e che ci voglia qualche eroe duro e puro per farlo…Per quanto, a lungo andare, i fessi che abboccano siano sempre meno (e sempre i soliti). Benedetta Rovetta, per gli antifascisti in s.p.e.: altrimenti, i loro neuroni sarebbero felicemente disoccupati.

    1. Scritto da Gianluca Breda

      Ci mancano solo i revisionisti, i capo’ in Germania, Austria e Polonia erano animatori turistici alora?

      Ma si rende conto di quello che scrive??

      1. Scritto da Inzuppa il pane

        Perfettamente, caro Breda: e non usi termini di cui non padroneggia il significato. io non sono nè revisionista, nè giustificazionista, nè negazionista: se contestare la pretestuosità del paventare minacce fasciste per giustificare la propria esistenza politica o la propria personale inadeguatezza esistenziale è revisionismo, io sono un fachiro indiano! Mi risparmi certe sciocchezze: in questo Paese andrebbe proibita ogni (e dico OGNI) apologia della violenza: solo così si avrebbe un accettabile livello di civiltà. Invece, si preferisce il tifo da stadio. Faccia pure finta di non capire, ma non tiri in ballo la storia da sussidiari, per cortesia. E i kapò erano dei prigionieri, per inciso..

        1. Scritto da simone pianetti

          A cominciare dallo sfruttamento dell’uomo sull’uomo? Lei padroneggia la forma, ma non padroneggia la sostanza, o forse, la spadroneggia anche troppo bene. Per inciso.. i kapò erano prigionieri che collaboravano con gli aguzzini x salvarsi la pelle, diventando aguzzini a loro volta e x di più traditori. Scelta che molti pagarono.. a suo tempo.

        2. Scritto da simone pianetti

          A cominciare dallo sfruttamento dell’uomo sull’uomo? Lei padroneggia la forma, ma non padroneggia la sostanza, o forse, la spadroneggia anche troppo bene. Per inciso.. i kapò erano prigionieri che collaboravano con gli aguzzini x salvarsi la pelle, diventando aguzzini a loro volta e x di più traditori. Scelta che molti pagarono.. a suo tempo.

          1. Scritto da Se ne sentiva il bisogno...

            Mi scusi, sa Pianetti, ma non mi riesce di cogliere nelle sue parole il minimo contenuto sensato: io avrei sostenuto lo sfruttamento dell’uomo sull’uomo? Avrei detto che i kapò erano brave persone? E sì che il mio intervento è lì da leggere… Cos’è che le impedisce di capire delle cose semplicissime: l’entusiasmo o gli alcaloidi? Mi faccia capire: cosa non condivide nelle mie parole? Se leviamo un po’ di retorica da terza elementare, lei non dice proprio niente: si può sapere cosa vuole di preciso? Perchè, se scrive per dare aria all’inchiostro, le conviene dedicarsi al rubamazzo: ci fa una figura migliore.

  21. Scritto da Darest

    Loro, i veri politici del 2012, si preoccupano di 4 vecchietti di 90 anni che si ritrovano a salutare i propri morti in un cimitero, mentre i giovani non hanno lavoro e i suicidi di imprenditori sono all’ordine del giorno.

  22. Scritto da ALessandro

    ridicoli, è stato costruito da mesi un percorso di mobilitazione antifascista e il pd come al solito non ha fatto nulla. puntualmente pochi giorni prima prova a prendersi il merito delle iniziative portate avanti da altri. se il pd è contro il raduno fascista perché non ha partecipato all’organizzazione ne mai sostenuto le varie iniziative antifasciste organizzate in questi mesi, marcia di rovetta compresa?

  23. Scritto da sveglia, pd!

    Complimenti per il tempismo! Sono mesi che si parla di Rovetta e quelli del PD si svegliano due giorni prima a chiedere che la manifestaizone fascista venga impedita? A sto punto potevate aspettare ancora un paio di giorni e fare un comunicato postumo!