BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Al via il Biblofestival: 9 giornate in 18 comuni per stimolare alla lettura

Tutto è pronto per l'inizio dell'11esima edizione di Biblofestival, la manifestazione bergamasca per valorizzare la cultura del libro e della lettura in maniera educativa e divertente che prende il via venerdì 25 maggio.

Tutto è pronto per l’inizio dell’11esima edizione di Biblofestival, la manifestazione bergamasca per valorizzare la cultura del libro e della lettura in maniera educativa e divertente che prende il via venerdì 25 maggio.

Sono 18 i Comuni – numero superiore rispetto alle precedenti edizioni – che hanno aderito all’iniziativa, coinvolgendo così tante diverse realtà sotto lo stendardo culturale e ludico di Biblofestival: Arcene, Azzano San Paolo, Boltiere, Brembate, Comun Nuovo, Curno, Dalmine, Lallio, Levate, Mozzo, Osio Sopra, Osio Sotto, Paladina, Spirano, Stezzano, Urgnano, Verdellino, Verdello, che fanno tutti riferimento al Sistema Bibliotecario Intercomunale dell’area di Dalmine, punto centrale per l’organizzazione del festival. Nei giorni della manifestazione – ovvero dal 25 maggio al 10 giugno – i Comuni coinvolti diventeranno dei palchi a cielo aperto per ospitare gli eventi e le attività di Biblofestival: incontri con autori, teatro di strada, narrazioni, spettacoli teatrali, installazioni e laboratori sono solo la punta dell’iceberg per un festival a tutto libro, a cui si aggiungono 14 spettacoli teatrali serali, due notti in biblioteca e un pic-nic al crepuscolo.

Biblofestival parte a Mozzo – venerdì 25 maggio appunto – all’auditorium delle Scuole medie con il laboratorio ludico “Gira la Trottola” alle 20:30 e lo spettacolo teatrale “Gioco” alle 21:30; la manifestazione poi si sposterà nei giorni successivi a Osio Sopra e Boltiere (sabato 26) e Brembate e Lallio (domenica 27).

“Se tutte le cose andassero come Biblofestival non si potrebbe certo parlare di crisi. È vero, di risorse ce ne sono sempre meno, e la cultura è il primo settore a risentirne. Però quando i progetti sono vincenti essi diventano delle priorità e, pure fra le difficoltà, si fa di tutto per mantenerli” ha spiegato Gianluca Iodice, assessore alla Cultura e alle Tradizioni di Dalmine “Contro il diffuso pessimismo di chi vede tutto nero, di chi preconizza la morte dei libri, abbiamo la prova provata che scommettere sui più piccoli in biblioteca vuol dire far crescere giovani lettori, appassionati e competenti. Un successo mai del tutto acquisito, che va continuamente coltivato. Ma che resta comunque qualcosa di cui andare fieri”.

Tra i laboratori presenti quest’anno, ci sarà il ritorno del Ludobus Giochingiro – la ludoteca ambulante carica di giocattoli – e del suo cugino fiorentino Ludobus Burubus, presente fin dalla primissima edizione del festival. A questi si aggiungono la “Falegnameria di Pinocchio” – per ricostruire collettivamente la fiaba di Collodi con lo stesso materiale del celebre burattino –, “1, 2, 3, Stella: Laboratorio planetario” – una notte in biblioteca a luci spente per scoprire le meraviglie del cosmo e le leggende associate alle costellazioni – e “Io, io, io… E gli altri?”, la mostra sui diritti dei bambini trattati in modo adatto ai più giovani, in un binomio di parole e immagini.

Molti gli autori che interverranno nel corso della manifestazione: Janna Carioli – una delle autrici de “La Melevisione” –, Gek Tessaro – autore e illustratore di libri per bambini –, Guido Quarzo – vincitore del “Premio Andersen – Il mondo dell’infanzia” nel 1995 –, Giusi Quarenghi – bergamasca, Premio Andersen 2006 come miglior scrittore –, Nicoletta Costa – creatrice dei personaggi Nuvola Olga, Giulio Coniglio e Strega Teodora –, Chiara Carminati – redattrice di Fuorilegge, la rivista dedicata ai ragazzi e alle loro letture – e Bruno Tognolini, scrittore per programmi come “L’Albero Azzurro”.

Per informazioni è possibile rivolgersi alla biblioteca civica di Dalmine (0356224840) o visitare i siti internet www.biblofestival.it e www.sbi.areadalmine.bg.it.

Emanuele Tomassoni

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.