BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dalla Regione più di 1 milione per l’energia geotermica

Un altro passo per risparmiare energia, e un nuovo punto segnato nella lotta contro lo smog. È questo lo scopo del rifinanziamento, con circa 4 milioni di euro, del bando sulle energie rinnovabili, messo a punto dall'Assessorato regionale all'Ambiente.

Un altro passo per risparmiare energia, e un nuovo punto segnato nella lotta contro lo smog. È questo lo scopo del rifinanziamento, con circa 4 milioni di euro, del bando sulle energie rinnovabili, messo a punto dall’Assessorato regionale all’Ambiente, Energia e Reti, che incentiva l’installazione di nuovi impianti alimentati con le cosiddette ‘pompe di calore’ (che sfruttano l’energia geotermica). "Regione Lombardia – spiega l’assessore Marcello Raimondi – con uno sforzo finanziario significativo, soprattutto in questi periodi di ristrettezze economiche, finanzia altri 28 progetti di Enti locali che vogliono investire sulle energie rinnovabili e sul risparmio energetico, e cioè sulle vere linee strategiche per il futuro energetico ed economico della nostra regione". Il bando infatti era rivolto a quegli Enti Pubblici che volevano realizzare impianti di riscaldamento e/o raffrescamento tramite pompe di calore. I nuovi fondi permetteranno dunque di portare a quasi 150 i progetti che potranno essere finanziati in tutta la Lombardia.

RISCALDAMENTO PIÙ PULITO – "In questo modo – commenta Raimondi – diminuisce la dipendenza dal combustibile fossile e vengono valorizzate le risorse energetiche rinnovabili localmente disponibili. Allo stesso tempo, tramite la riduzione di emissioni clima-alteranti, si contribuisce al miglioramento delle condizioni ambientali". "Questa, come altri interventi – continua l’assessore – è la risposta della Regione alla forte domanda di energie alternative che arriva dai territori. In particolare i Comuni hanno il desiderio di dare il buon esempio e di puntare sulle rinnovabili per il loro approvvigionamento energetico. Anche con questo ulteriore contributo ribadiamo la vicinanza della Regione alle loro aspettative".

I TERMINI DEL BANDO – I progetti approvati dovranno essere realizzati e validati entro il 31/12/2013. I contributi, interamente a fondo perduto, coprono fino all’80% del costo totale ammissibile, per un ammontare massimo di 500.000 euro per ogni soggetto. Si stima che la realizzazione di questi progetti comporterà un risparmio energetico di circa 140 tonnellate equivalenti per anno di petrolio e una mancata emissione di circa 500 tonnellate/anno di CO2.  

PROVINCIA DI BERGAMO – TOTALE: 1,25 MILIONI EURO

Comune di Cene 279.698,35 euro

Comune di Verdello 238.823,88 euro

Comune di Torre Boldone 193.706,86 euro

Comune di Fiorano al Serio 133.844,97 euro

Comune di Cerete 67.967,59 euro

Comune di Ciserano 136.672,02 euro

Comune di Sotto il Monte Giovanni XXIII 80.726,27 euro

Comune di Torre Boldone 127.668,80 euro

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.