BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Street parade, il Comune: chiederemo un risarcimento fotogallery video

"Ci risultano: 8 ricoveri d’urgenza in ospedale, 3 accoltellamenti, 1 arresto, utilizzo diffusissimo e ripetuto di droghe e di alcolici, offese al decoro urbano per ripetute defecazioni e minzioni, danni al sedime stradale ed a 2 autovetture, di cui una della Polizia Locale".

Più informazioni su

L’Amministrazione comunale di Bergamo ha fatto il punto su quanto è avvenuto sabato scorso, in occasione della cosiddetta “Street parade”.

Ed ecco cosa dichiara.

Si è trattato di una manifestazione – per tempistica e per modalità di esecuzione – non solo itinerante (come invece segnalato degli organizzatori), ma di vera e propria occupazione di suolo pubblico costante e continuativa a fini di intrattenimento danzante e musicale, svolta in totale assenza delle necessarie autorizzazioni amministrative.

Ci risultano numerosi episodi negativi quali 8 ricoveri d’urgenza in ospedale, 3 accoltellamenti, 1 arresto, utilizzo diffusissimo e ripetuto di droghe e di alcolici, offese al decoro urbano per ripetute defecazioni e minzioni, danni al sedime stradale ed a 2 autovetture, di cui una della Polizia Locale.

E’ stato necessario impiegare 50 agenti di Polizia Locale e chiedere successivamente un costoso intervento di A2A per la pulizia delle strade al termine della manifestazione (dato che i mezzi ingaggiati dagli organizzatori si sono dimostrati del tutto inadeguati, oltre che non idonei).

L’Amministrazione comunale ha ricevuto moltissime segnalazioni di cittadini, che hanno subito gravi limitazioni al diritto di circolazione e sono stati costretti a vivere in una città non rispettosa delle norme e delle leggi, che devono essere uguali per tutti

Ciò rende obbligatoria l’assunzione delle iniziative amministrative e penali imposte dalla legge, con le conseguenti ed inevitabili richieste di risarcimento danni nei confronti degli organizzatori e dei responsabili, per gli oneri sostenuti dalla collettività bergamasca.

L’Amministrazione comunale ribadisce di aver dato la massima disponibilità per una efficace regolamentazione della manifestazione, ma di non avere avuto alcuna collaborazione da parte degli organizzatori. Ciò ovviamente non potrà più ripetersi in considerazione dei gravissimi episodi di vandalismi, disturbo alla quiete pubblica, ubriachezza molesta e imbrattamento della città.

Resta confermata, oggi e sempre, la volontà dell’Amministrazione di concordare con gli organizzatori di qualsiasi manifestazione le modalità più opportune, purché assolutamente rispettose delle norme esistenti.

L’Amministrazione comunale di Bergamo

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Benedetta S.

    Se ha approvato dal Comune l’anno scorso il degreto per le manifestazione o party della città: per quale motivo il Comune chiede il danno? Sembra il cane che morde la coda, la sua coda!…
    Io, come alcuni, odiamo le droghe, le violenze sui bambini e sulle donne in qualsiasi età, e la pedografia.
    Sulle manifestazioni così, dal Comune che approva, cosa vuole? Senza civiltà, nè rispetto, e nè dignità.
    Suggerisco una cosa: un pò di calma, civiltà, non fare manifestazioni party come Street Parade, così arrivano più turisti e persone d’affari.
    Salutami Innocenti.

  2. Scritto da max

    Tutte tesi condivisibili,ma l’uso o l’abuso di alcol e sostanze stupefacenti non sono la prerogativa di tutti i ragazzi che hanno partecipato alla street parade,perché allora si può sostenere che tutti i politici sono ladri e i preti sono tutti pedofili,ma che cavolo di ragionamento sostiene questa amministrazione.Caro Invernizzi il comune di Stezzano,di Azzano SanPaolo,è più di un anno che Le scrivono perché intervenga per l’abuso che fanno i nomadi nella via industriale che porta ad azzano san paolo,dove fare i bisogni fisiologici davanti alle persone che passeggiano è all’ordine del giorno,occupazione di suolo pubblico abusiva,decoro urbano a farsi friggere ma di cosa state parlando.

  3. Scritto da W V.E.R.D.I.

    Non per fare qualunquismo ma secondo me hanno torto e ragione sia amministrazione che organizzatori.Da una parte il problema di molti giovanio è che quando sono in gruppo si sentono in diritto di distruggere e rovinare qualsiasi cosa in nome di non sò che cosa ma è vero pure che gli organizzatori organizzano.Non è colpa loro se ci sono degli idioti che combinano quello che han combinato.L’amministrazione da parte sua ha ragione a lamentarsi presentando il conto.I danni ci sono ma proprio loro parlano di impossibilità di comunicazione con gli organizzatori quando sono loro stessi (gli amministratori comunali) a far diventare vecchie le persone in attesa di risposte quando vengonoFatteDomande?

  4. Scritto da breio

    …naturalmente noi secondo i soliti noti dovremmo essere disponibili al dialogo . Notizia letta oggi qui in questo blog. Perché noi avremmo pregiudizi… Infatti si vede

  5. Scritto da breio

    …naturalmente noi secondo i soliti noti dovremmo essere disponibili al dialogo . Notizia letta oggi qui in questo blog. Perché noi avremmo pregiudizi… Infatti si vede