BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo lascia Equitalia “Cittadini, non sudditi”

Dal primo gennaio 2013 il Comune di Bergamo si avvarrà di una società per la riscossione dei crediti. Lo dice la legge e l’ordine del giorno presentato dalla Lega Nord approvato in Consiglio comunale. Non sarà più Equitalia a garantire questo servizio.

Più informazioni su

Dal primo gennaio 2013 il Comune di Bergamo si avvarrà di una società per la riscossione dei crediti. Lo dice la legge e l’ordine del giorno presentato dalla Lega Nord approvato in Consiglio comunale. Non sarà più Equitalia a garantire questo servizio, bensì un’agenzia interna oppure un servizio fornito da altre società. Fino alla fine dell’anno però l’amministrazione, come richiesto da un emendamento presentato dall’opposizione (prima firmataria Nadia Ghisalberti della Lista Bruni), aprirà uno “sportello d’emergenza” per accogliere le segnalazioni dei cittadini che ricevono da Equitalia una cartella esattoriale e che non sono in grado di pagare a causa di difficoltà economiche”. “A mio avviso i rapporti in tema fiscale tra cittadini e Stato sono molto lontani . spiega il sindaco Franco Tentorio – perché in primo luogo i cittadini troppo spesso ricorrono all’evasione e anche perché c’è un atteggiamento dello Stato inaccettabile: deve capire che i cittadini non sono sudditi. Il fatto che Equitalia sia un servizio non convincente è una realtà. L’idea di rivolgersi altrove il prossimo anno è buona”. Soddisfatto Alberto Ribolla, capogruppo della Lega Nord: “La società di riscossione Equitalia Nord Spa, concessionaria per la riscossione dei ruoli del Comune di Bergamo ricorre ampiamente, per attuare il recupero dei crediti degli enti locali e dello Stato, allo strumento delle procedure esecutive quali ipoteche immobiliari, pignoramenti di stipendi e conti bancari, fermi amministrative (le cosiddette “ganasce fiscali”) sui beni mobili registrati (es. autovetture), per colpire i contribuenti morosi. Con queste procedure non si distingue chi volutamente evade le imposte da chi invece, a causa della difficile situazione economica, è in situazione di oggettiva difficoltà. Inoltre, l’applicazione dei suddetti strumenti di riscossione dei tributi sta assumendo proporzioni notevoli ed il fenomeno è esploso nel 2011, con numerose e plateali proteste. Il problema principale non attiene all’effettiva posizione debitoria, ma bensì a come viene esercitata l’attività di riscossione, sempre più gravosa e penalizzante per i soggetti debitori. Si tratta di un fenomeno che ha interessato, anche nel 2011, milioni di cittadini che, in una situazione drammatica per la nostra economia, vengono ulteriormente gravati dalle suddette procedure vessatorie, praticate con elevati interessi moratori, aggi (fino al 9%), compensi, sanzioni, diritti di segreteria". “Non può essere l’esattore che decide chi e evasore e chi e in difficoltà – commenta Nadia Ghisalberti, Lista Bruni -. Serve uno sportello di emergenza a cui si può rivolgere il cittadino facendo presente le problematiche. Sarà il Comune eventualmente a chiedere ad Equitalia la sospensione della cartella esattoriale in caso di una situazione difficile e verificata”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luciano Avogadri

    In una nazione dove l’evasione fiscale è Sport Nazionale, è curioso come si usa qualche caso singolo (presente in qualsiasi situazione, perchè una zietta vessata la si troverà sempre) per cercare un liberi tutti, che poi vale sempre solo per i soliti furboni.

  2. Scritto da dito & luna

    E’ la solita storia del dito e della luna : quando c’era la Bergamo Esattorie le normative erano forse diverse ? Non è il gestore che conta sono le procedure (nazionali) che vanno cambiate ed alla svelta se non si vogliono far morire le aziende.

  3. Scritto da Piripippo

    Non ho trovato nell’articolo cosa cambia per noi cittadini.Perché un cambio deve portare dei vantaggi,altrimenti è solo aria fritta per i ciula che ci credono.Pagheremo meno tasse? Avremo pagamenti più dilazionati a nostro favore? La raccolta fiscale costerà meno ed i costi diminuiti si rifletteranno in un calo di tasse oppure a parità in un miglioramento dei nostri servizi? Ci saranno meno evasori? Il nero diminuirà in percentuale sul PIL? Perché se alla fine non cambierà niente allora è meglio che chi strombazza queste scelte si faccia un giro nelle risaie della bassa piemontese con un reticella e cerchi di catturare tante rane (in poche parole ANDARE A RANARE).

    1. Scritto da La verità fa male

      Il cambio in sè stesso non porta vantaggi o svantaggi: dipende da come sarà gestito il servizio. Il Comune, con la gestione diretta, ha la possibilità di applicare un aggio meno elevato, di utilizzare personale già in organico redistribuendo le mansioni e riorganizzando gli uffici, infine essendo più vicino al territorio conosce meglio le situazioni critiche e anche quelle di potenziale evasione fiscale. Inoltre in questo modo si allenta la pressione su Equitalia che può concentrarsi sul recupero delle imposte statali. Sull’altro piatto della bilancia c’è il rischio che il Comune sia più “lassista” nella lotta all’evasione in quanto attento a non perdere consensi elettorali

      1. Scritto da Piripippo

        Personalmente ritengo che la riscossione delle imposte vada bene così com’è,impersonale e lontana dall’idea di qualunque collusione local (senza guardare in faccia a nessuno).Se questi servizi saranno delegati al potere locale ci saranno di sicuro situazioni tipiche del sistema Italia per cui la sorella del geometra del comune avrà sicuramente un trattamento di riguardo nei confronti del manovale marocchino ecc..Se ci saranno accertamenti da fare quelli degli amici passeranno sempre in fondo alla pila degli incartamenti.I carabinieri non fanno mai servizio al loro paese e il parroco viene sempre da fuori,anche il caporeparto lo assumevano sempre da fuori.Così l’Italia era quella che cresceva

  4. Scritto da gb

    La propaganda, al solito, rimesta nell’ovvio e lo può comprendere chiunque integrando l’informazione. Infatti l’attuale formulazione dell’art. 7 del DL 70 del 2011 prevede che “A decorrere dal 31 dicembre 2012, .. la società Equitalia Spa, nonchè le spa dalla stessa partecipate .., cessano di effettuare le attività di accertamento, liquidazione e riscossione, spontanea e coattiva, delle entrate, tributarie o patrimoniali, dei comuni e delle società da essi partecipate; …”
    Va anche detto che il termine è stato spostato di un anno dal governo Monti, a seguito delle vibrate richieste dell’Associazione dei Comuni ……… è già tutto stabilito, a prescindere dalla Lega, basta demagogia!

  5. Scritto da Mirko

    Ma guardare che non cambierà nulla, Equitalia sta applicando leggi approvate da Pdl e Lega… non si inventa ne crea nulla. Secondo voi una società privata che vive e sopravvise sui crediti da riscutere dai cittadini cosa credete che faccia?!?

    p.s. perchè di sicuro non sarà il comune direttamente a riscuotere i crediti….

  6. Scritto da sharay

    Appoggio pianamente la Lega per una iniziativa saggia
    i miei complimenti !
    Sperando che altri comuni adottino lo stesso sistama

    1. Scritto da Ufo

      Ma di cosa stai parlando ? Equitalia applica le leggi che non fa lei (le hanno fatte pdl e lega) . Altri soldi buttati al vento

  7. Scritto da gio

    tentorio, peccato che equitalia applica la legge fatta dal tuo partito
    perche non ti sei lamentato allora facevi solo il piccolo suddito che mangia nel suo orto ??????

  8. Scritto da GP

    BEH io non capisco che si chiami equitalia o pagaberghem io se ho delle tasse non pagate è giusto che le paghi che discorso è significa che cambiando agenzia si cancella il debito dei contribuenti non penso propio.
    questi prima tolgono L’ICI POI SEMPRE LORO METTONO L’IMU
    ANCHE L’AUMENTO SULL’IPT DELL’AUTO GRAZIE LEGA mah mistero.
    comunque io avendo avuto problemi sri di salute ovviamente dimostrabili con l’equitalia mi avevano dilazionato il debito in rate mensili aiutandomi,quello che a mio modesto parere è caruccio sono gli interessi che loro applicano.
    SONO curioso per vedere cosa cambia se pensano di non pagare più le cartelle esattoriali si sbagliano.
    PAGARE MENO MA PAGARE TUTTI.

  9. Scritto da Giulio

    finalmente la Lega propone cose concrete! benissimo che l’odg di Ribolla sia stato votato all’unanimità!

  10. Scritto da cittadino

    ottimo! bravo Ribolla! gli altri leghisti prendano esempio da te!

  11. Scritto da alex

    Congratulazioni, decisione giusta !!!!!!
    I cittadini hanno bisogno di essere seguiti non vessati.

  12. Scritto da giustino

    non è che lo abbandona, deve per forza cambiare entro due ani