BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Giro passa da Bergamo: grande entusiasmo in tutta la Valle Imagna

Non è arrivato nel centro cittadino come successo negli anni passati, ma il Giro d’Italia 2012 ha comunque avuto un sapore bergamasco nella tappa di domenica, quella vinta da Matteo Rabottini.

Più informazioni su

Non è arrivato nel centro cittadino come successo negli anni passati, ma il Giro d’Italia 2012 ha comunque avuto un sapore bergamasco nella tappa di domenica, quella vinta da Matteo Rabottini.

Valcava (una delle salite più dure dell’intera manifestazione), Costa Imagna, Sant’Omobono, Berbenno, Brembilla, Gerosa, Forcella di Bura, Peghera e Olda: sono questi i Comuni che hanno visto protagonista il Giro nella giornata di domenica 20 maggio.

La tappa, che è partita da Busto Arsizio e terminerà a Lecco, ha potato un grandissimo entusiasmo nella valle orobica, dove la Comunità Montana Valle Imagna (con vari enti e associazioni) ha organizzato tantissime iniziative per salutare il passaggio della grande manifestazione ciclistica. Si può dunque parlare di una valle vestita a festa, invasa da centinaia di bandierine rosa e tricolori e da striscioni più o meno grandi che hanno salutato gli atleti impegnati nella corsa. Non sono mancati i concorsi tra cui “vetrina in rosa”, la notte rosa, il “menu rosa” nei ristoranti. Gli alpini, invece, hanno pensato di omaggiare il Giro con un enorme striscione che è stato esposto sul campo di calcio della Polisportiva Valle Imagna, mentre le mostre allestite per l’occasione – tra le quali spiccano “Storia della bicicletta” e “Elia Frosio, il valdimagnino campione d’Italia e del mondo” – l’hanno fatta da padrone con i numerosissimi visitatori che hanno attirato.

Rigidissime le temperature che hanno atteso i corridori (addirittura 5 gradi sulla Valcava): problemi per Marco Pinotti, mentre ha tenuto testa alla grande Matteo Carrara. Alla fine a trionfare è Matteo Rabottini: per l’abruzzese, classe 1987, 150 km di fuga e un impresa da raccontare ad amici e nipoti. La sua prima, indimenticabile, vittoria al Giro. Rodriguez, è come se avesse vinto ad ogni modo. Perchè rimette in dosso la maglia rosa. Lo spagnolo rifila 24" a Basso e Scarponi, 28" a Kreuziger, 39" a Rider Hesjedal cui sfila la rosa. Giornata no alla fine per Pozzovivo, che paga il freddo e alla fine, causa crisi di fame nei km finali, paga oltre 2 minuti, uscendo dalla lotta per la vittoria finale. Il Giro va dunque ora in branda per 24 ore, con Rodriguez ri-maglia rosa. L’iberico comanda con 30" su Hesjedal, 3o Basso a 1’22". 4o Tiralongo a 1’26", 5o Kreuziger a 1’27", 6o Scarponi a 1’36".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Roberto

    A precisazione di quando pubblicato la Comunità Montana Valle Imagna in collaborazione con il Comune Sant’Omobono Terme e l’associazione ISOT (Imprenditori di Sant’Omobono Terme) e con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo della Provincia ha esteso e programmato il concorso vetrine in rosa ai Comuni vallari, riscuotendo un notevole interesse tra gli opeatori turistico-commerciali. Il merito delle ulteriori inziative va dato al Comune di Sant’Omobono Terme, all’Assessore Marco Frosio ed alle associazioni che grandissimo impegno hanno accolto e festeggiato in maniera straordinaria “i girini”. Ringrazio nuovamente tutti per la bella giornata di sport.
    Roberto Facchinetti , Presidente CMVI