BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Attentato a scuola, muore una ragazza Gallone: “vigliacchi”

Una ragazza di sedici anni, Melissa Bassi, dilaniata dallo scoppio di un ordigno, una seconda, Veronica Capodieci, in gravissime condizioni: è il bilancio, orrendo, di un attentato compiuto dinanzi ad una scuola brindisina.

Più informazioni su

Una ragazza di sedici anni, Melissa Bassi, dilaniata dallo scoppio di un ordigno, una seconda, Veronica Capodieci, in gravissime condizioni, tre giovani con ustioni su tutto il corpo, due delle quali in gravi condizioni (una probabilmente perderà gli arti inferiori), altre cinque persone colpite in maniera meno grave: è il bilancio, orrendo, di un attentato compiuto dinanzi ad una scuola brindisina, l’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Sociali ‘Francesca Laura Morvillo Falcone di Brindisi, che conta 600 alunni. Le persone in condizioni meno gravi sono tre studenti che vengono soccorsi in ospedale per forti manifestazioni da ansia e due passanti che vengono curati perchè colpiti da otalgie a causa dello scoppio. Un attentato, quello di stamattina a Brindisi, diretto contro la scuola, secondo i primi accertamenti degli investigatori. Si sarebbe trattato di un ordigno confezionato artigianalmente con un innesco collegato a due bombole di gas. Le tre bombole di gas, probabilmente collocate anche ad un timer, erano state collocate su un muretto vicino ad un cancello secondario della scuola Morvillo Falcone di Brindisi. L’esplosione ha coinvolto alcune studentesse che erano appena scese da un autobus urbano e stavano raggiungendo l’edificio scolastico. Dolore profondo, sdegno, rabbia per le vittime innocenti. Durissima la reazione della senatrice Alessandra Gallone (Pdl) alla notizia del vile attentato davanti alla scuola di Brindisi, che poteva diventare una vera e propria strage. “Provo ribrezzo per questi vigliacchi – ha detto la Gallone -. Sono dei criminali che, con un gesto del genere, perdono il diritto di essere considerati esseri umani”. Nessuna pietà, nessuna clemenza, tolleranza zero. “I nostri ragazzi non si toccano. Bisogna trovare i responsabili al più presto, rinchiuderli e gettare via la chiave. Ma solo dopo averli obbligati a guardare negli occhi i genitori di queste due ragazze innocenti”, ha concluso la Gallone. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cesare

    E’ orribile quanto accaduto; prendersela con giovani inermi che vanno a scuola e sognano un futuro migliore, per loro ma anche per l’ITALIA INTERA. Mi auguro che presi il o gli autori vengano rinchiusi nelle segrete di Gradara, dopo un lungo passaggio nella sala delle torture; mi auguro infine che non vi sia alcun legale disposto a difendere in tribunale tale atto e che invochi l’incapacità di intendere e volere.

  2. Scritto da carlo

    A prescindere che il tipo va messo al muro, mi ha stupito ieri l’Eco che NON ha minimamente accennato all’attentato se non per un trafiletto sulla sx della prima pagina…mentre TUTTA la stampa nazionale esrodiva con dei titoloni…bah

  3. Scritto da milly.67

    Io NON voglio pagare il mantenimento in carcere di quella o quelle BESTIE…..se verranno presi, e spero di si, dateli in pasto ai cittadini di Brindisi e del paese della ragazza, loro faranno giustizia. Non vorrei mai ritrovarli in giro tra qualche anno a rifarlo ancora….
    Che schifo mi viene il voltastomaco a pensare che si possa arrivare a tanto.Per quel che vale sono vicino alle famiglie delle vittime dell’attentato e spero che Veronica possa tornare al più presto ad una vita normale. Per Melissa purtroppo …..un ricordo perenne perchè non succeda mai più.

  4. Scritto da walter semperboni

    Condivido in toto lo sdegno della Senatrice Gallone,con una piccola aggiunta,per certi efferati e incomprensibili crimini,non che un crimine si possa comprendere o giustificare mai,riportare in auge la pena di morte!!!

  5. Scritto da Arianna

    quanto orrore e quante ingiustizie in nome del potere e del denaro , quanta viltà verso innocenti che non c’entrano niente ….Abbiamo bisogno di vera giustizia lo Stato deve reagire con forza , è qui che serve la fermezza , la mano pesante e una risposta per gli innocenti che hanno pagato per colpe altrui . Sono gli onesti che vanno protetti e questo deve essere molto chiaro

  6. Scritto da Luca Lazzaretti

    E’chiaro che l’Italia,nonostante i duri colpi inferti alle organizzazioni terroristiche e mafiose,resta sempre terreno fertile per menti diaboliche che vivono di odio e violenza per ottenere i loro sconosciuti guadagni e non solo economici..questo salto di qualità nel colpire vittime poco più che bambini non fa ben sperare.Bisogna che tutta la popolazione sana si stringa attorno allo stato democratico e alle istituzioni per fronteggiare questa che è una vera e propria guerra intraconfine.Non è più tempo di se o di ma.

  7. Scritto da Fabio

    che schifo

  8. Scritto da mario59

    Da sempre contrario ad ogni forma di violenza non posso che condannare quanto accaduto… spero che quanto prima i responsabili di questo vile attentato vengano assicurati alla giustizia.
    Un pensiero per la ragazza barbaramente assassinata, e per la sua amica in gravissime condizioni…e un abbraccio forte e sincero ai loro famigliari…non voglio nemmeno immaginare lo strazio che stanno vivendo… povera gente, nel frattempo mi chiedo….ma chi ha commesso questo orrore, non penserà al dolore che ha causato a quelle persone…ammazzare a caso una ragazzina…ma con quale scopo… probabilmente quello di terrorizzare tutti quanti…ma allora la risposta la deve dare lo stato e molto forte.

  9. Scritto da una italiana arrabbiata

    Non ci sono parole per commentare questo vile gesto.Colpire la scuola e soprattutto i ragazzi è gravissimo, mi addolora tutto questo,ma mi rincuora pensare che noi ITALIANI siamo uniti quando c’è da lottare per la nostra democrazia e ora è il momento di far sentire la nostra rabbia e mostrare la nostra compattezza contro i criminali….un pensiero commosso per Melissa

  10. Scritto da

    oggi davanti al liceo falcone via broseta alle 17 si farà un presidio per i fatti accaduti..

  11. Scritto da Ernesto

    Temo che siamo all’inizio di un periodo particolarmente duro. Ho il dubbio che la piena tracciabilità bancaria introdotta da Monti sia un colpo tremendo e intollerabile per mafie, ‘ndraghete, camorre e sacre corone unite e interessi di vario genere. Mi auguro che il governo reagisca con estrema durezza.

  12. Scritto da il polemico

    senza parole…….:((((