BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Street parade, l’assessore conferma il no del Comune Lo staff: “Fate i bravi”

Cristian Invernizzi, assessore alla sicurezza del Comune di Bergamo, è intervenuto sulla questione Street parade: "Gli organizzatori non hanno fatto richiesta delle autorizzazioni necessarie"

Più informazioni su

“La questione non è tanto che l’Amministrazione comunale non abbia rilasciato le autorizzazioni, ma piuttosto che gli organizzatori della Street Parade non abbiano fatto le richieste necessarie”. È questo il commento di Cristian Invernizzi, assessore alla sicurezza del Comune di Bergamo, interrogato in merito alla questione riguardante il corteo previsto per sabato 19 maggio.

“Abbiamo provato a contattarli sia per via telefonica che via email, dimostrando grande disponibilità al dialogo, ma non abbiamo ottenuto nessuna risposta. L’occupazione di suolo pubblico è stata discussa in Consiglio e il nulla osta era pronto ma la loro richiesta doveva essere integrata con i permessi riguardanti soprattutto la norma anti-rumore e all’eventuale somministrazione di bevande alcoliche. Se tali norme saranno violate da parte nostra non potremo far altro che intervenire: ora io non essendo un tecnico non so a quanto potrebbero ammontare eventuali multe”.

Sulle autorizzazioni da parte della Questura Invernizzi precisa: “La Questura va semplicemente avvisata dello svolgersi della manifestazione, non rilascia nessuna autorizzazione”.

Dal canto loro gli organizzatori hanno affidato alla propria pagina Facebook il loro invito, destinato ai partecipanti, a rispettare alcune semplici norme per la buona riuscita dell’evento.

“Mi permetto di rivolgere un appello assolutamente personale – esordisce Giacomo Villa, organizzatore dell’evento – a tutti i partecipanti della manifestazione in quanto firmatario e responsabile organizzativo della Street Parade: per favore, domani ‘fate i bravi’. Le regole che bisogna seguire sono davvero poche e sono comunque dettate da buon senso: rispetta te stesso, rispetta gli altri, rispetta la tua città e lascia la rabbia a casa”.

“Abbiamo lavorato tanto – continua il messaggio – per offrirvi questa manifestazione e come avrete capito è probabile che ci staranno addosso: non rendete vano questo nostro tentativo per una Bergamo migliore…Comportatevi come ciò che siete: futuri padroni di casa”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sergio

    ..Strade piene di immondizia, città paralizzata, ragazzini ubriachi o non so che cosa , di cui alcuni di loro che non non si reggono letteralmente in piedi e che ballano come zombie al ritmo di una musica techno assordante( e sono le otto di sera!!)…è in questo modo che si manifesta la “libertà e una Bergamo diversa?” posso solo immaginare le facce delle famiglie con bimbi al seguito o turisti stranieri passare per caso in zona Accademia Carrara alla vista di qs scempio… e le istituzioni che avvallano uno schifo del genere…sono allibito.

  2. Scritto da gigi

    ma chi sono questi organizzatori ? chi li ha mai delegati ? spero che rispondano dei reati commessi e che commetteranno e gli vengano addebitate i costi della sicurezza e la polizia . ma siamo in aria ? 4 gatti che pensano di fare ciò che vogliono ??

  3. Scritto da Babboio

    Avevo scritto una cosa seria e impegnata… Zac è calata la mannaia?

  4. Scritto da Nolli

    Ragazzi con questo spirito è difficile trovarne,supportiamoli invece che continuare ad osteggiarli! Forza ragazzi,viva la street parade!

  5. Scritto da dariro

    La strumentalizzazione di questa prepotenza di evento è tutta da vedere. Se si vuole.
    un ragazzo del 43

  6. Scritto da Nonnina

    Forza ragazzi!
    Sono con voi!

  7. Scritto da Marco P

    Cari “organizzatori”: adesso è sufficiente chiedere hai partecipanti di “fare i bravi” per credere di non creare problemi alla città? Ricordo solamente che nella passata edizione solo i vetri disseminato per le strade erano il biglietto da visita della civiltà e rispetto del bene comune! Auguri per la buona riuscita altrimenti cambiate mestiere!

    1. Scritto da Daniele

      Perdoni questo paragone, non mi piace, ma le ricordo che al termine della serata di festa il sabato della vigilia dell’adunata nazionale degli alpini nel 2010 tutto il centro, dalla stazione fin quasi alla galleria, sembrava un campo di battaglia di Belfast dopo le marce orangiste: bottiglie di vetro rotte, rifiuti vari, vomito, esseri umani farfuglianti o vicini al coma. Il mattino seguente, dopo una notte di straordinario lavoro da parte dell’impresa di pulizie incaricata dal comune, la sfilata si svolgeva in una città splendente. Attenzione, non sto dicendo che siano stati i “bravi alpini” a fare tutto questo, però lei gli occhi li tenga sempre aperti, e non soltanto quando le fa comodo.