BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Liberalizzazioni, orario continuato alla farmacia Porta Nuova

La Cooperativa farmaceutica bergamasca ha deciso, per il proprio punto vendita di Porta Nuova a Bergamo, di applicare l’orario continuato. Il provvedimento, in conformità con il nuovo decreto sulle liberalizzazioni, porterà la farmacia a restare aperta dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle ore 19.30.

Più informazioni su

La Cooperativa farmaceutica bergamasca ha deciso, per il proprio punto vendita di Porta Nuova, di applicare l’orario continuato. Il provvedimento, in conformità con il nuovo decreto sulle liberalizzazioni, porterà la farmacia a restare aperta dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle ore 19.30.

Si aprono nuovi scenari per l’assistenza farmaceutica. Il nuovo decreto sulle liberalizzazioni ha portato la Cooperativa farmaceutica bergamasca ad ampliare servizi e orari di apertura per mantenere la sua importante funzione di presidio sul territorio che da oltre 90 anni ha reso la cooperativa un punto di riferimento in città, con i propri punti vendita di Porta Nuova, via Sant’Alessandro e via Campagnola.

In conformità alle nuove disposizioni di legge, la Cooperativa presieduta dal Dr. Leonardo Caprioli ha così deciso di tenere aperta la farmacia di Porta Nuova tutta la settimana, da lunedì a sabato, con orario continuato e senza alcuna interruzione dalle ore 9 alle 19.30. Situata in una posizione strategica, la farmacia potrà quindi servire una più vasta utenza formata soprattutto dai cittadini e dai tanti turisti che durante le ore centrali del giorno transitano lungo viale Papa Giovanni XXIII.

Un’importante novità per questa realtà che non è solo uno storico presidio di distribuzione del farmaco: il ruolo della cooperativa farmaceutica bergamasca è infatti anche quello di essere un punto di ascolto e consiglio farmacologico qualificato, grazie alla professionalità dei suoi dipendenti. In quest’ottica la farmacia è pronta a potenziare anche la vendita di prodotti affini a quelli farmaceutici e legati alla fitoterapia, erboristeria e cosmesi.

Sempre in vista delle nuove normative, la farmacia sta valutando anche l’ipotesi di ampliare i servizi sanitari in collaborazione con Asl, medici e infermieri. Particolare attenzione sarà data infine alle fasce più deboli sia per quanto riguarda la consegna a domicilio dei farmaci sia per nuove convenzioni con altre strutture mediche e paramediche.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.