BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Bergamo che vogliamo: manifesto e convegno

Sabato il convegno promosso dal coordinamento dei Comitati e Associazioni dei quartieri, primo atto ufficiale di un percorso che vede aggregarsi 12 organismi che intendono rilanciare il ruolo di una partecipazione effettiva alle scelte che comportano modifiche al contesto urbano e ambientale della città.

Sabato 19 maggio alle 14.30 all’auditorium del Provveditorato di Bergamo in piazza della Libertà è in programma un convegno dedicato alla "Bergamo che vogliamo". Il convegno è promosso dal coordinamento dei Comitati e Associazioni dei quartieri di Bergamo e rappresenta il primo atto ufficiale di un percorso che vede aggregarsi un primo nucleo di dodici organismi che intendono rilanciare il ruolo di una partecipazione effettiva alle scelte che comportano modifiche al contesto urbano e ambientale della città, assumendo l’obiettivo e il vincolo della “sostenibilità ambientale, economica e sociale“.

Questo il programma:

Introduzione e presentazione pubblica del manifesto a cura del Coordinamento dei comitati di quartiere di BERGAMO "PER UNA BERGAMO SOSTENIBILE"

"Una breve storia delle trasformazioni positive e negative della città, dall’ istituzione del Parco dei Colli alle riqualificazioni delle aree del Triangolo , Magrini , Ex ­ Enel" VITTORIO GANDOLFI, Vice Presidente Ordine Architetti di Bergamo

"ll caso dell’Ospedale Maggiore di Bergamo: storia, stato attuale, il futuro nelle posizioni dei vari attori"

Ne parlano:

ANDREA PEZZOTTA : Ass. Urbanistica – Comune di Bergamo

DANIELE BELOTTI : Ass. Territorio e Urbanistica – Regione Lombardia  CLAUDIA LENZINI : Pres. Comitato Santa Lucia

coordina : ATTILIO PIZZIGONI – Università di Bergamo

"Sostenibilità ambientale, economica e sociale: per una visione globale dell’evoluzione della città "

MARIO CARMINATI : Ord. Dott. Agronomi e Forestali di Bg – "Il consumo del suolo: riflessioni sul rapporto città ­ campagna"

FEDERICO OLIVA : Pres. Istituto Nazionale di Urbanistica – "La pianificazione urbana sostenibile"

PAOLO BELLONI : Pres. Ordine Architetti di Bergamo: Il ruolo del progetto"

MARIA CLAUDIA PERETTI : Italia Nostra – "La partecipazione della cittadinanza"

OTTORINO BETTINESCHI : Pres. ANCE Bergamo – "Edilizia e sostenibilità"

MARCO TOMASI : Ordine Architetti di Bergamo "Esperienze in Italia e all’estero di sostenibilità e urbanistica partecipata"

 

I Comitati hanno sottoscritto un “Manifesto per una Bergamo sostenibile”, un insieme di valori condivisi e la richiesta di modalità di partecipazione che prevedano informazione e coinvolgimento costante, sin dall’inizio dei procedimenti e per tutte le fasi del percorso decisionale.

Tali modalità richiamano esperienze di “urbanistica partecipata” sperimentate da tempo in alcune realtà urbane dell’Europa e, più di recente, anche in Italia. La presentazione ufficiale del manifesto avverrà in apertura del convegno: “La Bergamo che vogliamo: sostenibilità ambientale, economica e sociale per una visione globale dell’evoluzione della città”. Il convegno promosso dal Coordinamento si articola in due parti.

Nella prima parte verrà approfondito un caso specifico: il futuro delle aree degli Ospedali riuniti di Bergamo, dopo il trasferimento nei nuovi padiglioni della Trucca, e le conseguenze e gli effetti delle future destinazioni urbanistiche di questi spazi. La scelta del tema, peraltro di estrema attualità, vuole anche significare la consapevolezza da parte dei Comitati e Associazioni di quartiere che vi sono scelte urbanistiche, ambientali, di mobilità urbana che non esauriscano i loro effetti negativi all’interno dei confini di una singola zona o quartiere ed è interesse condiviso approfondire e seguire.

La seconda parte del convegno metterà a confronto testimonianze e idee su come si possa ipotizzare un’evoluzione della città avendo come riferimento la sostenibilità ambientale, economica e sociale. Ne parleranno esperti e professionisti, rappresentanti di ordini professionali, delle categorie produttive, associazioni per la tutela del territorio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da interessante

    vedo che di sostenibile ci sono aree fabbricabili, ex Enel, Magrini , Triangolo, ma e’ sostenibilita’ speculativa o ambientale ? no perche’ forse e’ meglio parlare di inceneritori, di autostrada, di aeroporto che forse sono invasivi ed a livello ambientale c’e’ poco da sostenere. no, non ho capito la finalita’ di questo convegno, se e’ di prendere in giro i cittadini, sotto una falsa ipocrita parvenza di progettualita’ e pianificazione in cui non vengono mai coinvolti. mi sembra che ci sia molta confusione grazie

    1. Scritto da Portello

      Basterebbe partecipare e verificare di persona invece di sparare a caso per dare aria…
      Che tristezza.