BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Crisi nelle scuole di Cl Ikaros lascia Endine

La fondazione Ikaros, di Comunione e Liberazione, dopo dieci anni di gestione riconsegna al Patronato San Vincenzo la sede del Centro di formazione professionale di Endine.

Suona la campanella, ma non è quella della scuola, è l’allarme. La Fondazione Ikaros, estensione di Comunione e Liberazione, che gestisce una serie di scuole in provincia di Bergamo abbandona il centro di formazione professionale di Endine Gaiano. Un abbandono che dovrebbe avvenire in sordina se non fosse che è il segnale di una più ampia crisi che sta attraversando il movimento fondato da don Luigi Giussani.

L’origine sarebbe da ricercare negli scandali che stanno scandendo l’attività della Regione Lombardia. Non è un mistero che i seguaci di Comunione e Liberazione animano le coordinate politiche del Pirellone, anche grazie al presidente ciellino Roberto Formigoni. I diciassette anni di gestione formighiana hanno garantito alle scuole cielline fondi per milioni di euro. Ma la fine del Celeste e il futuro ormai non più certo di figure chiave all’interno del Palazzo della Regione Lombardia fanno correre ai ripari Comunione e Liberazione. Non è una resa, sia ben chiaro. Scuole come La Traccia a Calcinate, l’Imiberg a Bergamo (tanto per fare nomi di istituti scolastici che hanno avuto persino la benedizione della Curia di Bergamo) e ancora del Cfp di Calcio, Grumello del Monte, Buccinasco in provincia di Milano e lo sportello del lavoro a Soncino, in provincia di Cremona, restano forti baluardi.

Resta però il fatto che il Cfp di Endine Gaiano torna dopo dieci anni al Patronato San Vincenzo, proprietario della struttura. L’opera fondata da don Bepo Vavassori che proprio a Endine aveva aperto un centro e un collegio per ragazzi. Correvano gli anni Quaranta e la struttura fu affidata a don Giovanni Fogaroli che per anni l’aveva diretta. Nulla da temere per i ragazzi e le loro famiglie del Cfp di Endine. Il Patronato San Vincenzo vanta una solida tradizione per i Centri di formazione professionale, basti pensare a quelli che ha in provincia di Bergamo.

Gli alunni per il prossimo anno scolastico a Endine sono 243, che si aggiungono ai 540 di Bergamo e ai circa 200 di Clusone. Anzi il Patronato San Vincenzo punterà a rafforzare l’ offerta formativa nelle sue sedi, Bergamo si concentrerà sul polo dell’ auto (con corsi carrozzieri, autoriparatori, autronica, meccanica utensile); Clusone perfezionerà i corsi di meccanica, elettronica e servizi turistici; il centro di Sorisole già polo dell’ accoglienza con la comunità di accoglienza per minori e i servizi formativi, mentre per Endine sarà il polo del benessere con corsi per estetiste e parrucchiere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da franco

    rubare facendo il segno della Croce

  2. Scritto da Luisa

    perchè tanto livore? gli uomini sono sempre uomini, passibili di errori. CL una comunità di uomini …lasciamo livore e odio fuori dal nostro cuore, il cuore sarà in grado di giudicare liberamente e soprattutto senza preconcetti!

  3. Scritto da Luisa

    perchè tanto “livore”? gli uomini, sono sempre uomini passibili di errori, che siano di cl o no. CLl è un movimento fatto di uomini…lasciamo “livore e odio” fuori dal nostro cuore perchè il cuore possa giudicare senza preconcetti!

  4. Scritto da saggie parole

    che dire : esperienza pessima………………
    se non sei di loro: lavori poco e poi ti gettano……………ma Dio non diceva che siamo tutti uguali???? o si riferiva solo a loro del gruppo??

  5. Scritto da saggie parole

    che dire : esperienza pessima………………
    se non sei di loro: lavori poco e poi ti gettano……………ma Dio non diceva che siamo tutti uguali???? o si riferiva solo a loro del gruppo??

  6. Scritto da Luca

    Su un settimanale, dice A. Simone, di a CL, (in carcere per presunti illeciti) in merito a come i giornali danno le notizie che riguardano chi segue il mondo di CL rispetto a chi appartiene ad altre realtà: “Quando hanno iniziato a scrivere del tesoriere della Margherita Luigi Lusi, nessuno dei grandi giornali ha titolato “Trovato il forziere degli scout”. Lusi ha dichiarato che ha dato dei soldi a Rosy Bindi […] e nessuno ha titolato “Soldi all’Azione cattolica”. Se io ho dei conti in Svizzera si titola “È caccia al forziere di Cl“.Che cosa porta a dire che solo nel caso di un ciellino l’eventuale reato o l’eventuale giusto compenso sia di Cl e non suo? […] Perché c’è questo odio?”

  7. Scritto da Massimo

    @davide: l’articolo è molto fazioso ma non puoi negare che Ikaros – e il suo presidente in particolare – sia molto molto vicina a CL. Ciò non toglie nulla alla qualità del servizio ma le strategie della Fondazione sono da sempre allineate e guidate dal movimento.

    1. Scritto da davide

      sempre stesso discorso….vicino a CL non vuole dire di CL, detto terra-terra i soldi delle rette ( giustamente) li porta a casa lui, meriti e demeriti sono suoi….non CL , ma BGnews questo fa fatica a capirlo anche se è cosi semplice! non si danno strategie !

      1. Scritto da diletta

        per favore chi credete di prendere in giro ancora con “vicino a Cl non è Cl”? Così potete distanziarvi quando vi fa comodo e avvicinarvi quando tutto è ok. Non penserete che siamo tutti ciechi, sordi e rimbambiti eh?

        1. Scritto da davide

          ….facciamo la terza! ehh?!

      2. Scritto da Massimo

        Credo però che la contestazione di fondo stia tutta nella tua frase “meriti e demeriti sono suoi”: un manager/imprenditore vicino a CL non si muove da solo ma proprio insieme a tutto il movimento, grazie a relazioni ed amicizie nelle stanze dei bottoni (il tema dei fondi regionali sta proprio qui). Risulta quindi difficile capire quanto contribuisca al successo l’abilità manageriale e quanto invece questa rete di rapporti.

  8. Scritto da ERA ORA

    Finalmente! speriamo che non si facciano più vedere. Ho avuto e purtroppo continuo a avere rapporti con quelli di CL, sono i peggiori, incapaci, ma sono dappertutto e grazie alle protezioni e ai finanziamenti di Formigoni fanno quello che vogliono. CL, CDO, IKAROS, devono sprofondare.

    1. Scritto da uaar- bergamo

      si contenga, o mio Signore, nell’ esprimere queste dure valutazioni, ma come e’ possibile che siano incapaci se sono unti dal Signore ?

  9. Scritto da davide

    bravi, bravi, avete capito tutto! l’odio vi porta veramente alla verità delle vostre notizie complimenti …Ikaros è di Cl certo certo!

    1. Scritto da Giggi

      L’istruzione deve essere quell’opportunità che tutti gli uomini hanno allo stesso livello e non in funzione dello schieramento politico e della dichiarazione dei redditi.
      Per esperienza personale l’odio l’ho solamente sperimentato da parte dei ciellini nei confronti di chi non è schierato con loro (anche nei confronti di chi la pensa come loro ma non si schiera). Va be…tanto c’è la confessione e il perdono che pulisce l’anima
      Eliminiamo il perdono ottenuto con le preghiere!!! Citando Vasco Rossi “ha fatto più danni lui del petrolio”