BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A2A, nel curriculum “son figlio di…”

Su Linkiesta una vera e propria chicca: il curriculum del futuro vicepresidente del Consiglio di sorveglianza di A2A, la multiutility a cui fanno capo alcuni servizi del Comune di Bergamo.

Su Linkiesta una vera e propria chicca: il curriculum del futuro vicepresidente del consiglio di sorveglianza di A2A, la multiutility a cui fa capo anche il Comune di Bergamo.

 

Il congliere comunale, e dirigente dei Radicali Italiani, Marco Cappato ci segnala una storia significativa. L’Assemblea ordinaria di A2A S.p.a. del 29 e 30 maggio 2012 si appresta a nominare i membri del Consigli odi Sorveglianza presentati dal sindaco di Milano e di Brescia. Ecco come si presenta l’avvocato Fausto Di Mezza, il futuro vicepresidente del consiglio di Sorveglianza che, nella governance duale di A2A, ha specifiche funzioni di controllo attribuite ai soci importanti, cioè i comuni di Milano e Brescia.

Avv. Fausto Di Mezza

nato a Brescia il 12/11/1971,

figlio dell’avvocato Amilcare Di Mezza, professionista e imprenditore bresciano, e di Gnutti Giuliana figlia di Cesarino Gnutti capostipite della notissima famiglia di imprenditori della Valtrompia

Non è uno scherzo. L’avvocato Di Mezza si candida in quanto figlio di e nipote di.

Poi, nel curriculum, sciorina una laurea lampo a Parma (3 anni) e una serie di incarichi in società immobiliari e finanziarie bresciane e, soprattutto, lunghi anni di impegno politico. In Forza Italia e Pdl, su su fino all’assessorato al bilancio dell’attuale giunta. Una carriera da politico professionista di cui non vergognarsi.

Mentre invece – con tutta la gratitudine del mondo per mamma e papà – i riferimenti alla famiglia un po’ di imbarazzo lo mettono. Ma non al socio pubblico – il comune di Brescia – che quella nomina propone.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giupì

    Curriculum di BAS profilo, senza di mezze misure. Probabilmente il berlusconide si è rivolto alla municipalizzata perchè alla privata ‘IKEA (così dicono) non accettano riferimenti ai cerchi magici. Eh, la famiglia italiana! P.S: Ecco perchè il teleriscaldamento è così caro: comprende anche tutte le prebende a questi personaggi, come pure l’altra azienda nostrana che si pappa i ricavi della manutenzione del T/R.

  2. Scritto da Matte

    A me invece sembra trasparente. Invece di nasconderlo e generare sospetti, lo dice nel curriculum

  3. Scritto da robertolo

    E io sono Pdor, figlio di Kmer, della tribù di Ishtar, della terra desolata dei Kfnir (cit. Aldo, Giovanni e Giacomo)

  4. Scritto da giobatta

    meritereste tutti una querela

  5. Scritto da Luca

    BASTA TROTE!!!
    spero che adesso che questa cosa è saltata fuori la nomina sia quantomeno rimessa in discussione. Poi se il candidato “figlio di” ha anche altre credenziali per le quali merita il posto ok. Ma se non li ha…
    Redazione teneteci aggiornati!

  6. Scritto da AdN

    mandatelo in cirenaica a sbucciar banane !
    grandi miseria al comune di brescia che tra le sue fila non ha nulla di meglio – una minetti ? un trota qualsiasi ? no proprio un figlio di cotanto casato
    asteniamoli dal farci rovinare la vita
    applichiamogli la bossi-fini e riampatriamoli ovunque sia possibile

  7. Scritto da Vittorio

    Questa è l’Italia di melma che abbiamo ereditato dal Sig Berlusconi da hardcore.

    1. Scritto da GP

      151 anni d’italia 60 circa di repubblica e tu credi ancora alle FAVOLE
      COMPLIMENTI
      ma la notizia è che non è cambiato niente RUBAVANO-RUBANO-
      RUBERANNO,sicuramente era colp del trisnonno di berlusconi,èh

      PROPE POERA italia

    2. Scritto da Mark

      Berlusconi ha continuato una lunghissima tradizione italiana ahimé..

  8. Scritto da 035

    dal curriculum emerge che ci ha messo 4 anni per passare l’esame di stato (dal ’97 al 2001), peraltro non si sa dove (Gelmini docet?); e dal sito dell’Ordine Avvocati di BS che attualmente non è iscritto.
    Avvocato una volta, avvocato per sempre?
    La nostra ‘meritocrazia’ è dinastica…

  9. Scritto da ugo

    io minatore figlio di un minatore vorrei gestire tutto l oro che viene estratto dalle miniere della terra ,anche mio nonno era minatore e cosi anche due miei zii. è possibile?vi prego qualcuno ascolti il mio appello.

  10. Scritto da Ennio

    Da non credere !!

  11. Scritto da poeret

    QUANDO SI DICE LA POLITICA AL SERVIZIO DEI POTENTI.. La politica dovrebbe gestire, regolare, sorvegliare…e invece ormai è solo il braccio delle grosse società, di grosse famiglie, al servizio delle solite lobby.. guarda caso avvocati, immobiliari, soc. finanziarie.. che coraggio a nominare pure il nonno :-( questo fa capire il servilismo della politica