BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bolgare, cambia il Pgt Meno cemento e più servizi

Il Consiglio comunale di Bolgare taglia il cemento a favore dei servizi: la variante al piano di governo del territorio prevede un ritocco degli indici volumetrici edificatori e l’ampliamento e il potenziamento dei servizi pubblici.

Il Consiglio comunale di Bolgare taglia il cemento a favore dei servizi: la variante al piano di governo del territorio prevede un ritocco degli indici volumetrici edificatori e l’ampliamento e il potenziamento dei servizi pubblici.

Ecco il comunicato emesso dall’Ufficio stampa del Comune di Bolgare:

Il Consiglio comunale di Bolgare ha approvato la variante generale al piano di governo del territorio: lo strumento urbanistico in vigore da marzo 2009 che prevedeva oltre 200 mila metri quadrati di aree da edificare (in gran parte già definite dal prg approvato nel 2003). La variante generale rivoluziona il programma iniziale puntando a ridurre i volumi del 20% e a potenziare i servizi in paese. Si tratta di una risposta alla crisi economica che continua a mettere in ginocchio il mercato del mattone, lasciando numerosi edifici invenduti.

Bolgare verso il potenziamento dei servizi – “La variante conferma l’impianto generale del pgt e tutte le aree a servizio pubblico – spiega il sindaco Luca Serughetti -. E’ stato introdotto un minor utilizzo di cemento e di suolo a favore di una quota di servizi più elevata. Infatti abbiamo acquisito un’area di fronte al centro sportivo, un’altra vicina al polo scolastico e quelle destinate a parco”. Lo strumento urbanistico ha aggiunto 15 mila metri quadrati di superfici da destinare a servizi pubblici: di questi 6 mila metri quadrati serviranno per ingrandire gli impianti sportivi esistenti mentre i 9 mila acquisiti di fronte al polo scolastico sono destinati ad un futuro ampliamento. Inoltre, è previsto l’ampliamento dell’area a servizi a sud della Cascina Sperandina: è un terreno di 70.000 metri quadrati circa, soggetto a vincolo ambientale e sul quale sono previste edificazioni (con destinazione a servizi) con un indice di volumetria pari a 0.3 metri cubi su metro quadrato. Con la variante al pgt, applicando il principio della perequazione previsto dalla legge urbanistica, il Comune ha posto le basi per acquisire 8-9 mila metri quadrati di area nell’ambito del “Cuor del parco”: un polmone verde ampio 30 mila metri quadrati a sud di Bolgare.

Ridotti gli indici volumetrici – Con la variante sono stati ritoccati gli indici volumetrici edificatori, riducendo del 20% la quantità di cemento prevista. E’ stato ridotto il valore minimo di volumetria dei piani attuativi, da 1 a 0.8 metro cubo per ogni metro quadrato, con l’obbligo da parte degli operatori di sviluppare almeno 0.9 metri cubi per ogni metro quadrato sino ad un massimo consentito di 1.2 metro cubo su metro quadrato.

Meno residenti – Il Comune di Bolgare si estende su una superficie di 8,5 chilometri quadrati, di cui il 35% è urbanizzato ad aree residenziali, industriali e terziarie. I residenti sono 5.800. Il pgt era stato approvato nel 2008, quando gli abitanti erano ancora meno di 5.300: lo strumento urbanistico prevedeva un aumento di 2.500 abitanti, arrivando a 7.800 a edificazione completata. La riduzione prevista con questa variante generale è del 20%: ci saranno 500 residenti in meno rispetto ai programmi iniziali.

Ufficio stampa Comune di Bolgare

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Paolo L

    Sarà, però è un bel paese e si vive meglio di altre parti. Io abitavo a confine e non tornerei. Bravi

  2. Scritto da memento

    I servizi saranno molto molto futuri, mentre la riduzione si è resa necessaria dal fatto che ci sono 200/300 appartamenti nuovi e vuoti, senza contare tutte le nuove costruzioni bloccate
    I 70000 metri quadri sono stati trasformati in un minuto da agricolo a edificabile , portando il valore da 15 euro al metro a 110 euro al metro, il comune in cambio potrà utilizzare il campo da calcio che costruiranno per un giorno a settimana. CHI CI GUADAGNA ? I CITTADINI DI BOLGARE O IL PROPRIETARIO DELLA CASCINA ???
    In compenso l’unica cosa che l’amministrazione non ha tagliato sono i propri emolumenti ….100.000 euro l’anno!!!!!