BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le urne scelgono e i mercati crollano Piazza Affari a -3%

Dopo l'esito delle urne in Francia e Grecia, la scelta del Nordreno-Westfalia penalizza la politica del rigore di Angela Merkel che viene battuta. I mercati osservano con incertezza la situazione e registrano pesanti cadute.

Più informazioni su

Il segnale che arriva dalle urne è chiaro: no alla politica del rigore e dell’austerità. Prima la Francia e poi la Grecia, domenica 13 maggio la Germiania ha bocciato la politica della cancelliera Angela Merkel.

Nella regione del Nordreno-Westfalia, la più popolosa delle regioni tedesche, i cittadini hanno votato contro Merkel assegnando la maggioranza assoluta alla sinistra. I mercati prendono atto e le conseguenze sono visibili nei crolli registrati già a partire dalla mattinata di lunedì.

Piazza Affari perde il 3%, Londra cala dell’1,7% Francoforte scende del 2% mentre Parigi del 2,3%. La moneta unica scende sotto quota 1,29 dollari: l’euro passa di mano a 1,2892 dollari, dopo un minimo da gennaio di 1,2877 dollari. Nei confronti dello yen è scambiato a 103,15. Le tensioni sull’euro rispecchiano quello sui titoli di Stato. Il differenziale di rendimento tra bund tedeschi e Btp è tornato a quota 433 punti base – che significa che per indebitarsi l’Italia deve offrire ai sottoscrittori di Btp un rendimento di oltre il 4,3% più alto della Germania – ai massimi da fine gennaio: i titoli italiani rendono il 5,7%, mentre il bund è al minimo storico all’1,4%.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mario59

    Questo fa capire chiaramente che le banche vogliono politica rigida delle destre… politica che permette a chi è già ricco di diventarlo sempre di più..a scapito di chi nella miseria sprofonda sempre di più..ma questo non potrà mai essere la ricetta per creare una società equa e solidale…negli ultimi 20 anni la redistribuzione di ricchezza si è sbilanciata troppo a favore dei potenti…creando sempre più disagi e miseria al resto dei cittadini…o la ploitica è in grado di riequilibrare le cose… oppure credo che arriverà il momento che il riequilibrio avverrà in forma dolorosa per tutti, anche per chi oggi sta bene.. è la storia che ce lo insegna.

  2. Scritto da gio

    uno stato non si arrichisce stampando soldi pezzi di carta senza valore,
    ma la richezza la si crea creando prodotti e vendendoli se non si e capaci si possono fare prestiti e poi lamentarsi che i debiti non esistono e non e giusto ripagarli
    visto che negli ultimi 20 anni al contrario delle promesse della vostra classe politica di tagliare il debito e sempre aumentato per cui siete diventa inafiddabile e nessuno vuole prestarvi piu soldi,
    ti ricordo eu ha creato un piano da 700bl composto da parecchi paesi del terzo mondo per aiutarvi , se voi non volete fare alcun sforzo sarete solo voi la colpa delle vostre conseguenze

  3. Scritto da A.Z. Bg

    Questa é la dittatura finanziaria che fa crollare le borse se i cittadini votano diversamente da ció che la finanza vuole. Il gotha europeo della finanza vuole solo il denaro della gente, e basta.

  4. Scritto da gio

    i mercati bocciano la politica disastrosa della classe politica italiana , greca e spagnola , che hanno saputo solo derubare i propi cittadini andare con i loro soldi a donzelle e raccontare una manica di bugie

    mi sembra che lo stato italiano abbia entrate ogni anno circa di 450 bl e un deficit di 100-150 bl annuale cosa volete ??? e inutile prendersela con la speculazione dovete incolpare voi stessi e la vostra ladra classe politica
    il nord europa non vi manterra a vita vi sta aiutando hanno creato programmi di aiuti per 700 bl ma la scelta finale sta a voi senza i paesi mediterannei l euro sara la moneta piu forte del mondo
    a voi la scelta

    1. Scritto da MAX

      E’ sempre il solito discorso i grandi finanzieri applicano “formule magiche” che fanno moltiplicare i loro capitali anche se poi si scopre che magari questi capitali non esistono o esistono solo sui pc , Le agenzie di rating, possono decidere il destino di uno stato con altre formule.
      Quindi una crisi mondiale come questa generata da una finanza scriteriata che non ne vuole pagare le conseguenze cerca con altre formule magiche di scaricarne i costi sul cittadino comune al quale si fa pesare che il deficit dello stato è troppo alto e che quindi deve pagare più tasse e ricevere meno servizi, perche se no… (qualcuno come fa a guadagnare?).
      Scusate lo sfogo ma questo e il mio modesto parere.