BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Firme a quota 8.000 contro l’autostrada Ipb

L'obiettivo "diecimila" si avvicina, annuncia il comitato che ha in programma un'assembela a Sabbio di Dalmine per venerdì 18 e un'altra a Verdellino per martedì 22 maggio.

L’obiettivo "diecimila" si avvicina, annuncia il comitato che ha in programma un’assembela a Sabbio di Dalmine per venerdì 18 e un’altra a Verdellino per martedì 22 maggio.

 

L’obiettivo “10.000 firme” si avvicina.

Le adesioni dei cittadini alla raccolta firme contro il progetto preliminare dell’autostrada ex-IPB si attestano intorno a quota 8.000 e sono dettagliate, comune per comune, sul sito del comitato (http://www.cambiamola.it/wordpress/raccolta-firme/numero-firme-raccolte/).

Dopo le recenti assemblee pubbliche a Pontirolo Nuovo e a Stezzano, il lavoro del comitato prosegue a Dalmine e a Verdellino. Venerdì 18 maggio si terrà un’assemblea a Sabbio di Dalmine, presso lo spazio comunale di Via Roma 35.

La particolare attenzione su Sabbio è dovuta al fatto che, se quest’opera sarà costruita, la frazione dalminese si ritroverà letteralmente circondata dalla A4 verso Dalmine e dalla ex-IPB verso Levate.

All’assemblea sono stati invitati a intervenire il sindaco Terzi e l’assessore Bolognini, sostenitori dell’opera.

Martedì 22 maggio si terrà un’assemblea anche a Verdellino, presso la sala incontri di Via Santuario dell’Olmo 23. In questa occasione sarà invitato il sindaco Maci che, insieme ai sindaci di Levate, Osio Sotto e Osio Sopra, si è opposto all’opera in conferenza dei servizi.

Per dettagli sulle assemblee e sulla raccolta firme si può accedere al sito www.cambiamola.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da LakeishaHo80

    One word ‘ AWESOME

  2. Scritto da enrico

    “Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca”. Io sono favorevole alla costruzione dell’autostrada Bergamo-Treviglio così sarà valorizzato il nostro territorio bergamasco, la sua economia, l’aria che respiriamo in quelle strade che oggi portano verso la bassa bergamasca….il nostro futuro sta nella capacità di andare oltre e vedere e realizzare cose positive per le generazioni future e non pensare solo a noi stessi….

  3. Scritto da fabry

    Io capisco chi protesta e con impegno raccoglie firme…è un loro diritto e sono liberi di farlo.
    Il problema è che dopo moltissima gente si lamenta che in Italia i servizi legati alla viabilità fanno pena e magari dopo un viaggetto di una settimana in qualche posto in Europa ti dice: “50 Km in 10 minuti, li si che sono avanti, mica come noi provinciali italiani”…vogliono la botte piena e la moglie ubriaca

  4. Scritto da Peter Anderson

    Una strada a doppia carreggiata serve per andare da Bergamo a Treviglio. Serviva già parecchi anni fa. Servono strade di grande comunicazione in provincia per arrivare ai centri importanti senza dover passare per tutti i paesi. Anzi questa dovrebbe continuare fino a Crema, Lodi e Piacenza per migliorare la viabilità in Lombardia. Se sarà autostrada ben venga! Preferisco pagare ma che sia un servizio efficiente – non come trenord, poste, asl, ecc. Spero finisca presto la Dalmine-Villa D’Almè. Serve inoltre una superstrada Bergamo-Lecco, in Val Brembana e Val Seriana. Mi aspetto anche la Pedemontana in tempi brevi e la nuova Tangenziale Est Milano. Per la Brebemi siamo in dirittura d’arrivo.

    1. Scritto da Cristian

      Credo che si sia dimenticato di chiedere una superstrada in Valle Imagna, una superstrada in Valle di Scalve e un’autostrada per collegare Bergamo a Romano di Lombardia. E magari un bel ponte sul Lago d’Iseo per andare agevolmente da Sarnico a Lovere passando per Montisola e, perché no, anche un tunnel tra Nembro e San Pellegrino Terme per spostarsi da una valle all’altra… Vorrà mica obbligare la gente a fare i tornanti per Selvino nel 2012!

      1. Scritto da enrico

        Non chiederei tanto…ma una superstrada per la Valle Brembana la chiederei…le gallerie di San Giovanni Bianco, San Pellegrino, ecc. sono una cosa buona…a quando una galleria in quel di Zogno, ecc.
        Costruire vie di comunicazione “a regola d’arte” non è cosa negativa, anzi….

  5. Scritto da Ettore

    Caro Sì, forse, direi che per un gruppo di ragazzi che non ha un soldo e che ha una lungimiranza molto più ampia di quella dei nostri politici, è un risultato straordinario

    1. Scritto da Sì, forse

      Sì, forse. Ma non basta la lungimiranza per fermare l’autostrada, e rispetto agli abitanti, le firme son pochine.

      1. Scritto da Ettore

        Probabilmente lei non ha mai fatto una raccolta firme. Se togliamo il dato degli astensionisti (ben oltre il 40% della popolazione media), in alcuni paesi si supera il 50% di adesioni, e non siamo parlando di Blello.

        1. Scritto da Sì, forse

          Davvero non fa una grinza: la prossima volta togliamo il numero degli astensionisti anche quando si ragiona di referendum, così tutte le volte abbiamo il quorum.

          1. Scritto da Roberto

            E’ quello che si dovrebbe fare, e che si fa in Svizzera, chi non vota non decide.

  6. Scritto da Sì, forse...

    Sì, forse per il 2020, quando sarà finita l’autostrada, arriveranno a diecimila firme. Se la gente non avesse voluto un’autostrada, le firme sarebbero già 50.000… e invece a parte un paio di gazebo, nulla di fatto…

    1. Scritto da Narno Pinotti

      «In provincia di Milano negli anni 1999-2009 sono stati consumati 7323 ettari, una superficie pari a metà della città di Milano. Suolo agricolo -6839 ettari, ambienti naturali -738 ettari. La Provincia di Monza, la provincia del sacro suolo da difendere, della verde Brianza, è al 55% di suolo consumato, e nonostante questo ogni giorno l’urbanizzazione cresce, in provincia, occupando uno spazio pari a 3,2 volte la piazza del Duomo di Monza (ciwati.it).
      Numeri precisi contro numeri sparati a caso. Le firme Le sembran poche? Scarpini per raccoglierne un po’. Le sembran troppe? Avvii una raccolta contraria. Se invece se ne sta seduto, lasci decidere agli altri che agiscono.

      1. Scritto da Sì, forse

        E infatti a decidere sono proprio quelli seduti, e non quelli che scarpinano ;-) Auguri!

        1. Scritto da no autostrada

          x si forse, il problema grosso è che la gente, come te, parla per sentito dire e non si informa minimamente. prima di parlare bisognerebbe informarsi, andare agli incontri che il comitato organizza e sentire le sue ragioni. sono sicuro che se la gente fosse informata e avesse interesse ad esserlo, le firme sarebbero ben più di 50.000. imvece si parla a vanvera per poi lamentarsi a cose fatte per i costi, per i disagi e per l’inutilità di un opera del genere che corre per alcuni km. a pochi metri di distanza dalla A4.
          come diceva Gaber:la politica è partecipazione !
          e come diceva Gramsci: odio gli indifferenti