BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Conservatorio Donizetti Il giallo dei tagli “Confermiamo l’impegno”

Sempre meno soldi, sempre più difficoltà a finanziare servizi rispetto al passato. E’ il caso dell’istituto musicale Gaetano Donizetti, primo della lista dei tagli messi in atto dalla Giunta del Comune di Bergamo. Tentorio: "Non abbandoniamo il conservatorio".

Più informazioni su

Sempre meno soldi, sempre più difficoltà a finanziare servizi rispetto al passato. E’ il caso dell’istituto musicale Gaetano Donizetti, primo della lista dei tagli messi in atto dalla Giunta del Comune di Bergamo. Nei prossimi anni il conservatorio dovrà fare a meno di gran parte del milione e 750 mila euro ricevuti annualmente dall’amministrazione. E il giallo è proprio sui tagli. Nella presentazione della nuova convenzione non si fa cenno a stime di massima rispetto alle risorse disponibili per il 2013 e 2014. Nella relazione presentata dagli uffici invece viene messo nero su bianco un 900 mila euro per il prossimo biennio, circa la metà del contributo attuale. “L’assessore Minuti mente sapendo di mentire – sbotta il capogruppo del Pd Elena Carnevali -. Nella relazione c’è scritto che sono previsti solo 900 mila euro. E allora si dica questa cifra, non stiamo a raccontare che è ancora tutto da decidere”. Danilo Minuti si difende: “E’ un bilancio non approvato, la previsione può essere modificata in meglio o in peggio. Non c’è nessuna ufficialità, ma un’indicazione di massima”. Interviene anche il sindaco Franco Tentorio, che dà qualche ragguaglio in più sul futuro dell’istituto musicale. “Crediamo nelle funzioni dell’istituto Donizetti – spiega , dobbiamo pero renderlo compatibile al bilancio del Comune. Il fatto che nel triennale sia indicata una cifra conferma che l’amministrazione non voglia abbandonare il conservatorio. Mi sono permesso di suggerire al consiglio di amministrazione di valutare la possibilità di introdurre tariffe diverse per gli studenti che arrivano da fuori città. Restano interlocutori responsabili la Provincia e il locatore che sembra disponibile a una riduzione delle spettanze. In questo modo noi confermiamo l’impegno dell’amministrazione”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.