BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Con la Festa Democratica il Pd apre ai grillini Ma 5 Stelle si spacca

Alla festa del Pd parteciperanno anche i grillini? Per ora si tratta solo ed esclusivamente di una proposta di del consigliere provinciale Matteo Rossi, di un’apertura verso il movimento del comico genovese, che alle ultime amministrative ha fatto il botto in più città.

Alla Festa Democratica parteciperanno anche i grillini? Per ora si tratta solo ed esclusivamente di una proposta, di un’apertura del Pd verso quel movimento, quello del comico genovese, che alle ultime amministrative ha fatto il botto in più città.

A lanciare il sasso è stato il consigliere provinciale del Pd di Bergamo Matteo Rossi che, attraverso il social network Facebook, ha ufficialmente aperto le porte della Festa Democratica al popolo dei grillini, invitandoli ad un dibattito politico.

Ancora manca una risposta da parte del gruppo bergamasco del movimento di Beppe Grillo, ma la cosa certa è che la proposta di Rossi fa discutere. E sulla pagina Facebook dei grillini orobici c’è chi sostiene che sarebbe utile per il movimento confrontarsi con altre realtà (“Se la festa non ha odori politici di parte allora, a mio modesto avviso, dobbiamo andarci per promuoverci. Se si teme il confronto non si va lontano. Per eccesso potrei dire: cosa ci andiamo a fare in Comune come consiglieri se non a dialogare con gli altri partiti? Che si fa? Là sì e qui no? Mah! L’accusa che siamo una setta con la verità in tasca è sempre dietro l’angolo…riflettiamoci”) e chi, invece, preferirebbe stare ben lontano da ogni colore politico (“Non siamo un partito, e non c’impicciamo con i partiti, ma cerchiamo di stare in mezzo alla gente. Non so gli altri, ma io sarei totalmente contrario a questo dibattito”).

Intanto, la Festa Democratica si prepara a intitolare lo spazio dibattiti a un grande personaggio della storia (recente e passata) con un sondaggio che spazia tra opzioni serie ed altre nettamente meno serie. E, nella corsa al trono del successore agli eletti degli scorsi anni (Moro, Impastato e Vassallo), in questo momento figura in netto vantaggio sugli altri “rivali” la coppia FalconeBorsellino, distante più di venti voti dal ricordo della strage di Oslo (24 luglio 2011) seconda classificata. Sul gradino più basso del podio l’unità d’Italia, mentre, per chi si volesse fare due risate, non si può non citare qualche nome della speciale classifica del Pd: nella lunga lista spiccano “l’autista del trota… il porta trote”, “Napo Orso Capo”, “Silvio Berlusqueoni” e, addirittura, “il Titanic”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ARDICCIO

    Grillo rappresenta il peggio della demagogia e l’assassinio di ogni verità. Lavoro per tutti, sicurezza, innovazione, funzionalità dei servizi: ma la potrà mai garantire tutta sta roba un personaggio che predica l’uscita dall’Euro ? Uscita che equavale alla miseeria totale per i ceti a reddtito fisso. In galera gli sfascisti !

  2. Scritto da Patrizio

    Chi ha scelto il movimento 5 stelle credo che non sia il momento di pensare ad alleanze, se i cittadini sceglieranno di mandare a casa i mille mantenuti in parlamento e tutti gli amici e parenti che gli girano in giro, il movimento non ha bisogno di nessuna alleanza.
    Non create discussioni inutili o dannose.

  3. Scritto da rota bruno

    avete rotto le scatole tutti non siamo grillini siamo il MOVIMENTO 5 STELLE spero sia chiaro !!!!! un movimento non un partito!!!! chi ci chiama grillini non ha ancora capito nulla !!!

    1. Scritto da Ecchediamine

      Che palle Rota, siete un’organizzazione che partecipa alle elezioni , cioè un PARTITO.

  4. Scritto da serravalle

    un allenaza tra i due movimenti politici ci può stare,anche perchè hanno entrambi due leader comici…

    1. Scritto da Siamotutticomici

      Comico sarà chi si dimentica l’ortografia… “un’alleanza” avrebbe fatto ridere meno, non crede? Ma si sa, l’apostrofo è in ribasso, un po’ come il vuon senso. Quanto alla comicità, forse lei ha visto troppo Italialand e fa confusione fra Crozza e il forse noioso, ma non mi sembra comico Bersani… Comunque – in materia di comici – mi sembra che i migliori siano gli “omini verdi”!

      1. Scritto da Marco

        buon fortuna tu si che ne hai di “vuon” senso… ci si attacca ancora agli errori di digitazione, che tristezza.

  5. Scritto da nino cortesi

    Per 10 giorni, e sino al 20 Maggio (ottima cucina e liscio), è in corso la festa del Pd a Zingonia , a 100 metri dal sottopasso della ferrovia sulla Francesca) e mi risulta che ci vanno tutti, ma proprio tutti e sono felici e contenti.

    1. Scritto da Apache

      A parte che ormai è risaputo che la cucina non è granchè ed è pure cara, lascio che a queste feste ci vadano quelli in pensione da quando avevano 55 anni o i dipendenti statali. Quelli sì che possono ballare e mangiare felici e contenti.

    2. Scritto da kikko

      si, si, mentre c’è gente che si suicida per colpa del PD e del PDL, voi ballate il liscio e magnate. Magna magna.

      E non dite che al governo non ci siete stati. Prodi cos’ha fatto oltre ad appoggiare le scelte del PDL? Vedasi base USA Da Molin e promesse false di ritiro dei militari italiani dagli stermin… ehm dalle missioni di “pace”. Sti comunisti finti pacifisti…

  6. Scritto da Sofia

    Spero che il dibattito si possa concretizzare. Grazie a chi lo ha proposto. Il Pd deve essere un partito aperto e capace di dialogarer con tutti.

    1. Scritto da mario59

      Concordo con quanto hai detto…peccato che il PD fino a qualche giorno fa ne ha dette di peste e corna nei confronti del M5S…ora hanno convenuto che è meglio andarli a cercare per dialogare…l’avessero fatto fin da subito…ci avrei creduto, ora proprio non gli credo minimanente…detto questo capisco che il dialogo va sempre sostenuto, ma sono stufo di credere a chi non ascolta i cittadini nemmeno quando il 90% di essi con un referendum dicono basta al finanziamento dei partiti…adesso Bersani si è inventato quella del dimezzamento dei finanziamenti…ma se abbiamo detto niente finanziamenti..cosa vuol dire metà va bene..e la metà in più che hanno preso fin’ora poi lo restituiscono..?

  7. Scritto da Aladin

    Ci sono temi concreti che possono accomunare i grillini e la sinistra. Invece di sterili polemiche sui se e sui ma, parlate di questi temi e fate lotte comuni.

  8. Scritto da mario59

    Tutto come avevo previsto…prima le critiche di ogni genere nei confronti del M5S ora visti i risultati delle elezioni… provano a tirarli dalla loro parte, nella speranza di farli sedere al loro fianco, al tavolo della mangiatoia.. è chiaro che se il M5S si lascerà coinvolgere dal sistema…firmerà irrimediabilmente la sua fine… è questo che il PD e non solo stanno cercando di fare..metterli in una condizione, nella quale i cittadini che li hanno votati, possano pensare che anche i grillini sono uguali a tutti gli altri…pertanto occhio a non cascare nella trappola.

    1. Scritto da Paolo

      Scusa ma per poter dialogare e confrontarsi con il movimento 5 stelle che si deve fare? Il ripristino del bacio della pantofola?
      Ma i grillini a parte gli slogan e le urla cosa vogliono?
      Se il PD è un partito di arraffoni e affaristi si va al dibattito e glielo si dice in faccia, lo si dimostra e si controbatte a tu per tu. Questo è il sale della democrazia.
      Alrimenti tanto vale votare i soliti noti.

      1. Scritto da enrico

        Scusaci tu, non avevamo capito che gli insulti di Misiani e Napolitano fossero un saluto di benvenuto. Non eravamo forse l’antipolitica e il populismo?

        1. Scritto da Taghencoragio!

          Insulti di Misiani ? Quello che VOI avete messo come delinquente wanted sul vs sito senza che lui avesse mai proferito un commento su di voi ? Accomunato a personaggi sotto processo per furto e crimini vari ? Certo che a malafede non scherzi, malafede che io personalmente aggiungo con grande serenità al populismo e al qualunquismo.

    2. Scritto da Zufolo

      E sì, perchè il confronto e lo scambio di opinioni è una cosa pericolosissima .
      Lo diceva sempre anche Berlusconi che parlava sempre da solo o al massimo da Vespa.
      Mario, ta sa rendet cont de kel ke ta diset ?

      1. Scritto da mario59

        Certo che mi rendo conto di quello che dico….ti faccio gentilmente notare, che nei mesi scorsi i vertici del PD hanno vomitato di tutto e di più nei confronti del M5S ed ora che hanno capito il reale pericolo di perdere le poltrone, gli tendono la mano e li cercano per dialogare….ma per piacere, il PD abbia almeno un po’ di coerenza nei confronti dei propri elettori.. prima gli raccontano che i grillini sono l’antipolitica e che addirittura potrebbero mettere in pericolo la democrazia… poi li vanno a cercare per dialogare…dai zufolo fas mia ciapà in giro dal bersani chèl pensa dè is balòs, ma svèt che la mia capit, che n’sè mia tüc scemi.

      2. Scritto da Piffero

        Il problema non è lo scambio di opinioni, che a questo punto si può intavolare in un ambito/panorama neutro, non di sicuro la festa del PD che proprio dal nome si deriva che è un’iniziativa di partito (lasciamo perdere retoriche sterili…Festa PD = Festa di partito).
        Come intenderebbe la gente il fatto che il m5s si siede al tavolo con il pd?Che M5S=PD….semplice,no?La sciura maria la intenderebbe così…
        Quindi,grillini,state attenti dalle proposte/pacche sulle spalle da parte di volponi democristiani…L’intento è quello di mettere il cappello sulla vostra iniziativa..STATE ATTENTI!!!

      3. Scritto da kikko

        Beh da Vespa ci và pure SuperMario e Bersani… il problema forse è che i cittadini si sono stancati del dialogo, ed ora al dialogo preferiscono i fatti.

        Quelli del PD, PDL, Lega finora col cittadino hanno fatto solo chiacchiere. E gli unici fatti, erano verso i loro portafogli… eheheh

        Basta dialogare, vogliamo fatti, sveglia…

        1. Scritto da Gingle

          Caro internauta kikko con l'”eheh” facile , tu dov’eri quando il popolo “che si stanca del dialogo” votava berlusconi e bossi ? a far corsi di democrazia in corea del nord o in qualche campo paramilitare di destra ? Sai , è lì che trovi i campioni che non amano chiacchere e preferiscono i fatti e gli stanno molto sulle scatole i confronti. Mmhhh secondo me votavi berlusconi e bossi… anche se non lo ammetterai mai , sai la categoria si riconosce facilmente , e farebbe bene a stare zitta.

          1. Scritto da kikko

            P.s.: a dimostrazione che destra=sinistra è il dato di fatto che finora non so perchè quelli di destra sostengono che sono di sinistra. Invece quelli di sinistra invece sostengono che sono di destra. Un pò come allo stadio. Ed hanno il coraggio di chiamarla politica..

            Se un ladro, assassino o mafioso è a sinistra, per gli uomini di sinistra, non è ne un ladro, ne assassino ne mafioso .
            Se un ladro, assassino o mafioso è a destra, per gli uomini di destra, non è ne ladro, ne assassino e ne mafioso.

            Ognuno difende i propri giocatori. Questa è tifoseria, non è politica. Andate allo stadio… eheheh

          2. Scritto da Giorgio

            Destra = sinistra ? Fammi comunicare ai popoli europei che devono passare da kikko perchè non hanno capito niente. Figurati che questi sprovveduti sono convinti che facciano politiche diverse! O forse stai facendo un pò di qualunquismo di bassa lega.

          3. Scritto da kikko

            si è vero, se ci pensi, il cittadino nella norma, è qualunquista.
            E che male c’è? Il mondo è una variabile mutevole, non una costante fissa.

            Prima ha votato Prodi che aveva promesso di ripudiare la guerra. I soliti comunisti finti pacifisti.

            Almeno quelli di destra lo ammettono d’esser a favore delle missioni di guerra.

            Ma comunque, lo stesso cittadino deluso da quella mortadella, poi vota Berlusconi, poi deluso vota Bossi.

            Alla fine chi voti, chi voti, si scopre che sono tutti mafiosi… praticamente un unico partito PD + PDL dai ammettilo che fanno finta di litigare in Tv ma poi sotto sotto… la mano sinistra insieme alla mano destra si puliscono il volto..

          4. Scritto da Centro!

            Beccato in pieno ! Dal linguaggio sei al 100% un ex elettore di berlusconi , e vieni a fare le prediche ? Ma va a …..

          5. Scritto da kikko

            Beh interessante provocazione… purtroppo per te a me piaceva pasticciare le schede elettorali… non ho mai votato per nessuno. Sono uno di quegli ASTENUTI PERMANENTI che avete generato voi con questo SCACCO MATTO ALLA POLITICA italiana visto e considerato che destra=sinistra, si è dimostrata un’equazione perfetta… per la prima volta voto. Il moVimento. Eheheh :-D

          6. Scritto da Gingle

            Te pareva ! Ah ah

          7. Scritto da Jason

            quindi sei uno dei responsabili del degrado ? Non votare equivale a votare per chi vince !

          8. Scritto da kikko

            che senso ha votare se sono tutti corrotti? Difatti perchè c’è il governo tecnico? Cosa faceva il PD? Dormiva o contrattava sottobanco con PDL e Lega? Eheheh

          9. Scritto da La verità fa male

            1) in Corea del Nord comandano i comunisti, non Berlusconi 2) io sono un elettore di destra e mi dica, dall’alto della sua scienza e della sua sapienza: cosa ha la “categoria” (quella che farebbe bene a stare zitta) che la rende così facilmente riconoscibile? 3) le trasmissioni TV di sinistra, penso a quelle dei Lerner, Floris e Santoro, non erano di certo esempi di imparzialità 4) quelli del PD, e qualche tecnico di questo governo di supercervelloni, se la tirano da maledetti e fanno lezioncine di vita e di morale (mitica la Fornero che dice ai disoccupati “fate i mestieri”) poi guarda caso il popolino bue non capisce cotanta cultura e vota Berlusca o Bossi o M5S

  9. Scritto da Dario M5S Bergamo

    Mi piacerebbe sapere dove il buon Luca Bassi ha notato spaccature. Anche sulla pagina Facebook di Matteo Rossi si è accesa una discussione in merito all’invito e non sono per questo portato a pensare che siano spaccati. Discuteremo dell’invito al nostro interno e la posizione che ne uscirà sarà l’espressione della maggioranza degli attivisti, senza ideologie e senza indicazioni dalla “segreteria”. Personalmente mi sento di ringraziare Matteo Rossi ed il PD per l’invito!

    1. Scritto da Arianna

      Non sedetevi con nessuno , è ancora troppo presto, dovete aumentare i vostri iscritti e raggiungere percentuali più alte,poi si può cominciare a confrontarsi…vedrete come Vi ascoltano !!!!

    2. Scritto da L76BG

      non sedetevi a tavola con il PD!!!

      1. Scritto da Dario M5S Bergamo

        Indipendentemente dal fatto che non sta a me decidere se accettare o meno il confronto, ma a tutti gli attivisti, sono convinto che il Movimento sia una cosa diversa dai partiti, ha come obiettivo la partecipazione della cittadinanza al processo democratico, non ha struttura piramidale e ascolta le istanze dei cittadini. Noi non cerchiamo voti, ma idee e partecipazione! personalmente credo che per far partecipare le persone sia necessario raggiungerle e non è solo attraverso i banchetti o internet che si raggiungono, ma è confrontandosi con altri e dimostrando la propria diversità. Non ci sediamo a tavola ne con il PD, ne con altri, semplicemente portiamo avanti le nostre idee e proposte.

  10. Scritto da La Volpe

    Matteo Rossi,da astuta volpe democristiana,cerca di “spaccare” i grillini con questa proposta,e magari di cercare un pò di notorietà e spolvero,visto che da tempo è fuori dai giochi politici del pd e visto che nel suo partito conta quanto il 2 di bastoni quando comanda ori…
    Grillini,non cascate nella rete del volpone…..

  11. Scritto da Maverik

    Interessante il dibattito che è già iniziato qui, senza aspettare feste e convegni

  12. Scritto da Baffone?

    Da come scrivi tu devi essere un ex Pdl-An che mi ha devastato per 20 anni con il suo voto fino a portare me e la nazione alla malora. E adesso non ti sembra vero di recuperare una verginità perduta e ricominciare esattamente come prima.

    1. Scritto da spike 5stelle

      Ecco uno dei miei esponenti piddini preferiti: quelli con l’etichetta facile e che ritengono per giunta gli altri dei minorati mentali. Se Silvio ha spadroneggiato in questi anni la colpa è soprattutto vostra. Ripassa il concetto di democrazia.

    2. Scritto da Baffone?

      Ops ! postato fuori posto , era per l’intervento iniziale di Pietro.

  13. Scritto da stefano

    E’ sbagliato definire antipolitico il M5S. Tutti dovremmo occuparci della cosa pubblica e chiunque lo faccia onestamente deve essere il benvenuto. Antipolitico è chi getta le molotov e aggredisce persone solo per il lavoro che fanno o per ciò che rappresentano. Detto questo, vorrei capire cosa faccia supporre al M5S di essere superiore ai partiti. Mi spiego: dite di decidere dal basso e di discutere tutto, ma come farete quando sarete in Parlamento? farete ogni volta un “referendum in rete” tra tutti gli aderenti? con quali controlli sarete sicuri che le risposte non siano “pilotate”? Avete mai partecipato a riunioni locali dei partiti? ritenete che lì non sia possibile discutere? Grazie.

  14. Scritto da Gianluca

    Da democratico condivido l’apertura di Rossi e spero che il conque stelle accetti l’invito. Dialogare è sempre un bene.

    1. Scritto da kikko

      si ma dialogare su cosa? Presentando progetti concreti e realizzabili SUBITO al volo, oppure parlare tanto per buttare via il fiato?

  15. Scritto da Roberto Gasperoni

    Per noi è normale usare uno strumento mediatico come facebook per discutere dell’invito alla festa del PD. Questo denota la democrazia che c’è al nostro interno. “Uno vale Uno” significa che ognuno di noi può esprimere il suo parere. Se poi bisognerà decidere lo si farà con una votazione. Alla votazione parteciperà chi giornalmente mette la sua faccia all’interno del movimento tenendo conto comunque dei pareri di tutti.

  16. Scritto da kikko

    Ma scusate, a voi chi v’ha dato il permesso di fare copia incolla dei miei commenti su Facebook? Ahahahah

    1. Scritto da la democrazia è una cosa seria

      ma come, voi che avete fatto della democrazia via internet il vostro fiore all’occhiello adesso non volete che si riporti quello che mettete sui internet? Coerenti eh

      1. Scritto da gino

        A parte la tua critica nonsense, che si risponde da sola, se pensi che la democrazia digitale sia facebook, forse dovresti osservare cosa farà Berlusconi con il “pdl liquido”.

        Quello che facciamo e faremo noi ti costringerà a qualche riflessione sulle tue motivazioni di fede, quando lo vedrai.

      2. Scritto da kikko

        no no, fate pure, il problema è che se io posto un pezzetto del telegiornale, d’un film o d’una canzone minimo mi prendo la denuncia dalla SIAE, invece a voi giornalisti è permesso di copiaincollare tutto…

        cmqe copioincollo una frase di un mio amico: quando si dice un giudizio fazioso….spacciare per spaccatura un confronto di opinioni…poverini…

        E rispondo:
        non hanno ancora capito che siamo noi i veri democratici… se io dico qualcosa di contrario alla tua opinione e viceversa, è GIUSTO che sia così. Guai il giorno che nel moVimento tutti diranno le stesse cose e la penseranno allo stesso modo. Sarà il giorno che me ne andrò. :-D

        eheheh

  17. Scritto da vergogna

    Vergogna!!!!!!
    Altro non si può dire.
    Pur di tenere il fondo schiena ben ancorato si è disposti a tutto.
    Eppoi si ha il coraggio di criticare gli altri.

    VERGOGNA!!!!!!!

    1. Scritto da G

      Con chi ce l’hai che non si capisce ? Si vedono soltanto i 12 punti esclamativi .

      1. Scritto da vergogna

        Mi sembra che sia il pd ad aprire, non il contrario

  18. Scritto da Paolo - Movimento 5 Stelle Bergamo

    Dato che prendiamo le nostre decisioni dal basso ed in modo condiviso e trasparente, come prevede un serio e reale processo democratico, faremo sapere a chi ci ha contattato le nostre decisioni quando le avremo prese. Del resto, su ogni cosa discutiamo in modo aperto, e a volte anche acceso, senza nascondere nulla.

    1. Scritto da diletta

      sì, discutete in modo aperto poi Grillo vi dice cosa fare e cosa non fare, come le partecipazioni in tv

      1. Scritto da Kikko

        Beh diletta, c’è da dire, che Grillo vale 1, difatti molti di noi ci sono andati in TV dopo una discussione di gruppo.

        Invece c’è da dire che tu se sei del PD non puoi contestare le decisioni del tuo capo Bersani, che manco lo sa che l’hai fatto.

        Quindi perchè insistete tanto su questa cosa? Siete voi che non potete contraddire il capo, non noi visto che non abbiamo Leader.

        Tra l’altro Beppe Grillo, non scrive a caso, prima (per cosi dire) conta i “Mi piace” e mette le cose che più sono state discusse in rete. E’ un megafono.

        Perfino alcune cose dette da me sono state amplificate da Grillo. Provate a farlo voi col vostro capo se ve lo lasciano fare…. eheheh

      2. Scritto da Pietro

        Tu invece puoi fare così: o vieni a trovarci, ci vedi e ci senti, oppure vai avanti a berti la televisione oppure, in ipotesi, i comunicati dei delegati che dicono cosa devi fare a te.

        1. Scritto da diletta

          mi risulta che qualcuno di voi, impegnato in prima persona nelle città, volesse andare in tv ma il vostro capo supremo abbia proibito a tutti di farlo. Se la tv fa schifo, non è meglio chi la vieta, a mio modesto parere

          1. Scritto da spyke 5 stelle

            Se qualcuno l’ha fatto è stata una sua scelta, altri hanno deciso di andare in tv lo stesso, nessun fucile puntato. Non è la prima volta che Beppe dà indicazioni e poi ciascuno decide in libertà. E’ la democrazia, occorre riabituarsi, Beppe a tutti gli effetti è uno di noi, infatti abbiamo sempre deciso quello che ritevamo giusto, senza interferenze.

  19. Scritto da Alberto

    Anni orsono,, alla Festa Provinciale dei DS alla Celadina, impedirono a Di Pietro di raccogliere le firme per un referendum all’interno della Festa, oggi “invitano” i Grillini ( l’antipolitica come la definiscono ) ad un dibattito politico. Non hanno capito che l’antipolitica non si combatte con i “dibattiti” ma con “azioni” che ne impedidcono il nascere. Le parole lasciano il tempo che trovano.,

    1. Scritto da Pietro

      le azioni, caro Alberto, sono oggi tardive.
      La presunzione di etichettare un movimento democratico dal basso, con la brutta parola Antipolitica (che sta velocemente uscendo di moda), già non è bello, ma è giustificato politicamente come l’azione di un medico che debba fermare un’emorragia: tutto fa brodo.
      Sentirsi giustificati -peggio, investiti- a “impedirne la nascita” solo perchè non avviene nella nursery della Verità Unica, invece… è un pelo stalinista (la parola che si può usare per definire i fascisti di sinistra senza scatenare crisi epilettiche, baffone ha sempre la sua ombra di rispetto in fondo).
      L’effetto combinato, metaforicamente parlando, sembra un po’ scegliersi i fiori per la corona.

      1. Scritto da Alberto

        Le “azioni” non sono mai tardive, ma vanno fatte senza tanti annunci, poi disattesi, ma dimostrando nel concreto che é tempo di cambiamenti.
        Il “leghismo”, il “dipietrismo” e oggi il “grillismo” sono forme di contestazione di un Paese da anni fermo nel pantano del “partitismo occupa tutto”. Persino negli anni ’70 i partiti avevano lasciato che il loro ruolo fosse “occupato” dal “sindacalismo”. Se ognuno svolgesse il poprio compito non si sarebbero invasioni improprie. Ripeto ciò che ho affermato prima: parole, solo parole ma la storia non ha insegnato nulla !