BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sorpresa, Vittorio Feltri difende i diritti dei gay

Il giornalista bergamasco Vittorio Feltri, direttore de Il Giornale, in un editoriale difende inaspettatamente i diritti dei gay. "Tutti teniamo a passare per evoluti, ma quando si tratta di parlare di omosessuali, bene che vada ricorriamo a logori luoghi comuni".

Abituato a stupire, il giornalista di Bergamo Vittorio Feltri non si smentisce. In un articolo pubblicato in prima pagina sul quotidiano che dirige, "Il Giornale", dal titolo “Amore e fame valgono per tutti, anche per i gay”, prende le difese del mondo omosessuale.

Feltri ha recensito il libro “La vera storia dei miei capelli bianchi. Quarant’anni di vita e di diritti negati” della deputata del Partito Democratico Paola Concia (scritto con Maria Teresa Meli), e ha invitato – con un articolo di notevole buon senso – a superare i pregiudizi contro l’omosessualità e a “rispettare le unioni gay”. Si deve aggiungere che proprio settimana scorsa Feltri ha annunciato di aver preso la tessera dell’Arcigay.

"Tutti teniamo a passare per evoluti, ma quando si tratta di parlare di omosessuali, bene che vada ricorriamo a logori luoghi comuni, banalità sconce da caserma, frasario da bar. Nel linguaggio corrente mancano perfino le definizioni appropriate: frocio, culattone, busone, orecchione, finocchio eccetera. Un vocabolario meschino, oltre che triviale, totalmente inadeguato a un discorso non dico serio, ma almeno sereno, per discutere di una questione vecchia come il mondo – scrive il direttore Feltri -. In redazione, quando l’attualità propone temi quali i Dico, i Pacs, i matrimoni tra persone dello stesso genere, non c’è giornalista che si offra volontario per scriverne. La categoria, pur zeppa di gay e lesbiche, al pensiero di vergare un articolo sulla materia, si nasconde sotto i tavoli per evitare l’incombenza".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da balabiott

    A Feltri, che personalmente reputo un pessimo giornalista al servizio del miglior offerente, va riconosciuto la capacita’ di capire “leggermente” in anticipo alla massa degli altri pseudo-giornalisti le future tendenze sociali e politiche… fu uno dei primi a parlar bene della lega arruffianandosi lettori e amici verdi, a capire il potere economico del nano di arcore incassando stipendi e premi da nababbo ed ora mi tocca sentirlo parlar bene di gay e movimento 5 stelle che fino a due giorni fa avrebbe bruciato sul rogo se solo avesse potuto… ricco, furbo ma per carita’ l’onesta’ intellettuale non e’ certo tra i suoi pregi!

  2. Scritto da pippo

    sei sempre grande

  3. Scritto da nino cortesi

    La sua ha l’imprimatur dell’informazione balenga.

  4. Scritto da stefano

    No.. non ci credo! Ma c’è ancora qualcuno che leggi Feltri ? Masochisti !!

  5. Scritto da valerio

    negli Stati Uniti la cosiddetta cultura gay e’, per fortuna, finita da un pezzo. Li hanno detto stop alle lobby gay, al cinema gay, etc.; ci arriveremo anche noi ai gay che non metteranno piu’ le loro tendenze sessuali al centro di tutto, esattamente come fanno da sempre gli etero ? E’ cosi’ difficile vivere, lavorare, studiare, viaggiare in mezzo a tutti senza rivendicare il presunto orgoglio gay, che a mio parere vale quanto l’orgoglio etero.

  6. Scritto da GP

    personalmente i gay non mi hanno mai infastidito mi ha infastidito
    dare dei diritti ai gay ma come non basta il rispetto della persona?
    di conseguenza i diritti gay forse se ne è parlato troppo io vorrei difendere e far valere i DIRITTI di persone DISABILI,MALATI GRAVI,TERMINALI,QUESTI SONO ABBANDONATI AL LORO DESTINO QUANTI DISABILI SI SONO VISTI IN PIAZZA PER I LORO DIRITTI STRACALPESTATI?
    NESSUNO
    Feltri deve scrivere qualcosa altrimenti chiude il suo quotidiano e non prende più le sovvenzioni CARO FELTRI RINGRAZI LO STATO PER TUTTI CONTRIBUTI CHE AVETE PRESO
    ALTRIMENTI LEI COME ALTRI GIORNALI AVRESTE GIA CHIUSO DA ANNI
    ANCHE QUESTO E’ UNO SPRECO DI SOLDI NESSUNO NE PARLA
    salve FELTRI

  7. Scritto da lamagraz

    Dopo la casa di fini a Montecarlo, bisognava pur trovare il modo per vendere qualche copia in più !

  8. Scritto da Franco

    Una bella notizia, non c’é dubbio. Feltri é una testa che pensa e soprattutto è intellettualmente onesto. La parola c’é: “omo”, anche senza sex perchè con le tre lettere in più limita al solo atto sessuale una situazione che invece è molto più complessa. Però mentre per ragazzo/ragazza/donna funzionerebbe bene, per uomo omo, la rima farebbe un pò ridere. Chissà se qualcuno la inventa!

  9. Scritto da Michele Pezza

    una delle tante marchette, per tirare sù il numero di lettori

  10. Scritto da Luca

    Sarà mica gay?