BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bandiere atalantine sugli edifici istituzionali Paganoni: “E’ vietato”

Le bandiere nerazzurre esposte sulla facciata del municipio scatenano il classico siparietto in Consiglio comunale tra Daniele Belotti, sostenitore nerazzurro, e Simone Paganoni: "E' vietato, lo dice il ministero degli Interni".

Il Consiglio comunale è impegnato nella lunga maratona di approvazione di un bilancio di sacrifici per l’amministrazione e per i cittadini. Ma nella prima seduta delle tre in programma non può mancare il siparietto tra il consigliere leghista Daniele Belotti e quello della Lista Bruni Simone Paganoni. Manco a dirlo, oggetto del contendere sono le bandiere nerazzurre affisse in ogni angolo della città. Anche sulla facciata del municipio. Paganoni si appella alle direttive del ministro degli Interni che vietano l’esposizione di bandiere non istituzionali. “Si possono esporre sugli edifici pubblici istituzionali bandiere e vessilli non istituzionali o privati o di parte? – si legge sul sito del Viminale – NO, perché sugli edifici pubblici istituzionali possono essere esposte esclusivamente bandiere pubbliche istituzionali”. Paganoni rileva anche che lo striscione “A guardia di una fede” potrebbe risultare blasfemo per chi dà importanza a un valore come la fede. Guai a toccare la squadra del cuore a Belotti: il consigliere del Carroccio rivive le battaglie di quando sedeva nei banchi di opposizione con un intervento censurato perfino dal collega Guglielmo Redondi, presidente del Consiglio comunale, che minaccia di espellere entrambi i consiglieri. Belotti allora si sfoga su Facebook, pochi secondi dopo l’intervento prende l’Ipad e schiaccia arrabbiato la tastiera. “Dal consiglio comunale: il "sinistro" Simone Paganoni, dopo aver avuto il coraggio di polemizzare nei giorni scorsi sul minuto di silenzio in comune a Piermario Morosini, ha aperto la seduta chiedendo perchè sul municipio sono affisse 4 bandiere Città nerazzurra, affermando, poi, che l’Atalanta è una società privata. Ha addirittura definito lo striscione "A guardia di una fede" appeso in piazza Vittorio Veneto, come blasfemo. Risposta del sottoscritto: "Però quando il Comune aveva i biglietti dell’Atalanta gratis tu facevi la corsa a prenderli, vero?". Non ha saputo rispondere… Siamo qui a discutere del bilancio, pesantissimo per i cittadini, e questo si preoccupa di 4, leggasi 4, bandierine della squadra cittadina sul municipio.. allucinante”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da che tristezza

    mettete alle finestre le immagini della Madonna, quella e’ FEDE, non confondiamo il tifo con la fede per favore. Che si voglia pompare l’atalanta per costruire lo stadio quello forse interessa a voi, a noi interessa come arrivare a fine mese . Se poi con la beneficenza si vuol lucidare l’immagine, chi fa vera beneficenza non la pubblicizza o si vanta , lo fa di nascosto, con pudore

  2. Scritto da frnk

    Esponiamo per un paio di settimane la bandiera di Che Guevara cosi anche il Paganoni sara’ contento.. . Atalanta 4ever

  3. Scritto da fede e cultura

    La copertina del dossier “bergamo citta’ della cultura” dovrebbe riportare un’immagine della prospettiva piu’ celebre della citta’, quella che dai propilei arriva alle mura venete e porta s. giacomo, con al centro lo striscione “a gurdia di una fede” (fede?), e dietro le canotte delle bandiere atalantine di tutti i tempi appese alle mura. Sono convinto che la commissione apprezzerebbe questa autentica prova di noi e saprebbe cosa fare.

  4. Scritto da fedele alla Dea

    A GUARDIA DI UNA FEDE!!
    striscione stupendo!!

  5. Scritto da gianni

    siamo alla prova del nove! la sinistra , al baratro politico, ormai pur di farsi ” notare ” si attacca anche a queste manifestazioni folcloristiche invece di pensare alle grandi problematiche del paese. grazie invece agli organizzatori che con la loro iniziativa aiutano il gleno.

  6. Scritto da @talant@?

    Che i problemi veri esistano proprio perchè invece di preoccuparsi di risolverli, gente come voi è disposta non solo a perdere tempo con striscioni pagati dagli sponsor, ma anche a prendere a cinghiate un tifoso di altra squadra che festeggia con il figlio, per non parlare di moto buttate dagli spalti, lame, spranghe e altro?

    1. Scritto da matteo

      una piccola nota per le moto buttate dagli spalti devi parlare con i tifosi dell’inter, per le lame con i romani e le spranghe i napoletani, prima di parlare documentarsi

  7. Scritto da Tizi23

    …mi fà veramente sorridere il fatto che la mia Splendida città di Bergamo ricca di storia e cultura presti “la faccia” e la facciata x la festa neroazzura..nonchè festa alla squadra che nell’ultimo anno partendo dall’Idolo il Capitano Doni passando da il gruppo di quattro limitati mentali capitanati da un analfabeta ha ridicolizzato il calcio e soprattutto la “FEDE” dei calorosi Atalantini…io non lo trovo giusto le città non devono avere un solo colore..credo poi che non ci sia nulla da festeggiare anzi testa bassa in attesa del verdetto x il prossimo anno Calcistico….Auguri..

  8. Scritto da wka

    partiamo dal fatto che se un bergamasco non tifa per l atalanta è a dir poco allucinante e poi questa è la classica dimostrazione di come i sinistroidi si attaccano a tutto pur di rompere le scatole

    1. Scritto da tizi23

      …è molto piu’ allucinante che un essere umano basi la sua esistenza a “Guardia di una Fede”….un Bergamasco è bergamasco nel sangue e nella sua storia non xchè tifa “Latalanta”….. ecco un vostro limite….

      1. Scritto da scannabisce

        troll che vita triste che hai

  9. Scritto da DB

    Premesso che non me ne frega nulla dell’Atalanta, delle bandiere ecc ecc…, mi domando:
    1) Il cons. Paganoni non ha nient’altro a cui pensare? qualcosa di più concreto e vicino alle necessità dei cittadini?
    2) Il cons. Simone Paganoni, che oggi (nei commenti) afferma di essere stato abbonato per anni all’Atalanta, è lo stesso Simone Paganoni che anni fa in un’intervista su un pubblico giornale, dichiarava (con l’Atalanta nella massima serie): “Il mio più grande desiderio è vedere l’Atalanta in serie C” ?

  10. Scritto da berghèm1907

    quanti rosiconi contronatura…

  11. Scritto da nino cortesi

    Diga al Paganù de ‘n dà a scuà ‘l mar. E’ per caso figlio di Renzo? Ma era così bravo suo padre!

  12. Scritto da Fabio

    ….Che tristezza!?!?!?! Quante sterili polemiche. Ora lo striscione è orrendo da vedersi aldilà di quello che esprime, orrende sono le bandiere sul comune e …. siamo proprio sicuri che al comune non vada in tasca niente da parte dello (o degli) sponsor Axa e compagnia bella????

    1. Scritto da Orgoglio neroblu

      Al Comune non va in tasca niente, ma alla casa di riposo del Gleno sono stati devoluti in beneficenza dagli organizzatori della Città e Camminata nerazzurra ben 48.000 euro. Inoltre a coloro che criticano le bandiere e la manfestazione atalantina forse non hanno notato le tante iniziative gratuite aperte a tutti, in particolare ai bambini, e nemmeno che tra gli organizzatori c’è anche l’Ass. Paolo Belli. Quindi cari radical chic pensateci e informatevi prima di vomitare giudizi sulla Città nerazzurra offendendo tutti gli atalantini

  13. Scritto da cives

    ritengo che siano affissioni non pertinenti al ruolo istituzionale del comune e quindi da rimuovere.

    1. Scritto da gigi

      condivido al 100%, ma come consuetudine, prima si fa e poii politici attaccano con …… apriamo un dibattito….. facciamo una commissione, …..stiamo attentamente valutando …..abbiam dato mandato per fare una verifica ………..e intanto chi commette un’abuso ottiene il suo scopo notorietà e pubblicità

  14. Scritto da GP

    comunque che palle questa ATALANTA E LORO TIFOSI TUTTO E’ PERMESSO BASTA FINIAMOLA.
    BELOTTI lei che è in regione e prende una paga esagerata faccia qualcosa per i disabili e invalidi o pensa che con la testa che ha non
    ci riesce.
    Si occupi di cose serie e problemi veri dei cittadini non delle puttanate ATALANTINE.

    1. Scritto da Paolo

      proprio perchè ci sono altri problemi lei in primis non dovrebbe preoccuparsi delle bandiere atalantine. Predica bene e razzola male, se ci sono altri problemi perchè si lamenta delle bandiere, non dovrebbero interessargli. Ogni scusa è buona per dar contro all’atalanta e ai suoi tifosi

      1. Scritto da GP

        beh paolo mi scusi probabilmente mi sono espresso male mi riferivo a Belotti che è in regione e dovrebbe e potrebbe far molto più per problemi seri non nascondiamoci con banalità.
        se belotti avesse l’enfasi in regione per i PROBLEMI CHE CI SONO
        come quella che mette quando lo si vede in tv parlando dell’atalanta e
        affini la regione lombardia avrebbe risolto il 75% dei problemi che ha.
        comunque ritengo che il rispetto derivi da rispetto la libertà dei tifosi finisce quando lede ma mia liberta

    2. Scritto da matteo

      a far del bene ai disabili agli invalidi ai terremotati e tante altre persone ci pensano molte volte i sostenitori dell’ATALANTA con donazioni raccolata fondi e beneficenza ……. etc etc etc. e molte volte anche la società ATALANTA …. se aspettiamo aiuti dai politicanti ….. ciao amici
      Poi le ricordo che ai tifosi non è tutto permesso, ci sono delle regole precise da rispettare , tessera del tifoso, biglietti nominali etc etc etc

      1. Scritto da gigi

        troppo facile sbandierare un buona azione per poi sentirsi autorizzati a fare ciò che si vuole, le regole ci sono ma vengono puntualmente ignorate dalli soliti capibanda

        1. Scritto da matteo

          è altrettanto facile criticare a priori ogni tifoseria
          ed ignorare le cose buone che vengono fatte, stia tranquillo che i capibanda rispettano le regole come fan tutti. C’è una differenza sottile , cioè se qualche politicante fà del bene subito lo tramuta in propaganda elettorale i tifosi lo fanno senza cercare publicità e senza sbandierarlo ai 4 venti.

  15. Scritto da Marcus

    Paganoni ha ragione.
    Si dia da fare però anche perchè i partiti paghino i costi delle loro affissioni !

  16. Scritto da lamagraz

    Indipendentemente dalle leggi che regolano questo tipo di opinabile esposizione, il ” buon gusto ” Istituzionale, potrebbe evitare di essere l’estensione di campagne modaiole.
    Mi chiedo se tar gli sponsor dell’Atalanta ci fosse stato qualche Sexy Shop, magari con tanti bei gadget in bella vista.
    Vi immaginate Palazzo Frizzoni …..

  17. Scritto da Laura

    Da quando una sede municipale fa pubblicità gratuita ad una marca di assicurazioni?

  18. Scritto da Clod

    Paganoni pensa ai veri problemi di Bergamo!!!!!!

    Solo l’Atalanta

  19. Scritto da il benaltrista

    “I problemi sono altri”.
    Molti di questi altri problemi nascono e si accrescono a causa della sempre piu’ maggioritaria idea che sia lecito usare le istituzioni a sentimento, come ci pare, o, peggio, come MI pare.
    Per il resto non ci vedo nulla di male ad avere la bandiera di quella squadra li’, rappresenta perfettamente la media della citta’ e del suo volgo.

  20. Scritto da L76BG

    PER LEGGE..ANCHE SIMBOLI RELIGIOSI IN GENERALE FUORI DALLE SEDI ISTITUZIONALI, UFFICI PUBBLICI E AFFINI..

  21. Scritto da franco pansera

    Io sono Bergamasco, Padano, Atalantino ma l’Atalanta finchè prende extracomunitari o terroni fingardi e ladri resterà sempre in serie BBBBBBBBBBBBBBBBBBB

    1. Scritto da F Breda

      Commento eccepibile? No, commento come al solito da conservare a futura memoria perche’ condivisibile, decente e soprattutto degno. Da corniciare.

  22. Scritto da stefanorossi

    Be’ direi mi piacerebbe sapere se pagano cosi’ come si paga una qualsiasi affissione per Mostre ect ect Poi lo striscione su viale vittorio emanuele tutto rotto sicuramente non in materiale autoestinguente cosi’ come da legge oltretutto attaccato ai lampioni delle luce!! mi meraviglio ma i controlli qui’ dove sono!!!Poi sicuramente i problemi in generale sono altri ma in questo caso la legge non e’ uguale per tutti????

  23. Scritto da luis

    Certo che, tra uno e l’altro, sono veramente ridicoli! Poi ci si domanda perchè la gente “normale” si disaffeziona alla politica.

  24. Scritto da polaster

    Siamo IL POPOLO DELLA LIBERTA’ e facciamo un pò come c…o ci pare.

  25. Scritto da curioso

    Le pulci che fa Paganoni mi stanno anche bene. Però mi chiedo, in tanti anni di “servizio” in consiglio comunale perché non ha mai approfondito e denunciato le magagne attorno al nuovo ospedale? Troppo difficile? Meglio occuparsi di contare le presenze dei vari consiglieri? E anche adesso: perché è così silenzioso di fronte a una clamorosa pessima gestione dei soldi pubblici?

  26. Scritto da Rumble_Fish

    Sul municipio non ci devono stare, punto. A me il tifo e la tifoseria non hanno mai dato fastidio, ma con questa settimana nerazzurra si sta veramente esagerando.
    Immagino che della candidatura a città europea della cultura a questo punto non freghi più niente a nessuno, passa in secondo piano rispetto al marketing di Percassi & co.

  27. Scritto da Mauro

    Paganoni, ma non hai proprio niente da fare? Vai a lavorare!!!

  28. Scritto da CLAUDIO

    Questi sono i veri problemi di Bergamo e dell’Italia… finalmente se ne parla.. e che cavolo facciamogli sudare lo stipendio…se vi stressate troppo nella discussione potete ( a risoluzione di questo immane problema della bandiera ) fare un paio di settimane alle terme a spese nostre tranquilli…! Per il viaggio c’è sempre pronta l’auto blu !

    1. Scritto da simone paganoni

      Claudio mi piacerebbe incontrarti per spiegarti come funziona la “politica” a Bergamo. Perchè evidentemente sei molto poco informato. Le auto blu non so neppure cosa siano. Ho celebrato (gratis) centinaia di matrimoni (sottraendo tempo al lavoro e alla famiglia) in comune, in carcere e in ospedale o in case private (per gli indigenti) e sono sempre andato a mie spese e con i miei mezzi, mai usato un auto blu, mai avuto un centesimo di rimborso…Non tutti le persone e non tutti i “livelli” della politica sono uguali..Ma questo tu lo ignori o fai finta di ignorarlo…

      1. Scritto da claudio

        Sig Paganoni… l’ospedale praticamente è costato il doppio di quello preventivato e il tutto stà passando in sordina ( al solito ) Che Lei abbia fatto quanto scritto non lo metto in dubbio anzi tanto di cappello, ma se gli assessori comunali devono fare il “siparietto” come scritto nell’articolo per delle bandiere vuol dire che non avete aimhè chiara la priorità dei problemi che assillano il cittadino ( tasse tasse e balzelli ) strade a pezzi e delinquenza dilagante. Ora torno a lavorare va che devo pagare l’IMU (come tanti) sulla casa che ho fatto con tantissimi sacrifici. La saluto.

  29. Scritto da Gian

    ma ci siamo dimenticati le mele marce ???? prima non è il caso di darsi una ripulita interna…… comunque siamo un popolo dove i FURBI hanno negato la cultura e quindi continuano a fregare la gente….ed i nostri ” eletti ” sono tra gli artefici di questa situazione.
    Sono però fiducioso perchè siamo sempre di più a dire basta a questa situazione …..

  30. Scritto da Diego

    4 bandierine, è vero. Sono cose fanno felici i provincialotti. Capitale europea della cultura, mavalà.

  31. Scritto da rocco

    farebbero meglio a lavorare!!!!

  32. Scritto da enrico

    I piccoli fatti spesso sono la spia di un quadro generale: in questo caso si dimostra di non aver alcun riguardo verso le regole. E’ molto grave, in questo caso, perchè fatto da chi le regole è tenuto per legge a darle ed a farle rispettare. E poi vorremmo annetterci alla Svizzera. Certo, come no.

  33. Scritto da Il Naggio

    Bravi i nostri politici, giornate di lavoro perse per discutere delle bandiere. Vi manderei tutti via a calci nel di dietro….

    1. Scritto da per la precisione

      Capisco che discutere con un muro è difficile però si è già detto che la questione “bandiere” è durato 90 secondi (non giorni come lei scrive) e che, sopratutto, è una quersitione di rispetto per le regole. Le regole vanno bene per i icittadini e non per Belotti ?

  34. Scritto da tone

    Tra l’altro questi cartelli portano pure bene in vista il logo dello sponsor. Tutta pubblicità più che occulta, abusiva. Siamo proprio in Italia: i prepotenti possono tutto, i comuni cittadini no. Che tristezza.

  35. Scritto da Laura

    E’ ASSURDO CHE CON TUTTI I PROBLEMI CHE CI SONO IN ITALIA LA GENTE SI SOFFERMI SU STE LEGGEREZZE…CHE FATIDIO DARANNO 4 BANDIERE???
    SENZA PAROLE……PENSATE AD ALTRO!!!!

    1. Scritto da simone paganoni

      Cara Laura e cose mi dice, a proposito di problemi importanti dell’aumento delle tariffe per asili e società sportive che questa amministrazione ha votato ieri sera? Belotti scrive “Siamo qui a discutere del bilancio, pesantissimo per i cittadini” e sapete perchè è pesante? Sapete che la Lega ha imposto di mettere dei parcheggiatori di una cooperativa presso l’ospedale per far allontanare di 100 metri (ora sono nell’altra via) i ragazzi senegalesi. E sapete che i parcheggiatori costano circa 300.000 Euro all’anno? In pratica costano quasi come l’aumento votato ieri? Problemi di soldi già ce ne sono anche senza le imposizioni della Lega che li aggravano e costano ai cittadini miglaia di euro

    2. Scritto da simone paganoni

      I veri problemi sono altri, è vero. Però bisogna dire che su un consiglio durato quasi 5 ore (e in cui si sono discusse molte tematiche importanti) la questione bandiere è durata (a verbale) circa 90 secondi ! E la questione non sono le bandiere ma la legalità ! Va bene metterle se ci sono ragioni valide e se la legge lo permette. Non va bene metterle solo per far contento un consigliere…Se si chiede ai cittadini di rispettare le leggi, lo devono fare anche i politici, non è così per Lei sig.ra Laura?

      1. Scritto da Laura

        Concordo con quello che dice..ed è per questo che Le ripeto che mi sembra una polemica futile…
        Certo che la questione non sono le bandiere ma la legalità…ed è vero anche che i primi che devono rispettare le leggi siete voi politici….ma credo che ci siamo leggi molto più serie e importanti di quella in questione che i politici non rispettano…Partite da li…Poi al resto ci si pensa dopo….pensate a “PULIRE IL PIU’ GROSSO” per le frivolezze c’è sempre tempo….

      2. Scritto da Il Naggio

        Qui sopra mi parla di legalità e di ragazzi senegalesi che fanno gli abusivi in zona parcheggio all’ospedale. Bravo paganoni

  36. Scritto da Mirko Isnenghi

    Futile ma sacrosanta polemica per una futile risposta. Belotti farebbe meglio a pensare ai cittadini anzichè all’Atalanta che in quest’ultimo anno ha solo dato una pessima immagine della città.
    In ogni caso, se questa è la città che si vuole candidare a città europea della cultura 2019, non c’è da stare allegri.

  37. Scritto da pippo1907

    paganoni ti farei un bel coro come facciamo al guardialine quando sbaglia ma sarei censurato !!!!!!!

    1. Scritto da Franc

      Ma pippo pippo non lo sa…

  38. Scritto da Marco

    Perchè Belotti non se ne va’ a casa che ridicolizza la Città di Bergamo.

  39. Scritto da Marco

    Mentalità italiana “solo 4 bandiere” se non si può non si può, non credo che la legge prevede i ma e i se!!!!!

    1. Scritto da perplesso

      però le bandiere della Pace i sinistrorsi le mettevano ovunque….

      1. Scritto da simone paganoni

        Le bandiere della pace NON erano appese sul Comune di Bergamo e cmq non sono contro all’esposizione di bandiere per eventi particolari. Tuttavia la correttezza vuole che si passi per il Consiglio, lo stesso Consiglio che, grazie hai voti contrari del centrodx e della Lega, ha bocciato la mia proposta di appendere (sul Comune) le foto degli Italiani rapiti all’estero (all’ora della richiesta erano 8, oggi fortunatamente sono solo 2) per tenere alta l’attenzione su questo dramma. I rapiti in mano ai terroristi NO, le bandiere dell’Atalanta (senza permesso) SI. Questo è la Lega di Belotti !

        1. Scritto da La maestrina dalla penna ROSSA

          “lo stesso Consiglio che, grazie AI voti contrari”…
          HAI HAI HAI (sic)
          XD

      2. Scritto da Marco

        Sbagliato anche quello… come i biglietti gratis!Come tutti i politici che pensano solo a litigare, discutere, ma purtroppo solo parole fatti zero!

      3. Scritto da rg bergamo

        Concordo pienamente con te al 100%. e dico solo che con tutti i problemi che ci sono si sta li a discutere sulle bandiere. Pazzesco!!!!

    2. Scritto da mentalità Italiana 2

      I poveri Cristi pagano il biglietto, i politici li hanno gratis, anche questa è mentalità italiana. Mi rode molto di più per questo fatto, piuttosto che per 4 bandiere…

      1. Scritto da Mentalità italiana 3

        “Avevano”, Belotti ha scritto all’imperfetto. Sempre a dare addosso a qualcuno…

      2. Scritto da simone paganoni

        Belotti dice il falso quando afferma che non ho risposto. Ho risposto che i biglietti gratis per l’Atalanta io non li ho mai utilizzati. Forse si sbaglia con qualcun’altro, magari del suo stesso partito…Anche perchè io all’Atalanta sono stato abbonato in Curva Nord (pagando di tasca mia) per ben sette anni e negli ultimi 12 anni (da quando sono consigliere, cioè da quando avrei ipoticamente potuto prendere i biglietti omaggio) sono andato alla stadio solo una volta per vedere giocare l’Italia e basta. Belotti o fa il furbo o ha la memora piccina piccina…

  40. Scritto da pietro

    che grandi problemi ha la nostra amministrazione