BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Città Nerazzurra apre il dibattito in rete I bergamaschi si dividono fotogallery

Il segretario cittadino del PD Nicola Eynard ha condiviso e riportato su Facebook le parole del figlio a proposito dell'iniziativa "Città Nerazzurra", scatenando il dibattito tra tifosi e bergamaschi disinteressati al calcio.

Più informazioni su

La Città Nerazzurra che sta colorando il centro cittadino di Bergamo dallo scorso 4 maggio e che tanto sta entusiasmando i tifosi dell’Atalanta non piace proprio a tutti. A scatenare un acceso dibattito sull’iniziativa è stato un messaggio lasciato su Facebook da Nicola Eynard, segretario cittadino del Partito Democratico, che condividendo e riportando le parole del figlio scriveva: “Bergamo. Certo, da sempre cerco di apprezzarne la bellezza , di valorizzarne i pregi, di viverla al meglio. E mi piace, nonostante a volte vorrei fosse migliore: più aperta, più viva, più dinamica. Non m’interesso di calcio, ma penso sia ridicola ed eccessiva l’importanza attribuita ad un evento come la presentazione delle nuove divise dell’Atalanta. Bergamo è davvero misera se la associa così ad una squadra di calcio. Per molti è l’orgoglio della città, ma davvero non abbiamo niente di meglio di cui essere orgogliosi? E’ patetico che in un punto nevralgico del centro qualcuno abbia concesso di esporre uno striscione che recita "A guardia di una fede". In coscienza: quale fede?".

Un pensiero destinato sicuramente a far discutere e che ha dato voce sostanzialmente a due linee di pensiero. Se da un lato i tifosi nerazzurri difendono e sono orgogliosi dell’iniziativa che gira tutta attorno alla propria squadra del cuore, dall’altro i bergamaschi disinteressati al mondo del calcio faticano a sopportare il continuo accostamento tra Bergamo e Atalanta.

Tra chi condanna pesantemente il mondo del calcio e non ne vuole sapere di vedere Bergamo colorata di nerazzurro (“Possibile che visitatori e turisti, per non parlare della gente che viene a Bergamo per lavoro, abbia come prima immagine della città lo striscione della curva con scritto ‘a guardia di una fede’? E’ questa l’immagine che le Istituzioni vogliono dare di Bergamo?”) c’è anche chi esprime con toni meno accesi la propria posizione: “Hai espresso quello che in tanti pensano ma non hanno il coraggio di dire per paura di passare per traditori della città. Va benissimo l’Atalanta e le parate dell’Atalanta Pride, quello che sinceramente è insopportabile è il ragionamento per cui, se sei un "buon bergamasco", devi essere PER FORZA atalantino. Il discorso è: se lo spazio pubblico è di tutti, una qualsiasi altra manifestazione sarebbe vista e accettata nello stesso modo?”

La risposta di un tifoso arriva subito: “Non ho capito quale fastidio o problema possano dare giochi per bambini manifestazioni benefiche e uno store in una piazza per dieci giorni non bloccano il traffico non danneggiano nessuno ma fanno piacere ad alcuni”. “Una 11 giorni di iniziative dedicate all’Atalanta è una cosa simpatica – gli fa eco un altro – perché crea un’immagine positiva della Città anche agli occhi dei turisti appassionati di calcio. Sullo striscione condivido, forse un po’ esagerato, ma per il resto, bella iniziativa”.

A mettere un po’ d’ordine ci ha pensato lo stesso Eynard: “Non si voleva essere irrispettosi e/o intolleranti verso l’Atalanta. Semplicemente qualcuno comincia a considerare un po’ eccessiva l’enfasi che avvolge tutto ciò che la riguarda. Visti anche gli squarci sempre più inquietanti che si aprono sull’ambiente del calcio professionistico”.

Chiude il dibattito una posizione intermedia: “Bergamo non esprime solo Atalanta ma è sbagliato,secondo me, sottovalutare un sentimento che c’è e non fa male a nessuno”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da daniel

    Sono completamente d’accordo con Nicole Eynard che ha saputo esprimere, come meglio forse non era possibile fare, anche il mio stato d’animo.
    La vista delle maxi-foto dei giocatori dell’Atalanta mi ha molto disturbato. Perchè questa mitizzazione di sicuramente bravi e meritevoli giocatori ? Mi sembra veramente eccessivo !!
    L’immagine di Bergamo e dei bergamaschi, agli occhi dei visitatori , esce un po’ malconcia. Un po’ tutto l’insieme ha il sapore della pagliacciata.
    Daniel

  2. Scritto da joe lo straniero

    PERCASSI FILIBUSTIERE CHE FA SOLO I SUOI INTERESSI UASANDO L’ATALANTA A DISCAPITO DELLA CITTA’

  3. Scritto da Romina

    FACCIO NOTARE che un tifoso Juventino qualche giorno fà è stato preso a cinghiate perchè ha festeggiato a Bergamo lo scudetto della JUVE.
    Se si facesse una manifestazione come questa per un’altra squadra a Bergamo la difendereste così come per quella che avete fatto per l’Atalanta?

  4. Scritto da Drege

    ORGOGLIOSO DI ESSERE BERGAMASCO.
    ORGOGLIOSO DI NON ESSERE ATALANTINO.
    ORGOGLIOSO DI NON APPARTENERE A NESSUNA FEDE CALCISTICA.

  5. Scritto da DD

    Finalmente uno che ha il coraggio di dire pubblicamente ciò che pensiamo in molti.. Va bene il tifo, va bene la passione calcistica, ma a Bergamo sembra proprio che non ci sia altro che l’Atalanta e il suo tifo… Ma fermiamoci un attimo a riflettere.. E poi se si dicono queste cose si viene definiti come traditori, snob, casta di fighetti, criticanti…

  6. Scritto da miky

    Non sono del PD, ma sono d’accordo al 100% con Nicola Eynard.
    Sottoscrivo a 360° e se mi definite snob o in qualsiasi altro modo me frega prope negot.

  7. Scritto da Uberto

    Cari (ex) concittadini, a guardarvi da lontano si fa fatica a restare seri. Ringrazio Tommaso per avere tolto il velo a questa pagliacciata, ma temo non basterà a quanti, anticipando l’invito di alcuni buontemponi che partecipano a questo forum, sono emigrati e non se pentono.

    Buona festa.

  8. Scritto da bergamo solo atalanta

    pensate alla politica e lasciate stare la DEA..non vi compete!
    una goduria vedere i non Atalantini rosicare!grazie Percassi!

    1. Scritto da Rubens

      sono Atalantino anche io, ma go mia bisoin de andà dre compain de ona cavra a tote i stupidade che i tira insema Percassi e che de la curva.

    2. Scritto da Pily

      Ahaha condivido!

  9. Scritto da tex

    bando alle cianche, son passato per Porta Nuova, sentierone e dico solo ORRIBILE ! e vergognoso ma chi li ha autorizzati ?

  10. Scritto da pino rosso

    basta andare in tribuna Vip, mi è capitato, per vedere distinti signori di una certa età e signore attempate lasciarsi andare a beceri insulti rivolti all’arbitro di turno, alla squadra avversaria e alla sua tifoseria, con un fanatismo da Ultrà impellicciati … c’è una frustrazione di fondo che si cerca di lenire con l’autoassoluzione e individuando negli “altri”, chiunque essi siano, il nemico o i fautori dei propri problemi o fallimenti senza mai ricercare in se le ragioni e porsi dubbi. La Città Nerazzurra non è altro che un modo di alimentare questo fanatismo che per la verità è presente anche in altre città dove però ci almeno la contrapposizione di due Team , Genova, Roma, Torino…

    1. Scritto da Matteo

      Pino! Fatti curare! da uno bravo però! Lascia che la tristezza e l’inquietudine ti abbndonino e goditi la vita. il rancore non ti aiuta!

  11. Scritto da white

    alla luce delle pagliacciate che stanno succedendo in consiglio comunare direi che il figlio di Reynard abbia ragione(le frasi incriminate sono di suo figlio,lui le ha solo condivise su FB). Questa storia dell’Atalanta sta dando alla testa un pò a tutti.

  12. Scritto da Gian

    Ma è mai possibile che uno non possa semplicemente dire una sua parola su un aspetto della realtà senza essere subito smontato e criticato se non addirittura esorcizzato. Conoscendo il figlio di Nicola Eynard so che è un ottimo ragazzo e non ha fatto nient’altro che evidenziare un eccesso senza offendere nessuno e tanto meno disonorando l’Atalanta e chi ci ruota intorno. C’è vermanente moltissimo bisogno di recuperare la giusta misura con cui trattare aspetti del vivere comune mettendo decisamente più in gioco la saggia epochè husserliana …

  13. Scritto da VITO

    L’iniziativa non la contesto anzi legittima e apprezzata dagli atalantini, l’amministrazione la ritiene una buona cosa, tutto ok. L’unica cosa che non gradisco ed aleggia e’ il messaggio “se sei bergamasco devi essere per forza atalantino”. Per sottostare all’editto molti lo dichiarano con evidente disagio senza esserne convinti.

  14. Scritto da paolo

    parole dette, quelle di EYnard, da esponente di quel partito che:
    ha autorizzato l’ ecomostro appena fuori dall’ autostrada (così magari la coop potrà lavorare),
    sostiene i centri “sociali” solo per i pochi eletti che la pensano come loro
    ha sputato per 50 anni sul sentimento patrio
    ha demolito, con la sua politica valori e idee promuovendo disvalori
    Ma non conosce vergogna?
    Non ha proprio nulla di più significativo da fare questo signore?Pensi a lavorare perTUTTI i cittadini e come si dice da noi Mochela de contà stupidade!
    Un non tifoso dell’ atalanta

  15. Scritto da Aladin

    La cosa che a me dà più fastidio è lo store percassiano che con prezzi esorbitanti cavalca la sincera fede degli Atalantini per mungerli in un momento non proprio favorevole dell’economia. La retorica un po’ patetica del tifoso offusca la ragione quando con richiami tribali si marca il territorio rendendolo off-limits ad altre “fedi”:piaccia o no, l’è issè ma se la si prende con spirito giocoso la cosa è anche divertente (al netto della condanna di ogni violenza). Lo spirito genuino del tifo viene ingannato da questo marketing spinto che addirittura confonde la visuale su porta san Giacomo.

    1. Scritto da polaster

      ma ti pagano per dire ste cose?

      1. Scritto da Pily

        Ave percassi ! Non mi punta il fucile per comprare la maglia ma meglio darli a percassi i soldi che ha creato migliaia di posti di lavoro che darli ai politici che hanno solo rubato e fatto danni !

  16. Scritto da Gigi

    Buonasera a tutti i bergamaschi, io non lo sono ma mi permetto, da ospite, di commentare la notizia apparsa.
    Non sapete che nervoso a sentire questi pseudo intellettualoidi che criticano l’iniziativa, perche’ la citta’ cosi’ resta provinciale e solite noiosissime menate. Grandissima iniziativa, siate fieri dell’Atalanta che e’ parte integrante e validissima della bellissima citta’ di Bergamo, che questa iniziativa abbia vita anche negli anni a venire e a chi non va bene, se ne stia a casa e non rompa, l’Atalanta e’ un vostro patrimonio e va difeso , onore a Percassi anche con l’iniziativa delle maglie ai baby atalantini, x i radical chic che non apprezzano beh..mi fate tanta pena..

  17. Scritto da gigi

    sinceramente è riduttifo ed offensivo che la citta sia nerazzurra, a me non frega nulla del calcio, anzi fosse per me tutti con la pay tv e stadi chiusi cosi si risolvono i problemi che certa tifoseria crea. certo se non vanno allo stadio non saprebbero cosa fare della loro vita però la città è stanca di questi tipi che per di + vengono utilizzati da percassi per i suoi affari

  18. Scritto da nino cortesi

    Una grande Atalanta può far diventare grande Bergamo e provincia. Proprio può trascinare tutto. Eynard, carneade ma chi è costui? Addirittura segretario del Pd, lo cambiamo?

    1. Scritto da pm

      Mah, guardi, al massimo una grande Atalanta può trascinare qualche tifoso in più allo stadio.
      Che abbia ricadute positive sulla città mi pare un po’ forzato affermarlo – finora mi risulta il contrario, viste le notizie di cronaca riferite a certi “tifosi” e certi giocatori.
      Non è ora di crescere, e cominciare a pensare che il calcio è un hobby come tanti, non una ragione di vita?

      1. Scritto da nino cortesi

        Si chiama passione intelligente, quella che che vive solo di cose belle e che le cose brutte sa cosa sono e le mette sotto i piedi. Uno va a pescare le trote, l’altro va in bici. Passione, passione, passione della vita, del bello, di una Bergamo bella per tutti.

  19. Scritto da eagles 1

    questo signore parla molto forbito!
    forse era meglio se continuava a fare il politicante: rende molto di più e di posssono dire cavolate così non si pensa a quello che stanno combinando in Italia i suoi compari.

    1. Scritto da Pollicino Politicante

      guarda che a scrivere è il figlio… forse non è lui che parla forbito, ma tu che hai un vocabolario limitato (il tuo intervento non testimonia a tuo favore).

  20. Scritto da Orobico

    A me non piace quando ci sono i raduni degli alpini, le armi nn mi piacciono come le guerre, non mi piace vedere gente ubriaca che vomita e canta eppure nn ho protestato……infine, di questi tempi, non mi piacciono i politici, non proprio esempi di brave persone

  21. Scritto da Leonardo Sciascia

    Io […] l’umanità […] la divido in cinque categorie: gli uomini, i mezz’uomini, gli ominicchi, i (con rispetto parlando) pigliainculo e i quaquaraquà… Poi vengono i tifosi atalantini.

    1. Scritto da Brixon

      tu ti appropri del nome di un grande scrittore per scrivere certe idiozie!?!?!?

      vergognati!!!

      A proposito, hai dimenticato di dire che sei il presidente della quarta categoria, e dillo!

    2. Scritto da udinese bg...

      ci sono pure i troll e lei è uno di questi

    3. Scritto da reds65

      tu vieni dopo !

      1. Scritto da L.S.

        ti rimando alla mia pagina su wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Leonardo_Sciascia

        se vuoi mandami la tua in risposta

  22. Scritto da Olga

    Sono di schieramento politico opposto a Eynard ma condivido al 100% questo pensiero. Bergamo è molto più di una squadra di calcio (per di più modesta); è ora che i bergamaschi se ne rendano conto.

  23. Scritto da solodea

    è patetico forse quanto essere simpatizzanti del PD. Anzi di meno.

  24. Scritto da lorenzo

    Il Club Atalanta – Alto Sebino : è uno dei Club più numerosi nella bergamasca.
    A chi si iscrive non chiediamo “atti di fede” la nostra è una tifoseria adulta , difatti tra i nostri oltre 430 soci ci sono anche tifosi di altre squadre , ma che si sentono pure Atalantini. Il mastice che ci unisce sono le numerose attività che svolge il Club, non è solo tifoseria , ma solidarietà , sport e iniziative sul territorio.
    Ora è il momento di esultare cercando di dimenticare i danni che la squadra ha subito e quelli che si prospettano per il futuro. Quindi FORZA ATALANTA , tutti insieme !

  25. Scritto da Mirko Isnenghi

    Anche se molte volte ha idee opposte alle mie, condivido l’esame fatto dal Segeretario del PD: Tanto più se si tiene conto dell’immagine che l’Atalanta di questi ultimi mesi ha dato e sta dando alla nostrra città. Se si tiene conto che la nostra amministrazione ha annoverato tra i suoi benemeriti Doni, comprendiamo quanto spesso si superano i limiti della decenza.

  26. Scritto da Yuri

    Sì meglio la noia borghese e provinciale della passeggiata in Centro, con gelatino, e pettegolezzi e poi chiudersi a casa nel proprio appartamento, ciascuno davanti alla propria televisione, chiudendo bene la porta che nessuno disturbi la propria monotona quotidianità, costruita sui modelli tutti uguali della comunicazione di massa..

  27. Scritto da Mt Birolini

    Vista la gravità dei tempi che viviamo un po di “misura” era opportuna. Lo striscione poi, lo trovo una vera bruttura, per tutti. Il Sentierone non è lo stadio.

  28. Scritto da Luporobico

    Ma lasciateli fare…………..ma quante polemiche per nulla.
    Detto da un Bergamasco orgoglioso di esserlo ma con il difetto di essere Juventino dalla nascista….
    L’Atalanta è un simbolo di Bergamo come lo sono molte altre cose,non vedo dove stia il problema di creare un evento del genere,favorevolissimo..

  29. Scritto da rocco

    io avrei paura a portare mia figlia li visto che è un posto frequentato da ultra che come noto picchiano donne e bambinetti che non la pensano come loro(magari mi bruciano il passeggino non c’è da dirlo due volte!!!)….non so dove sia questo idilliaco pensiero che sia bello il mondo del calcio e faccia bene a me sembra tutto il contrario poi ovviamente è tutto imho

    1. Scritto da francesco

      infatti mia figlia di 17 mesi settimana scorsa si è presa una scarica di botte e mia moglie malmenata con spranghe di ferro. !

      1. Scritto da rocco

        Succede mi dispiace da persona che ha passato svariati anni in curva nord tra i principali gruppi le posso assicurare che i supporter attuali sono il peggio che si possa avere spedizioni punitive a casa di persone O.O mani messe addosso a donne in curva sud e molto altro tra cui minaccie a giornaliste ecc.. poi io spero sinceramente che non vi succeda mai niente ma se dovesse succedere auguri!!!!

  30. Scritto da Pippo1907

    Voglio le stesse critiche quando fanno i giuramenti i finanzino che bloccano centro o piazza vecchia con i palchi quelli non danno mai fastidio e sono molto belli da vedere in particolare in citta alta

  31. Scritto da vic

    I soliti compagni intellettualoidi, opachi, grigi e tristi, sempre pronti a criticare. Forse un bel festival dell’Unità a Sant’Agostino rallegrerebbe di più la città.

    1. Scritto da ongaro

      e via che se non sei un bergamasco conformista atalantino come vogliono Percassi e gli intellettuali capi ultras vieni bollato come grigio, triste, intellettualoide, ecc…
      ma fim mia gregnà, anse, mia pians.

  32. Scritto da Mario

    QUANTO SNOBISMO IN TUTTO CIO’

  33. Scritto da Marcus

    Ci può stare la Città Nerazzurra, la quale non dura in eterno, come altre iniziative che diano lustro e importanza alla Città. Si faccia avanti il sig. Eynard con qualche proposta.
    Ed evitiamo inutili snobismi !

  34. Scritto da Attilio

    Con tutto il rispetto per l’Atalanta, credo che la città di Bergamo debba sganciarsi un po’. Bello il pretesto per far giocare i bimbi in centro. Per questo l’iniziativa è molto lodevole. Ma Bergamo, per fortuna – per grande fortuna! – non è solo un pallone malato e ferventi credenti al seguito. A guardia di una fede? Sono altre le cose da difendere nella vita…

  35. Scritto da ezio

    Perchè vi mervagliate che Percassi faccia Marketing ? E’ normale per qualsiasi azienda, pure i partiti ( che sono un’azienda travestita ) fanno marketing…la differenza sono i soldi che usano per farlo !!
    Una precisazione : la camminata non l’ha organizzata Percassi per vendere magliette…..esiste da parecchi anni.
    Comunque viva l’Italia allo sbando !!! ( non colpa dell’Atalanta) e a risentirci alle prossime lamentele per le notti bianche !!

  36. Scritto da antonio

    E’ veramente limitante e svilente identificare Bergamo esclusivamente con l’Atalanta,,,e’ veramente una citta’ provinciale…ormai siamo in primo piano o per fatti di cronaca nera come la scomparsa Yara, l’ultimo fatto di perdofilia, il ragazzo morto per ecstasy preso in discoteca….Bergamo poi e’ il calcioscommesse….siamo poi diventati il luogo dove si celebrano riti dell’orgoglio padano dell Lega….viviamo veramente una dimensione internazionale!!!!che pena……..

    1. Scritto da reds65

      mai pensato di trasferirsi ?

  37. Scritto da Pajaro

    Cosa diavolo vogliono commentare i politici ?? di qualsiasi partito siano , ormai dovrebbero solo nascondersi…tra parentesi , 50 più senatori del PD hanno appena votato CONTRO il taglio alle super pensioni dei politici…devono solo vergognarsi e stare in silenzio

  38. Scritto da eireann

    Ma “Citta Nerazzurra” a quali altre iniziative ha rubato il posto?

  39. Scritto da G.B

    Personalmente non la vedo così tragica,se una parte della gente di Bergamo ha voglia di esporre i colori della propria squadra non vedo dove sia il problema.Ultimamente mi sembra che si voglia per forza polemizzare sempre su tutto e su tutti,dovremmo prendere un po la vita più tranquillamente e polemizzare su cose meno futili.

    Saluti

    G.B

    1. Scritto da DD

      Scusami, ma la vedo tragica nel momento in cui una parte della gente di Bergamo pretende di “monopolizzare” la città e il suo spirito per una squadra di pallone.. Il mondo è bello perchè è diverso, e le diversità vanno accettate, ma quando senti dire che BERGAMO è solo ATALANTA a me non so perchè mi girano parecchio e non solo a me da quello che leggo.

  40. Scritto da polaster

    Meno male che non sono il solo a condiviedere la cosa: ma tranquilli, avevo già programmato le ferie per evitare di assistere alle solite megalomanie dei soliti fanatici esasperati.

    1. Scritto da reds65

      Le conviene allungare le ferie allora, dato che la “Citta Nerazzurra” (visto il grande successo) è stata allungata fino al 20 maggio.
      Rosicate rosicate…

      1. Scritto da polaster

        tranquillo, erano già in programma le ferie ben oltre il 20 maggio.
        Come diceva il sommo poeta: ” Non ti curar di loro, ma guarda e passa”.
        Ripeto che io non impongo a nessuno di non festeggiare, ma metto in evidenza l’opportunità dell’iniziativa (sotto l’aspetto della possibile equazione Bergamo = Atalanta) e soprattutto la consapevolezza che sia un evento di marketing più che una consegna della città in mano a pseudo tifosi megalomani. E’ questo il vero problema: ci son troppe persone (ahimè) che inconsapevolmente riterranno il centro città proprietà dei soli tifosi atalantini.
        Vado a far la valigia,
        Saluti!

  41. Scritto da Carlo Salvioni

    Da vecchio tifoso atalantino, ho visto la mia prima partita della beneamata nel 1946, mi sembra proprio che si stia esagerando.Tra l’altro questo non è certo un momento di orgoglio nerazzurro. Sei punti di penalizzazione per le partite truccate del calcioscommesse in questo campionato. E altri sette che si prevede debbano essere scontati nel prossimo. Ci sarebbe piuttosto la necessità di fare penitenza.

    1. Scritto da reds65

      Lei faccia pure penitenza, noi nel frattempo festeggiamo una strepitosa salvezza e il record di punti ottenuti sul campo !!!!!

  42. Scritto da Giuseppe

    Cari bergamaschi non fatevi intimidire da questi pseudo benpensanti politici che oltre a portarci sul baratro del fallimento contestano iniziative che raggruppano gente dello stesso colore e della stessa fede,dei loro colori e della loro fede la gente ormai non ne può più!!!!

  43. Scritto da gino

    la presenza costante e ingombrante (ormai) della Chiesa, con le sue propaggini, campane tutto il giorno (provate a fare un esposto contro il baccano…) mi sembra piu’ visibile, fra dieci giorni tutto e’ finito per questa manifestazione

  44. Scritto da Tone

    Do ragione a Eynard. Sono tifoso atalantino, ma da due anni a ‘sta parte c’è un’esasperazione della cosa neroazzurra che mi ha raffreddato parecchio: i tifosi che si credono onnipotenti e quindi sono onnipresenti, un presidente che dichiara che tutti i bergamaschi devono essere atalantini, e tutto per vendere 4 maglie in più. La passione è un’altra cosa.

  45. Scritto da questi politici

    c’ sempre qualcuno pronto a dire: questi politici, per ogni stupidaggine…. aiuta a semplificare, a non pensare. C’è crisi?, questi politici! non trovi lavoro? questi politici! ha perso l’atalanta? questi politici. Ma questi poltici de che!!! cosa centra? … ho sonno! questi politici! …a proposito come siamo messi con le partite comprate i i giocatori corrotti?

    1. Scritto da L76BG

      beh scusa..chi governa in questo stato?..la politica, se qualcosa non và ci dovrebbe esser un responsabile e invece, Tu esprimi l’esatto pensiero di tutti partiti oggi in italia ..è sempre colpa di qualcun altro.

  46. Scritto da GP

    chè bale al solito sempre polemiche inutile se fai non va bene se non fai non va bene poi ci lamentiamo e ci chiediamo perchè siamo in queste situazioni dalla più IMPORTANTE alla più FUTILE

    SCEGLIETE LA MENO PEGGIO MA SCEGLIETE

  47. Scritto da benjamin

    E’ un’esagerazione continua, e il tutto rischia di venire a noia.

  48. Scritto da Andrea

    L’iniziativa per me è piacevole. ovvio non tutti si riconoscono nei colori dell’atalanta pero’ questo non vieta di andare a fare una passeggiata in centro con un clima decisamente migliore rispetto a quello della solita citta’ desolata…(lasciamo stare gli eccessi..) lo striscione non piace nemmeno a me. cosi’ come onestamente credo che Bergamo sia l’Atalanta e tantissime altre cose molto piu’ importanti…

  49. Scritto da Anna

    Caro il mio segretario (e mio stipendiato ) di patetico qui ci siete soltanto voi politici che avete portato lo stato in questo oblio , perchè invece non organizzate una bella camminata in modo da raccattare qualche soldo per il partito ? A già per quello esiste il finanziamento pubblico , comunque grazie della pubblicità visto che lo stand visto il successo rimarrà una settimana in più . Un consiglio , provi a pensare qualcosa per provare a tirar fuori il paese da questa crisi , invece di rilasciare interviste inutili ai giornali locali !

    1. Scritto da Maria Letizia Mortacci

      Cara Anna sono andato a guardarmi un po’ di documentazioni cartacee e su internet e ho scoperto che il PD (partito a cui appartiene il signore a cui non piacciono i festeggiamenti dell’Atalanta) su 8 degli ultimi 10 anni non era al governo e che comunque questo signor Eynard probabilmente non ha governato nulla.Di conseguenza imputare a chi non governa i disastri in cui versiamo è cosa sciocca allocca e sprovveduta.Se chi governava avesse saputo farlo non servirebbe chiedere a qualcun altro di tirarci fuori dai problemi.Aggiungo che noi intelligenti sappiamo che i problemi di un paese dipendono sì dai politici ma soprattutto dalla classe dirigente che li esprime (evasori,corruttori,ecc…)

    2. Scritto da Nicola Eynard

      Cara Anna, solo 2 precisazioni: per la mia attività politica non prendo un solo euro; non ho rilasciato nessuna intervista, solo un post su FB

      1. Scritto da Ma i politici parlano ancora?

        Caro Eynard, qui di patetico ci sei solo tu!

      2. Scritto da reds65

        cosa non si fa x un po’ di visibilità…

      3. Scritto da luca

        ahahahahah…andresti bene a zelig

        1. Scritto da vic

          Grandissima Anna!

  50. Scritto da GENU

    la solita storia appena qualcuno propone qualcosa di interessante subito saltano fuori questi politici che non hanno di meglio da fare che criticare BASTA!!!!!!!

  51. Scritto da GISENI

    Ma perche’ ogni volta che si organizza qualcosa in questa citta’ ci sono sempre i soliti frustrati che polemizzano? Prendi tuo figlio e partecipa! e’ un bel modo per godere la tua citta’ e occupati di cose piu’ importanti, visto il ruolo che ricopri

    1. Scritto da miky

      frustrato sei tu… fatti un giro in bici per le mura invece di seguire a pecoroni l’ennesima operazione di marketing di mr PERCASSI.

  52. Scritto da unodibergamo

    Ma chesto che…da che banda saltèl fò? Vabbè…grazie a nome di tutti gli Atalantini visto che le sue parole hanno avuto come immediata conseguenza il prolungamento della presenza dell’Atalanta Store sul Sentierone che passa dal 13 al 20 Maggio….un genio, chapeau!

  53. Scritto da carlo

    Con l’Atalanta Bergamo dà un immagine provinciale e poco sportiva (vedi le manidfestazioni pro Doni, l’intolleranza verso altri tifosi, ecc.)

  54. Scritto da Carlo

    Risponde il Sig. Eynard: “Non si voleva essere irrispettosi e/o intolleranti verso l’Atalanta. Semplicemente qualcuno comincia a considerare un po’ eccessiva l’enfasi che avvolge tutto ciò che la riguarda. Visti anche gli squarci sempre più inquietanti che si aprono sull’ambiente del calcio professionistico”.
    Mi viene spontaneo replicare allora i Politici, di qualsivoglia schieramento, visto la situazone attuale (della quale sono in buona parte responsabili) farebbero meglio ad occuparsi di piu del bene comune piuttosto di additare manifestazioni folkloristiche che richiamano piu persone delle loro feste di Partito!! Sarà INVIDIA??

  55. Scritto da ezio

    Di patetico ci sono i nostri politici grazie alla quale siamo in emergenza su tutti i fronti. Parlare di Atalanta e scommesse fino a prova contraria per colpa di uno ( Doni) è pura demagogia e distoglie dalle vere e più gravi ” ruberie” dei nostri politici , vero Sig. Aldo ?
    Una festa bella o brutta, che piaccia o no è sempre questione di gusti, ma del resto ognuno è libero di parlare : io da Alpino ho sentito gente lamentarsi anche per l’adunata…..non saranno stati sicuramente alpini, così come chi parla ora sarà qualche tifoso di altre squadre. Dei 48.000 Euro in beneficenza al Gleno non ho sentito dire bravi da nessuno…..dimenticavo era la camminata neroazzura e non quella del PD !

  56. Scritto da Luca

    E’ solo marketing.. fare in modo che la gente vada alla camminata neroazzurra e poi allo stadio e poi si fermi all’Atalanta Store ecc ecc… a spendere soldi… x l’atalanta

    1. Scritto da ex amministratore

      CONFERMO …. SOLO QUESTIONE DI MARKETING DEL NOSTRO CARO SUPER PERCASSI ….
      ALTRO CHE CULTURA …

      1. Scritto da Cittadino in...to

        Caro ex amministratore visto come avete amministrato è opportuno che tutti diventino ex !!!!!!!!. La vostra cultura è stato solo quella di pensare a voi stessi e niente hai cittadini. almen Percassi ci lascia credere in qualche cosa

  57. Scritto da Paolo

    Quando a bergamo c’erano gli alpini non mi pare che qualcuno fosse scandalizzato dal fatto che fossero appesi per tutta la città cappelli con la penna nera. I bergamaschi sono tutti alpini ? Lo striscione tra l’altro non è la prima cosa che i turisti vedono, sapete cos’è la prima cosa che si vede di bergamo ? Quell’eco-mostro della coop che la vostra amministrazione ha approvato

    1. Scritto da meo bikiko

      Io sono un fante quindi viva la fanteria.A proposito ho guardato bene l’ecomostro ma la coop che è ai piani bassi non l’ho vista perché è troppo in basso, ho visto i piani alti fra un condominio e l’altro che dovrebbero essere parte di un albergo, perché si continua a nominare la coop che è in basso allora si può dire anche che l’eco mostro fa parte dei tombini di scarico dell’acqua che sono ancora più giù.

      1. Scritto da Paolo

        Visto che non la vede come fa a sapere che mi riferivo proprio a quel palazzo ?

        1. Scritto da meo bikiko

          Prima di rispondere faccia il piacere giovanotto si rilegga e lasci perdere gli alcolici..

    2. Scritto da ostikan

      poi ammirerà l’ ecomostro in fabbricazione all’ ex enel .. e tante altre brutturine sparse qua e là ..
      (comunque lo striscione fa ridere….. quindi si può lasciare ……….)

      1. Scritto da reds65

        mi sa che lo striscione resterebbe li anche senza il suo consenso…

        1. Scritto da vittorio

          A proposito di ECOMOSTRI VARI E PARCHEGGI FRANANTI ALLA FARA, mi sembra, di non aver mai sentito nulla al riguardo, da parte di stò signor Eynard.

  58. Scritto da moro

    E’ la festa dell’Atalanta e della sua città, Bergamo. Chi non gradisce, soliti frustrati, immigrati, lazzaroni, se ne vada. Forza Atalanta

  59. Scritto da Felice

    Leggo che SACBO propone mitigazioni ambientali per il rumore degli aerei. L’Atalanta potrebbe fare altrettanto costruendo un bel parcheggio sotterraneo in zona Monterosso per togliere tutte quelle auto parcheggiate, immuni da ogni possibile multa, lungo le vie.

  60. Scritto da Marco P.

    E’ la logica conseguenza di una città provinciale e campanilistica. Ma purtroppo a Bergamo non comanda ne il Sindaco ne la Giunta ma solo l’Atalanta che di sicuro non interessa a tutti i bergamaschi. Ma si sà che tutto ciò che ruota intorno al calcio ha la priorità su tutto: educazione civica, divieti di sosta, schiamazzi, danno d’immagine e via dicendo.

  61. Scritto da gino

    macchè guardia di una fede…dovreste fare la guardia ai delinquenti dell’atalanta

  62. Scritto da pen

    certo… se poi sei comunque bergamasco ma tifi un’altra squadra e festeggi vieni preso a cinghiate…
    ..puoi festeggiare solo se sei atalantino…

    dovremmo essere tutti più rispettosi nei confronti degli altri.

  63. Scritto da MEGLIO TACERE

    ma questo qui cosa vuole…bergamo è anche l’atalanta…non è che per tutto l’anno è presente lo stand o altro. appunto c’è un iniziativa di 11 giorni perchè l’atalanta fa parte di bergamo!!!!! ma questa gentaglia politica non può far silenzio e andare a lavorare ??? non devono proprio più parlare…neanche di politica…figuariamoci di bergamo !

  64. Scritto da greatguy

    ma xchè dovete sempre rompere gratis??? dura 10 giorni, si festeggia la squadra della città…che fastidio vi dà….??? dio che nervussssssssssssssssssssss!!!!!

    1. Scritto da ongaro

      Grazie per il tuo contributo greatgAy

    2. Scritto da miky

      prenditi un calmante e impara ad accettare anche chi giustamente non la pensa come te… il diritto di critica lo abbiamo tutti..

  65. Scritto da Tiberio Cron

    Eccola un modo di addolcire tutti i malintesi
    http://www.facebook.com/photo.php?fbid=393488197356131&set=a.137761802928773.15785.100000848616220&type=1&theater

  66. Scritto da lamagraz

    Un tempo si chiamava: ” l’oppio dei Popoli ” , distogliere l’attenzione dalla realta fornendo a seconda delle necessità adeguato materiale.
    Ha sempre funzionato, soprattutto in politica.
    Se esiste ancora chi ha voglia di festeggiare qualcosa, soprattutto in questo periodo dove la conta delle vite umane che abbandonano la vita terrena per disperazione è in continua ascesa, noon serve aggiungere altro.

  67. Scritto da Andrew

    E’ la massima espressione di collusione tra Politica e Imprenditorialità tipica dell’ Italia… Se fosse associata ad una festa dello sport in cui poi fosse inserita l’Atalanta avrebbe senso, così mi sembra solo “na cafonata” in cui verranno veicolati messaggi del tipo “An gà de turna so sobet” che mi fanno vergognare di essere bergamasco

    1. Scritto da reds65

      emigra…

  68. Scritto da giovanni

    Sono d’accordissimo con il Eynard e con suo figlio. Punto uno non tutti i bergamaschi sono atalantini, certa gente farà fatica a crederlo (ultras, politici e giornalisti fanatici) ma è così! Basta identificare una città con la curva dell’Atalanta. Volete rilanciare il turismo e bardate la città con lo striscione di ultras che di recente hanno aggredito un uomo in città alta solo perchè aveva una sciarpa della Juve. Ma siamo matti?
    E tutto questo per chi? Per far vendere le magliette all’idolo di qualche politico come Percassi? Ma smettiamola! L’Atalanta è coinvolta nel calcioscommesse, lasciamola perdere e mettiamo in mostra arte e cultura! Ignoranti!

    1. Scritto da jet

      prego l italia è grande emigri pure altrove

  69. Scritto da Tiberio Cron

    Beh è dai tempi degli Orazi e dei Curiazi, proseguendo con la disfida di Barletta, che ci si stringe attorno a chi nel bene e nel male rappresenta una comunità.Personalmente non sono un tifosissimo ma non ci vedo niente di male nel sentirsi presenti e protagonisti nel contesto dello sport più sentito in Italia.Intanto ho visto anche una magnifica torta in via Don Bosco che ricorda l’avvenimento.

  70. Scritto da aldo

    non abusate di cose non vere, “la città” una piccola parte dei cittadini, non la città. ala stragrande maggioranza dei cittadini non interessa nulla della squadra, anzi alla luce di vicende illegali fareste bene a evitare di mettervi in mostra

    1. Scritto da orobike

      con la figuraccia fatta da, e con, doni (e non pare finita..) molti “tifosi” dovrebbero perlomeno farsi un bell’ esamino di coscienza ….. comunque si spera che doni non si faccia più vedere dalle nostre parti .. ma non disapprovo l’ evento cittadino, certo in centro lo striscione “a guardia di una fede” ora suona ridicolo, come quando molti difendevano quel loro “capitano” a spada tratta ..