BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Inchiesta Penati: indagato il bergamasco Enrico Corali

Nell'inchiesta che coinvolge l'ex presidente della Provincia di Milano, il democratico Filippo Penati, entra come indagato anche un esponente del Pd di Bergamo, Enrico Corali.

Più informazioni su

Nell’inchiesta che coinvolge l’ex presidente della Provincia di Milano, il democratico Filippo Penati, entra come indagato anche un esponente del Pd di Bergamo, Enrico Corali.

La Procura di Monza lo avrebbe iscritto nel registro degli idnagati insieme a un banchiere di primo piano come Massimo Ponzellini, ex presidente della Popolare di Milano, due imprenditori vicini al centrosinistra, un commercialista, un funzionario di partito. Per tutti, i pm Franca Macchia e Walter Mapelli, della procura di Monza vogliono chiarire i rapporti con la fondazione Fare Metropoli, l’organismo creato da Filippo Penati per raccogliere finanziamenti, e che in poco più di due anni ha incassato quasi 400mila euro. Quindi, ecco le "contribuzioni".

Per Ponzellini si parla di 5mila euro, versati come quota associativa. Corali, originario di Trescore, già presidente della Banca di Legnano e consigliere in Expo 2015, versò alla fondazione, nel giugno 2009, diecimila euro. Poi ci sono Enrico Intini, indagato a Bari per turbativa d’asta nella sanità e legato a Gianpaolo Tarantini. L’altro è Roberto De Santis che condivideva con D’Alema la proprietà del veliero Ikarus. Infine, gli ultimi due indagati: Piero Rossi e Carlo Sergio Parma. Rossi è presidente di Fare Metropoli dal momento della sua fondazione, nominato nell’atto costitutivo del dicembre 2008, fedelissimo di Penati tanto da essere indicato da Milano Serravalle nel consiglio di amministrazione di Tem, Tangenziali esterne Milano.

A breve ci sarà la notifica agli indagati dell’avviso di chiusura delle indagini, preludio ai rinvii a giudizio che porteranno al processo, nato sulle dichiarazioni dei due grandi accusatori del centrosinistra milanese, l’imprenditore Piero Di Caterina e l’immobiliarista Giuseppe Pasini.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.