BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Via Mai, dopo gli incidenti non è cambiato nulla” fotogallery video

Il capogruppo del Partito democratico Elena Carnevali chiede all’amministrazione di mantenere fede alle promesse degli scorsi mesi in merito alla viabilità di via Angelo Mai. Cinque mesi fa un grave incidente è costato la vita a due ragazzi di 19 e 17 anni.

Il capogruppo del Partito democratico Elena Carnevali chiede all’amministrazione di mantenere fede alle promesse degli scorsi mesi in merito alla viabilità di via Angelo Mai. Cinque mesi fa un grave incidente è costato la vita a due ragazzi di 19 e 17 anni.

Son passati già più di cinque mesi dal grave incidente (ultimo di una lunga serie) che, in via Maj, è costato la vita ai due fidanzati di 19 e 17 anni morti a bordo di uno scooter davanti al liceo Lussana. Da allora la sicurezza della zona sembrava essere finalmente finita sotto i riflettori dell’amministrazione comunale, anche grazie alle tante segnalazioni e i consigli concreti portati dagli studenti. Diciamo sembrava, purtroppo, perché a parte qualche sporadico controllo della Polizia Locale, niente di concreto è stato fatto e le scadenze non vengono rispettate. Scadenze annunciate dallo stesso assessore alla Mobilità, Gianfranco Ceci: "Venerdì prossimo – dichiarava ai giornali Ceci due mesi fa, lo scorso 3 marzo – è in programma l’incontro definitivo per presentare i provvedimenti a genitori, presidi, e studenti di tutto il polo scolastico della zona. Dopo l’incontro, a distanza di qualche giorno, partiranno anche i lavori". Ma i giorni sono passati, e nulla si è visto. Tornava sulla questione l’assessore ai Lavori pubblici Alessio Saltarelli, sempre sulle pagine dei quotidiani, il 10 di marzo: "D’ora in avanti si procederà a ritmo serrato: entro Pasqua, il Comune, le scuole e la circoscrizione si ritroveranno per discutere proposte e trovare una soluzione condivisa, dopodiché sarà preparato il progetto definitivo e i lavori potranno partire". Il 15 aprile Ceci ritratta, non più questione di qualche giorno, ma di poche settimane: "Posso dire che entro qualche settimana saranno operative le ordinanze per l’inversione del senso unico di via Maffei e anche della sola corsia di via Maj che, di fronte al Lussana, scorre in senso inverso alle altre tre". Di settimane ne sono passate ormai quasi quattro, ma ancora nulla di nuovo all’orizzonte. "Questa maggioranza ha fatto della sicurezza la sua bandiera, in campagna elettorale – commenta il caporguppo Pd Elena Carnevali – e quello di via Angelo Maj è certamente un problema di sicurezza. Invece i tempi si allungano, e l’amministrazione procede con la solita politica degli annunci, delle date mai rispettate. Per cambiare il senso a una via non occorrono grandi risorse finanziarie: basta uno studio tecnico, e qualche operaio che cambi la segnaletica stradale. Occorre però volerlo, occorre la volontà di agire. Su via Maj si gioca la sicurezza di migliaia di studenti, e dei cittadini che ogni giorno vi transitano. Quanto ancora devono aspettare?"

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Libero Pensiero

    siete stati al Governo per 5 anni e non avete fatto nulla per via Maj, ora c’e un Assessore Leghista e fate i Paladini, ma per cortesia siate meno ipocriti…

  2. Scritto da A.Z. Bg

    La signora Carnevali si è dimenticata (sarò l’età) che è stata assessore 5 anni con Bruni? Insegni ai ragazzi il rispetto delle regole del cds e del buon senso, invece di continuare ametterli sotto tutela e nelle gabbie virtauali delle ztl e delle zone 30.

  3. Scritto da Il Naggio

    Dispiace per chi ci ha perso la vita ma li c’è una doppia riga continua che non è stata messa a caso….
    Insegnamo invece ai ragazzini in scooter il rispetto della segnaletica….