BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Scuola di Magistratura, il ministro conferma il “no” alla sede di Bergamo

Ora è davvero finita: la scuola di magistratura a Bergamo non si farà. Dopo le indiscrezioni delle scorse settimane riportate da Bergamonews.it il ministro della giustizia Paola Severino ha ufficializzato la scelta dell’unica sede di Firenze.

Più informazioni su

Ora è davvero finita: la scuola di magistratura a Bergamo non si farà. Dopo le indiscrezioni delle scorse settimane riportate da Bergamonews.it il ministro della giustizia Paola Severino ha ufficializzato la scelta dell’unica sede di Firenze durante il plenum del consiglio superiore della magistratura. Rimangono a bocca asciutta Bergamo, Benevento, Catanzaro. La Severino ha spiegato la sua scelta in questo passaggio del suo discorso al CSM. "Oggi la Scuola è dotata di una sede amministrativa, sita in Roma e vicina sia al Ministero che al CSM (in linea con gli auspici che questo stesso Consiglio aveva manifestato); dispone di un primo nucleo di personale amministrativo; di una pagina web accessibile dal sito giustizia.it ed infine di una prestigiosa prima sede per l’attività di formazione. Si tratta di Villa di Castelpulci, di proprietà demaniale, sita presso il Comune di Scandicci, nell’area metropolitana di Firenze, ove una positiva convergenza di intenti tra Ministero ed enti territoriali interessati consentirà di acquisire anche gli arredi e le dotazioni tecnologiche ed informatiche, senza alcun onere a carico del bilancio della scuola stessa. Nello scegliere questa opzione iniziale ho tenuto conto delle autorevoli e sempre confortanti indicazioni del Capo dello Stato, il quale proprio in questa sede, in occasione del Plenum del 15 Febbraio ultimo scorso, ha voluto sottolineare l’esigenza di contemperare un sollecito avvio della Scuola con le difficili condizioni della finanza pubblica, aggiungendo che "nella presente fase di avvio, potrà essere valutata dal Ministro, dopo il confronto cui ha dichiarato di voler procedere, anche l’opzione di una sola offerta formativa, valida per tutto il territorio nazionale". Nei prossimi giorni, ed in attesa che il complesso percorso, anche normativo, di confronto si completi, sarà sottoscritto per la sede di Villa di Castelpulci, un protocollo d’intesa tra gli Enti locali, il Ministero e la stessa Scuola della Magistratura, la cui bozza è già stata preventivamente approvata dai rispettivi uffici. I locali presso la Scuola saranno pronti prima dell’avvio della formazione dei M.O.T., vincitori del concorso indetto con D.M. 15.12.2009,che, dopo un travagliato e complesso iter politico-amministrativo, verranno assunti entro il prossimo mese di giugno”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Andrew

    Io pensavo che questa fosse una scuola per consentire ai giovani laureati di perseguire l’ attività di magistrato… SBAGLIATO questa scuola serve solamente a coloro che magistrato lo sono già, vengono fatti corsi di aggiornamento in pratica…

  2. Scritto da Antonio

    Adesso i denari sprecati per l’affitto della sede di Bergamo chi li risarcirà?