BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ecco come si formano i tutori dei consumatori

Si è chiuso con l’ultimo incontro e con la consegna degli attestati di frequenza ai partecipanti il percorso formativo per operatori delle Associazioni a tutela dei Consumatori realizzato da Bergamo Sviluppo e promosso dalla Camera di Commercio di Bergamo.

Più informazioni su

Si è chiuso con l’ultimo incontro e con la consegna degli attestati di frequenza ai partecipanti il percorso formativo per operatori delle Associazioni a tutela dei Consumatori. Il corso, realizzato attraverso l’Azienda Speciale Bergamo Sviluppo e promosso dalla Camera di Commercio di Bergamo in collaborazione con Federconsumatori, Adiconsum e Adoc, ha avuto come obiettivo quello di formare e aggiornare le competenze di figure professionali operanti nelle Associazioni a tutela dei consumatori.

“La Camera di Commercio ha deciso di organizzare questo corso su richiesta delle Associazioni a tutela dei consumatori – ha esordito Umberto Dolci, membro del Consiglio camerale in rappresentanza dei Consumatori. È importante avere sul territorio persone capaci e competenti. Noi della Camera di Commercio siamo soddisfatti dell’iniziativa e, nel caso in cui anche da parte dei partecipanti ci sia un riscontro positivo, pensiamo di riproporla per approfondire meglio i temi trattati”.

“Anche Bergamo Sviluppo ha accolto favorevolmente l’input arrivato dalle Associazioni dei Consumatori – continua Cristiano Arrigoni, Direttore di Bergamo Sviluppo. Siamo molto attenti all’attività di formazione, alla quale riconosciamo una grande importanza: da anni progettiamo e realizziamo una serie di interventi a 360° in questa direzione. Siamo convinti che accrescere le proprie competenze professionali in maniera continua deve essere un obiettivo sia per chi opera già nel mercato del lavoro che per chi ancora ci deve entrare”.

“Il percorso formativo – continua Arrigoni – ha avuto come obiettivo quello di formare o aggiornare le competenze delle figure professionali che intendevano operare o che operano già nelle Associazioni a tutela dei Consumatori per offrire ai cittadini informazioni sempre più aggiornate e qualificate. Il corso è stato impegnativo e consistente e ha tenuto conto di molteplici tematiche che richiedevano necessariamente una tempistica adeguata: per i venti partecipanti sono stati organizzati dodici incontri di quattro ore ciascuno, per un totale di 48 ore”.

Questi i temi dei dodici incontri: L’industria finanziaria, La raccolta del risparmio, L’esercizio del credito, La tutela del consumatore (e in particolare il ruolo delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura), Il Codice del Consumo, i rapporti con le Autorità amministrative, Differenze tra ricorsi al Prefetto e ricorsi al Giudice di Pace, L’importanza dell’etichettatura sui generi alimentari, I rapporti con le aziende erogatrici dei Servizi Pubblici, Come difendersi dalle truffe nella telefonia e Il mercato libero dell’energia.

“La Camera si trova a svolgere un duplice compito: quello di controllore e quello di promozione e formazione – ha concluso Andrea Vendramin, Dirigente Attività Anagrafiche e servizi di sistema alle imprese – e dal territorio arrivano segnali molto positivi in merito alle nostre iniziative”.

La parola è poi passata ai partecipanti che hanno tutti confermato la qualità degli incontri. Rappresentativo, a questo proposito, è stato l’intervento finale di Carmen Cortinovis di Federconsumatori: “E’ stata un’esperienza molto positiva in cui c’è stata la possibilità di aggiornarsi su temi interessanti. Utile soprattutto per avere un quadro generale perché poi i consumatori allo sportello ci chiedono di tutto: questi corsi creano operatori che possono dare risposte precise e puntuali”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.