BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dalla Regione soldi per l’ospedale: 23,7 milioni

La Giunta della Regione Lombardia, su proposta dell'assessore alla Sanità Luciano Bresciani, ha approvato un finanziamento complessivo di oltre 56 milioni di euro, attinti dal Fondo di Rotazione dell'edilizia sanitaria 2012.

Più informazioni su

La Giunta della Regione Lombardia, su proposta dell’assessore alla Sanità Luciano Bresciani, ha approvato un finanziamento complessivo di oltre 56 milioni di euro, attinti dal Fondo di Rotazione dell’edilizia sanitaria 2012, per il nuovo ospedale di Bergamo (23,7 milioni che rappresentano una tranche dei famosi" 85 milioni stanziati qualceh mese fa), per l’Istituto Besta di Milano (11,1 milioni) e per l’Istituto del Tumori di Milano (21,4 milioni). I finanziamenti serviranno a realizzare diversi lavori di completamento, adeguamento strutturale e ammodernamento delle strutture.

INTERVENTI NECESSARI – "Come avevamo già anticipato nei giorni scorsi – spiega il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni – abbiamo messo a disposizione somme importanti per interventi necessari e urgenti sulle attuali sedi degli Istituti Besta e Tumori. Siamo infatti consapevoli delle criticità delle due strutture e vogliamo dire a chi lavora e a chi si cura in questi Istituti che, mentre provvediamo immediatamente alle sedi attuali, lavoriamo per le nuove sistemazioni nella Città della Salute. Un finanziamento importante è anche destinato al nuovo ospedale di Bergamo per i lavori di completamento e sistemazione indispensabili per l’attivazione della struttura. Proseguiamo così nell’opera di rinnovamento dei nostri ospedali, che ha visto negli ultimi 10 anni la realizzazione di oltre 600 interventi, con un investimento di circa 4,5 miliardi".

UMANIZZAZIONE DELLE CURE – "In un momento difficile per le finanze pubbliche – aggiunge l’assessore Bresciani – Regione Lombardia, grazie allo strumento del Fondo di Rotazione, che ci permette di ovviare al blocco dei trasferimenti statali sull’edilizia sanitaria, compie una scelta che va nella direzione di confermare il livello di eccellenza del sistema sanitario e anche di favorire l’ulteriore umanizzazione delle cure e delle prestazioni. Realizzare nuove e modernissime strutture sanitarie e migliorare quelle già funzionanti significa infatti accogliere chi ha bisogno di assistenza in ambienti non solo più efficienti, basati sulla vera centralità del paziente, ma anche più confortevoli e belli".

OSPEDALE DI BERGAMO – I fondi per l’ospedale di Bergamo serviranno a realizzare alcuni interventi di completamento delle nuova struttura del nosocomio Papa Giovanni XXIII. Si tratta, in particolare, di questi interventi: completamento Casa Frati; completamento centro congressi; adeguamento quartiere detenuti; integrazioni protezioni murali; adeguamenti impiantistici e lay – out; laboratorio P3 – microbiologia; realizzazione parcheggi protetti (dializzati e oncologici) e integrazione parcheggi PS; integrazione segnaletica; lavori aree esterne; finalizzazioni.

ISTITUTO BESTA – Per quanto riguarda l’Istituto Besta i lavori riguarderanno invece: ristrutturazione sale operatorie; rinnovo impianti di continuità elettrica; adeguamenti alla normativa di prevenzione incendi; adeguamenti strutturali ed impiantistici di alcuni reparti e servizi; rifacimento spogliatoi e servizi igienici; sostituzione e potenziamento dei gruppi frigoriferi di condizionamento.

ISTITUTO TUMORI – Queste infine le opere da realizzare all’Istituto Tumori: bonifica amianto; adeguamenti alla normativa di prevenzione incendi; interventi di contenimento acqua di falda per sicurezza dei reparti di Medicina Nucleare e di Radiologia; interventi di mitigazione acustica; riqualificazione e adeguamento normativo D.P.R. 14.01.1997 Blocco 1 degenze, Day Hospital e piastra ambulatoriale; decoro degli stabili per miglioramento della fruibilità; tecnologie biomedicali per diagnostica/clinica; sistema ad alta tecnologia – Acceleratore lineare – per sviluppo area Radiologica.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.