BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Qui Azzano, insostenibili i rumori degli aerei Sindaco intervenga

Un abitante di Azzano, Stefano Gasparini, chiede al sindaco e all'assessore all'Ambiente perché le nuove rotte dell'aeroporto di Bergamo Orio al Serio vadano a "investire" il centro del paese.

Più informazioni su

Un abitante di Azzano, Stefano Gasparini, chiede al sindaco e all’assessore all’Ambiente perché le nuove rotte dell’aeroporto di Bergamo Orio al Serio vadano a "investire" il centro del paese.

 

Spett. Sindaco,

Spett. Assessore Ambiente e Territorio,

che cosa sta succedendo ad Azzano San Paolo?

Perchè da ormai qualche settimana sembra che il paese sia diventato l’agnello sacrificale dell’aereoporto di Orio?

Non dico che prima non ci fossero disagi derivanti dall’impressionante traffico dello scalo, ma adesso con le nuove rotte la situazione è diventata insostenibile.

Tutti i voli, anzichè sfruttare quella piccola via di fuga rappresentata dal cimitero di Azzano/Colognola, per poi proseguire sulla direzione dell’autostrada A4, virano molto prima e passano in mezzo al paese. L’asilo, la scuola media, l’oratorio, tanto per citare le strutture che si trovano gli aerei esattamente sulla testa (vedere mappa allegata).

Stiamo entrando nel periodo estivo, sappiamo che il traffico nello scalo aumenterà, i cittadini terranno le finestre aperte e mangeranno in giardino, se si continua così dovranno indossare i tappi alle orecchie e la mascherina.

Chiedo Voi quindi, in quanto rappresentanti di Azzano San Paolo, nonchè tutori dell’ambiente e della salute dei suoi cittadini, risposte in merito a questa situazione gravosa.

Sicuro di una Vostra risposta porgo distinti saluti.

Stefano Gasparini

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da CONFUSIONE TOTALE

    il problema sono gli aerei troppo bassi, ovunque passino e’ logico che rompano. se nessuno gli impone di usare tutta la pista e per risparmiare carburante volano bassi, logico che disturbino mezza citta’. devono guadagnare quota alla svelta e volare alti, solo cosi’ disturberanno meno, comunque disturberanno, ma almeno un po’ meno per tutti, indipendentemente da dove vadano

    1. Scritto da Danilo

      Assurdo, a causa della nuova rotta di decollo degli aerei direzione Ovest, con un’anticipo della virata ad una quota bassissima, unica nel suo genere su tutto il nostro territorio nazionale, gli aerei si trovano a lambire da vicino il Centro Servizi della Finanza, chiamato “Il Mostro”. Ebbene “Il Mostro” è un edificio costruito sul confine di BG-Azzano S.Paolo nel 1994 costato 50 MILIONI DI EURO e mai terminato. Adesso, a causa della vicinanza alla nuova rotta di decollo degli aerei, rotta proposta ed inventata dall’assessore M.Bandera, l’edificio non è più utilizzabile, pertanto la sua unica destinazione sarà l’abbattimento.
      ECCO PROPOSTO L’ENNESIMO SPRECO DI RISORSE PUBBLICHE. COMPLIMENTI

    2. Scritto da Roberto

      Oggi 11/05/2012 h 17.20 da poco già tre aerei della Ryanair a bassissima quota, sono passati sopra la perpendicolare delle case poste in Via Donizetti, ad Azzano San Paolo. Ma chi è che si permette di dire che gli aerei in decollo dall’aeroporto di Orio, non passano sopra le nostre case. E’ falso affermare che nessun aereo sorvola le nostre case. Venite a vedere di persona se non ci credete, noi che qui ci abitiamo da prima del cambio di rotta, la pancia degli aerei la vediamo troppo frequentemente. Non vogliamo mitigazione ambientale, vogliamo la nostra qualità di vita che l’assessore M. Bandera di Bg ci ha tolto!!! Ci sentiamo derubati dei nostri diritti e della nostra dignità, VERGOGNA

  2. Scritto da Luca

    Nessun aereo passa sopra Azzano. Ci manca solo la foto con la rotta fatta con Paint. Siamo seri.

    1. Scritto da Andrea

      Ad Azzano San Paolo, si percepisce in fase di decollo un rumore disturbante, per oltre 15 secondi. Tale forte rumore prodotto dall’elevato numero di aerei in decollo dall’aeroporto di Orio direzione Est è capace di svegliarti durante il sonno, non ti permette di parlare in giardino senza essere interrotto e ti limita la vita sociale. Senza dover ricordare l’ovvio aumento dell’inquinamento, e pensare che limitano il traffico delle auto: AMMINISTRATORI IPOCRITI!!!
      BASTA AEREI. Vogliamo più rispetto per la qualità della nostra vita, tutti questi aerei non servono, si devono ridurre in numero.

      1. Scritto da bepi

        balle!!! io abito in via Oberdan e sinceramente DORMO!

        1. Scritto da Paolo

          Ad Azzano San Paolo, in via Oberdan, in via Leopardi, in via Vittorio Veneto… sono esposti sui balconi di case private diversi striscioni con scritto: BASTA AEREI; BASTA ANTICIPO DELLA VIRATA AEREA A BASSA QUOTA; LA REPUBBLICA ITALIANA E’ FONDATA SUL LAVORO, HO LAVORATO UNA VITA E CON IL CAMBIO DI ROTTA GLI AEREI COSI’ BASSI MI DANNEGGIANO FORTEMENTE; PIU’ RISPETTO PER AZZANO; ecc. sono tantissimi i cittadini azzanesi che si sentono fortemente penalizzati, anche negli orari che comprendono il sonno!!! Il sig. Bepi ha il sonno moltoprofondo a quanto pare, oppure tutti questi cittadini si sono inventato tutto. NB Le case interessate con esposti gli striscioni sono moderne, con doppi vetri!

          1. Scritto da fRANCESCA

            Di striscioni ad Azzano San Paolo, ne troviamo anche in via Donizetti, in piazza 4 Novembre, in via Bergamo,… tutti esposti sui balconi e sulle case di privati cittadini, stanchi di questa PREPOTENZA del DIO SOLDO che non rispetta la dignità dell’UOMO!!!! Grazie Assessore Massimo Bandera, grazie per essere arrivato qui ad Azzano S.P. come assessore all’ambiente per studiare una nuova rotta da proporre al comune di BG, per poi generare ad Azzano San Paolo il più grande disastro economico dal dopo guerra. Il valore dell’edilizia privata ad Azzano S.P: è destinato a naufragare, ma chi comprerà la casa fronte DECOLLO! Anche tutti gli imprenditori edili locali, si sono lamentati per il disastro

    2. Scritto da Davide

      E’ serietà e trasparenza, che l’assessore M. Bandera di Bergamo, abbia imposto l’anticipo della virata su Azzano S.P. Come è possibile che venga stravolto un intero paese, per permettere ad una azienda privata che è SACBO, di guadagnare sulle spalle di tutti noi cittadini. Da parte nostra essere rispettosi, non deve essere considerato come la volontà di subire all’infinito. Adesso BASTA. Si è andati oltre ogni lecito limite. Il rumore è esagerato, gli aerei sono numericamente al di sopra di ogni possibile sopportazione. Se Montichiari non è ancora pronto, allora si persegua Malpensa oppure Linate.
      7.5 milioni di passeggeri Milanesi in transito da Orio, assurdo e VERGOGNOSO!!!!!!!!!!

    3. Scritto da Davide

      Possiamo testimoniare di aver visto e sentito decollare sopra e vicino Azzano S. Paolo, diversi aerei, a volte più di 50 in una sola giornata!!!!
      Dire che nessun aereo è passato vicino e sopra le nostre case è assolutamente VERGOGNOSO!!!!
      Noi azzanesi non siamo mai stati coinvolti così fortemente dal rumore degli aerei, E’ STATA SCONVOLTA LA NOSTRA ESISTENZA E LE NOSTRE CONSOLIDATE ABITUDINI. Tutto questo soltanto per portare 100 mila turisti in più a città alta. Perchè è altrettanto vero che i turisti li possiamo trovare soltanto in centro città e in città alta.
      Pertanto oltre 8milioni di disagi per ottenere cosa?
      migliaia di cittadini delusi e fortemente indignati.

    4. Scritto da Paolo

      Da oltre 50 anni, noi azzanesi non avevamo avuto tutti questi disagi, prodotti essenzialmente dall’enorme numero di aerei in decollo ed in atterraggio, dall’aeroporto di Orio. Il cambio di rotta in fase di decollo, produce per tutti noi azzanesi un gravissimo danno economico dovuto all’enorme svalutazione delle nostre case. Quanto si può pagare una casa con vista decollo aerei? Ma noi abbiamo acquistato le nostre abitazioni, quando gli aerei non decollavano, con questa assurda e pericolosissima virata anticipata. Senza contare l’odore persistente di Kerosene. E’ stato commesso un gravissimo errore, spostare tutti questi aerei!!! Troppi aerei, troppi disagi, troppi guai, troppe delusioni!!

    5. Scritto da matteo

      caro Luca vieni ad Azzano , vedi e senti dove passano gli aerei , noi che viviamo la situazione siamo seri tu forse un pò meno

  3. Scritto da Biglia Gassi Alfio

    I disagi li hanno tutti gli aeroporti del mondo.
    Pensa all’A4 che ti passa sotto casa da decenni, con migliaia di auto e tir al giorno. Se tu non viasggi in aereo, non vuol dire che gli altri non lo debbano fare. Lo stesso disagio che dici di avere tu, lo avevano quelli di Malpensa qualche tempo fa, e anche quelli attorno Linate, scalo con pista (e quindi potenziale) più piccolo di Orio.
    Ma fatti coraggio, si può guarire!

  4. Scritto da Alessandra

    Quando capitava a Lallio bisognava stare zitti e se ne fregavano tutti .. (non che adesso si stia bene, ma solo un pochino meglio).

    1. Scritto da Carmen

      Già, ognuno pensa al suo orticello.
      Sono d’accordo con Alessandra.
      Tutti si sono fregati sia di Lallio sia di Treviolo per 50 anni, e adesso che la nuova rotta passa in posizione mediana ai vari paesi -ovviamente- quelli a cui si è avvicinato il problema si lamentano.
      Bisogna pensare anche un pò agli altri, e non solo a se stessi.
      La nuova rotta è quella meno impattante, oppure basta che passi sugli altri abitati e il problema non ci riguarda?
      Finalmente -dico- le Amministrazioni comunali (compreso quella di Azzano) hanno definito una nuova rotta, ovvio che deve essere rispettata.

      1. Scritto da Pippo

        Deve essere rispettata mantenendo anche attiva la precedente rotta, quella che passava sopra il casello dell’autostrada. Pensate gli aerei sorvolavano Treviolo e Lallio ad una altezza notevolmente superiore rispetto ad Azzano San Paolo. Gli aerei adesso sorvolano a 120-150 metri di quota le prime case di Azzano SP, rispetto gli oltre 600 metri di quota della vecchia rotta. Proprio uguale il disturbo e l’inquinamento non lo è, ovviamente.

  5. Scritto da senza parole

    Tanto risponderanno che non è vero,che la rotta è rispettata ed ecc…tanto cosa vuoi che interessi,i disagi li hanno gli altri..poi in accordo con i loro “amici”della lega,comune di bergamo e seriate,hanno deciso che l’unica rotta che non da fastidio è questa…invece di difendere i cittadini che li hanno votati e per il quale sono pagati!!!